Clicca qui per scaricare

Contributi psicoanalitici alla comprensione della religiosita: l’eredita di Lou Andreas Salome e Donald W. Winnicott
Titolo Rivista: RICERCHE DI PSICOLOGIA  
Autori/Curatori: Mario Aletti 
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  12 P. 421-432 Dimensione file:  156 KB
DOI:  10.3280/RIP2015-002010
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Di fronte alla religione la psicoanalisi e, gia per Freud, "uno strumento imparziale", di cui anche i credenti possono servirsi "per avvalorare in pieno il significato affettivo della dottrina religiosa". Secondo Lou Andreas Salome lo sviluppo dell’essere umano muove dal narcisismo originario, esperienza prototipica di fusione con il tutto e l’individuo per tutta la vita tenderebbe nostalgicamente a ricostituire quello stato di benessere attraverso esperienze pregnanti, quali l’amore, l’arte e la religione. In questo percorso asintotico il credente "creativo" si distanzia dal "sedentario" in quanto pone in essere la sua personale ri-formulazione di Dio. Seguendo Winnicott, possiamo considerare la religiosita un fenomeno transizionale illusorio che, se si libera dai residui dell’onnipotenza infantile, apre al riconoscimento potenziale dell’alterita e a quell’umanissimo e sano "bisogno di credere" che sostanzia anche l’adesione religiosa. Come il bambino "crea" la madre che "trova", cosi il credente riassume e riformula con pienezza di senso personale il Dio che gli e annunciato nella comunita di riferimento. Se la fede del credente "creativo" di Salome comprende il dubbio euristico e Winnicott sostiene che, in definitiva, la valenza psicologica delle fede consiste proprio nel fatto stesso di credere in qualcosa, credenti e psicologi sono orientati alla consapevolezza della metaforicita sempre insatura del discorso religioso e, per conseguenza, anche al riconoscimento del pluralismo religioso.


Keywords: Psicoanalisi, religione, fenomeni transizionali, Lou Salome, Winnicott

  1. Aletti, M. (1998). Per una lettura psicoanalitica del simbolo religioso. In D. Fagnani & M.T. Rossi (Eds.), Simbolo, metafora, invocazione tra religione e psicoanalisi (pp. 13-45). Bergamo: Moretti & Vitali.
  2. Aletti, M. (2002). La religione come illusione. Modelli, prospettive e problemi per una lettura psicoanalitica. In M. Aletti & F. De Nardi (Eds.), Psicoanalisi e religione. Nuove prospettive clinico-ermeneutiche (pp. 59-89). Torino: Centro Scientifico Editore.
  3. Aletti. M. (2005). Religion as an illusion: prospects for and problems with a psychoanalytical model. Archiv für Religionspsychologie/Archive for the Psychology of Religion, 27, 1-18. Aletti, M. (2007). Arte, cultura e religiao na vida adulta: rabiscos winnicottianos.
  4. In I. Gaeta Arcuri & M. Ancona-Lopez (Eds.), Temas em Psicologia da Religião (pp. 13-58). Sao Paulo: Vetor Editora.
  5. Aletti, M. (2010). Percorsi di psicologia della religione alla luce della psicoanalisi. 2 ed. Roma: Aracne.
  6. Aletti, M. (2012a). My concern with psychology of religion: Defending psychology, respecting religion. In J.A. Belzen (Ed.), Psychology of religion: autobiographical accounts (pp. 19-41). New York: Springer.
  7. Aletti, M. (2012b). Novas formas da religiao numa cultura plural, a luz da Psicologia e da Psicanalise. In M.H. de Freitas & G.J. de Paiva (Eds.), Religiosidade e Cultura Contemporânea (pp. 99-139). Brasilia: Editora Universa.
  8. Aletti, M. (2014). Religion, Illusion and their Future in the light of Psychoanalysis. Psicologia della Religione e-journal/Psychology of Religion e-Journal, 1(1), 3-25.
  9. Freud, S. (1909-1939). Psicoanalisi e fede. Lettere tra Freud e il pastore Pfister: 1909-1939. Torino: Boringhieri, 1970.
  10. Freud, S. (1927). L’avvenire di un’illusione. In Opere Vol. 10 (pp. 432-485). Torino: Bollati Boringhieri, 1978.
  11. Pfeiffer, E. (Ed.) (1999). Triangolo di lettere. Carteggio di Friedrich Nietzsche, Lou von Salomé e Paul Ree. (Ed. Ital. A cura di M. Carpitella). Milano: Adelphi.
  12. Pfister, O. (1928). Die Illusion einer Zukunft. Imago, 14, 149-184. Trad. it. L’illusione di un avvenire.In S. Freud & O. Pfister, L’avvenire di un’illusione.
  13. L’illusione di un avvenire (pp. 103-158). Torino: Bollati Boringhieri, 1990.
  14. Salome, L. (1896). Jesus der Jude. Neue Rundschau, 7, 342-351. Trad. it. Gesù l’ebreo. Genova: Il nuovo melangolo, 2008.
  15. Salome, L. (1921). Narzissmus als Doppelrichtungen. Imago, 7,361-386. Trad. it. Narcisismo come doppio orientamento. In Anale e sessuale e altri scritti. Milano: ES Editrice, 2007.
  16. Salome, L. (1931). Mein Dank an Freud. Wien: International Psychoanalytischer. Trad. it. Il mio ringraziamento a Freud. Torino: Bollati Boringhieri, 1984.
  17. Salome, L. (1969). Lebensrückblich: Grundriss einiger Lebenserinnerungen. Frankfurt: Insel Verlag. Trad. it. Il mito di una donna (a cura di Uta Olivieri). Firenze-Rimini: Guaraldi, 1977.
  18. Vergote, A. (1993). Psicologia e religione. Intervista al professor Antoine Vergote (a cura di Michel Vandeleene). Nuova Umanità. Rivista bimestrale di cultura, 86, 79-100.
  19. Winnicott, D.W. (1953). Transitional objects and transitional phenomena. In Playing and reality (pp. 1-25). New York: Basic Books, 1971. Trad. it. Oggetti transizionali e fenomeni transizionali. In Gioco e realtà (pp. 23-60). Roma: Armando, 1974.
  20. Winnicott, D.W. (1969). The use of an object and relating through identifications. In Playing and reality (pp. 89-64). Basic Books, New York, 1971. Trad. it. L’uso di un oggetto e l’entrare in rapporto attraverso identificazioni. In Gioco e realtà (pp. 151-163). Armando, Roma, 1974.

Mario Aletti, in "RICERCHE DI PSICOLOGIA " 2/2015, pp. 421-432, DOI:10.3280/RIP2015-002010

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche