Clicca qui per scaricare

Il processo referenziale: cognizione o coscienza incarnata?
Titolo Rivista: RICERCA PSICOANALITICA 
Autori/Curatori: Alberto Lorenzini 
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  18 P. 67-84 Dimensione file:  100 KB
DOI:  10.3280/RPR2015-003006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’autore esprime tutto il suo apprezzamento per il lavoro della Bucci e concentra le sue riflessioni su di un punto chiave del processo referenziale: il passaggio dal subsimbolico al simbolico non verbale. Nell’ottica dell’autore questo passaggio coincide con la perenne nascita della coscienza, a partire dal substrato della danza relazionale. La particolarità di questo articolo consiste proprio nel tentativo di dare una base concreta, o meglio "incarnata" al fenomeno della coscienza e a quello del suo emergere, differenziandolo da quella più generica attività mentale che chiamiamo cognizione. È proprio nell’emergere della coscienza dal gioco che si collocherebbe il significato più profondo dell’interazione non verbale nel corso della psicoterapia, la co-costruzione dell’organismo psicologico. Alla fine di un articolato percorso che coinvolge il concetto di coscienza primaria di Edelman e lo studio delle metafore primarie di Lakoff e Johnson, l’autore ritorna alla Bucci e riconosce una fondamentale sintonia di significato.


Keywords: Edelman, coscienza primaria, metafore primarie, enactment, danza relazionale, costruttivismo

  1. Lorenzini A. (2015). L’holding, terreno di coltura del Sé. Ricerca Psicoanalitica, 3: 56-64.
  2. Manghi S. (2009). Il soggetto ecologico di Edgar Morin. Trento: Erickson.
  3. Bateson G. (1977). Trad. it.: Verso un’ecologia della mente. Milano, Adelphi.
  4. Bateson G. (1984). Trad. it.: Mente e natura, un’unità necessaria. Milano: Adelphi.
  5. Bucci W. (2015). I molteplici livelli dell’interazione nella comunicazione terapeutica: teoria e ricerca di base. Ricerca Psicoanalitica, 3: 9-24.
  6. Bucci W. (2015). I molteplici livelli dell’interazione nella comunicazione terapeutica: applicazioni cliniche della teoria. Ricerca Psicoanalitica, 3: 25-36 Carli L., Rodini C. (2008), a cura di. Le forme di intersoggettività. L’implicito e l’esplicito nelle relazioni interpersonali. Milano: Raffaello Cortina Editore.
  7. Downing G. (2010). La video-microanalisi nella terapia della coppia madre-bambino. Ricerca Psicoanalitica, 1.
  8. Edelman G. M. (1992). Trad. it.: Il presente ricordato. Milano: Rizzoli, 1991.
  9. Edelman G. M. (1992). Bright Air, Brilliant Fire. On the Matter of the Mind. Basic Book, Inc. Trad. it.: Sulla materia della mente. Milano: Adelphi, 1993.
  10. Edelman G. M. and Tononi G. (2000). A Universe of Conscousness. How Matter Becomes Imagination. Trad. it.: Un universo di coscienza. Torino: Einaudi, 2000.
  11. Harrison A. (2012). Il modello a sandwich dell’azione terapeutica: “musica e danza” nella terapia con il bambino traumatizzato. Ricerca Psicoanalitica, 3: 9-24.
  12. Iofrida M. (2010). Il soggetto come “sistema”: prospettive del dibattito filosofico contemporaneo. Ricerca Psicoanalitica, 3: 9-33.
  13. Lakoff G. and Johnson M. (1999). Philosophy in the Flesh. The embolie Mind and its Challenge to Western Thought. New York: Basic Books.
  14. Lorenzini A. (2006). La crisi necessaria. Ricerca Psicoanalitica, 1: 89-112.
  15. Lorenzini A. (2012). I livelli della coscienza in forma di panino: la teoria dell’azione terapeutica di Alexandra Harrison. Ricerca Psicoanalitica, 3: 49-58.
  16. Morin E. (1980). Trad. it.: La vita della vita. Milano: Raffaello Cortina Editore, 2004.
  17. Oyama S. (1998). Trad. it.: L’occhio dell’evoluzione. Una visione sistemica della divisione fra biologia e cultura. Roma: Giovanni Fioriti Editore, 2004.
  18. Stern D. N., Sander L. W., Nahum J. P., Harrison A. M., Lyons-Ruth K., Morgan A. C., Bruschweiler-Stern N., Tronick E. (1998). Meccanismi non interpretativi in terapia psicoanalitica: il “qualche cosa in più” dell’interpretazione. In: Carli L., Rodini C., a cura di. Le forme di intersoggettività. Milano: Raffaello Cortina, 2007.
  19. Winnicott D. (1953). Transitional objects and transitional phenomena. Int. J. Psychoanal., 34: 89-97.
  20. Winnicott D.W. (1971). Playing and Reality. London: Tavistock Publications. Trad. it.: Gioco e realtà. Roma: Armando Editore, 1974.

Alberto Lorenzini, in "RICERCA PSICOANALITICA" 3/2015, pp. 67-84, DOI:10.3280/RPR2015-003006

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche