Clicca qui per scaricare

Memorie della schiavitù, "razza" e razzismo nel Marocco contemporaneo
Titolo Rivista: MONDO CONTEMPORANEO 
Autori/Curatori: Laura Menin 
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  24 P. 89-112 Dimensione file:  144 KB
DOI:  10.3280/MON2015-002005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Le eredità storiche della tratta di esseri umani interna al mondo musulmano e le ombre che essa proietta nel presente sono rimaste marginali nel dibattito accademico sulle "diaspore nere", così come nel discorso pubblico dei paesi dell’Africa set tentrionale e del Medio Oriente. Il saggio intende contribuire a colmare questa lacuna esplorando la questione della "razza" e del "razzismo" nel Marocco contemporaneo e le sue relazioni con la memoria della schiavitù. Piuttosto che proporre una definizione aprioristica di "razza" in Marocco, esso interroga i processi storici e i vocabolari quotidiani attraverso i quali le nozioni di "razza" e di "razzismo" sono emerse, si sono trasformate nel tempo e sono oggi contestate. Ripercorrendo l’emergere di un pensiero razziale nel XVI secolo, il saggio mostra come l’eredità della schiavitù non circondi solo i discendenti di schiavi, ma anche categorie di persone che - come i migranti subsahariani - oggi occupano posizioni sociali marginali. L’uso di stereotipi razziali e vocabolari che evocano la schiavitù per rivolgersi a queste persone testimonia l’importanza di una prospettiva storica nell’analisi antropologica delle dinamiche sociali che caratterizzano il Maghreb contemporaneo.


Keywords: Eredità della schiavitù, memoria, razzismo, razza, Marocco

Laura Menin, in "MONDO CONTEMPORANEO" 2/2015, pp. 89-112, DOI:10.3280/MON2015-002005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche