Clicca qui per scaricare

Perché è così difficile lasciarti? Riflessioni psicodinamiche ed esperienze in un Centro d’ascolto con donne maltrattate
Titolo Rivista: RICERCA PSICOANALITICA 
Autori/Curatori: Jacob Giuliana Mussa 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  18 P. 29-46 Dimensione file:  89 KB
DOI:  10.3280/RPR2016-001003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Al termine di una partecipata esperienza in un Centro di ascolto femminile con donne maltrattate, l’autrice riflette - attraverso la descrizione di "relazioni perverse", dipendenze patologiche e vari tipi di violenza - sui motivi che spesso, nella relazione con il partner, imprigionano la donna. In seguito, attraverso la storia di un caso, racconta come può avvenire il percorso di uscita dalla violenza e dalla dipendenza patologica. L’articolo si conclude con alcune riflessioni personali su quello che è più significativo nel lavoro con le donne vittime di violenza. L’autrice sottolinea l’importanza che la terapia sia improntata alla sensibilità e al "non-giudizio". La psicoterapia dovrebbe quindi creare una "casa relazionale", che non rinforzi mai il senso di colpa della vittima, ma favorisca buone "identificazioni anticipatorie".


Keywords: Donne maltrattate, identità di genere, violenza, relazioni perverse, dipendenze affettive, percorso d’uscita dalla violenza, casa relazionale

  1. Fonagy (1998). Uomini che esercitano violenza sulle donne: una lettura alla luce della teoria dell’attaccamento. In: Fonagy, Target M., Attaccamento e funzione riflessiva. Milano, Cortina, 2001, 273-292.
  2. Ghent E. (1992). Paradox and process. Psychoanal. Dial., 2, 135-159., 10.1080/1048-1889209538925DOI: 10.1080/1048-1889209538925
  3. Glaspell S. (2006). Trad. it.: Una giuria di sole donne. Palermo: Sellerio.
  4. Goldner V. (2004). When love hurts: Treating Abusive Relationships. Psychoanal. Inq., 24, 3, 346-372., 10.1080/07351692409349088DOI: 10.1080/07351692409349088
  5. Jacob G. (2015). Pelle di filigrana. Villanova di Guidonia (RM): Aletti.
  6. Hirigoyen M.F. (2000). Trad. it.: Molestie morali. Milano: Einaudi.
  7. Alvarez A. (1993). Trad. it.: Il compagno vivo. Roma: Astrolabio.
  8. Irigaray L. (1989). Trad. it.: Sessi e genealogie. Milano: Baldini & Castoldi.
  9. Bowlby J. (1999). Trad. it.: Attaccamento e perdita dei legami affettivi. Milano: Raffaello Cortina.
  10. Irigaray L. (1994). Trad. it.: Essere due. Torino: Bollati Boringhieri.
  11. Lévinas E. (2012). Trad. it.: Etica e infinito. Il volto dell’altro come alterità etica e traccia dell’infinito. Roma: Città Nuova.
  12. Buchli E. (2013). Trad. it.: Il mito dell’amore fatale. Milano: Baldini & Castoldi.
  13. Lingiardi V. (2005). Personalità dipendente e dipendenza relazionale: aspetti diagnostici, descrittivi e dinamici. www.spiweb.it/psiche.
  14. Liotti G., Farina B. (2011). Sviluppi traumatici: eziopatogenesi, clinica e terapia della dimensione dissociativa. Milano: Cortina.
  15. Kaplan (1992). Trad. it.: Perversioni femminili. Milano: Raffaello Cortina.
  16. Cascio A.R. (2013). Fenomenologia dell’evento traumatico nella psicoterapia della Gestalt. In: Cavaleri P. A. Psicoterapia della Gestalt e neuroscienze. Milano: FrancoAngeli.
  17. Cohen S.J. (1992). The misuse of persons. Analyzing pathological dependency. Hillsdale, New York: The Analytic Press.
  18. Perls e al. (1997). Terapia e pratica della terapia della Gestalt. Vitalità e accrescimento della personalità umana. Roma: Astrolabio.
  19. Pinkola Estes C. ( 1992). Trad. it.: Donne che corrono coi lupi. Roma: Frassinelli.
  20. Danna D. (2007). Ginocidio. La violenza contro le donne nell’era globale. Eleuthera.
  21. Racamier P.C. (1992). Trad. it.: Il genio delle origini. Psicoanalisi e psicosi. Milano: Cortina.
  22. De Beauvoir S. (1949-2008). Trad. it.: Il Secondo sesso. Milano: Il Saggiatore.
  23. Filippini S. (2005). Le relazioni perverse. Milano: FrancoAngeli.
  24. Romito P.(2002). La violenza di genere su donne e minori. Milano: FrancoAngeli.
  25. Satir V. (1976). Making contact. Berkeley, Calif: Celestial Arts.
  26. Spagnuolo Lobb M. (2011). Il now-for-next in psicoterapia. La Gestalt therapy raccontata nella società post-moderna. Milano: FrancoAngeli.
  27. Stein R. (2005). Why perversion? False love and perverse act. Int. J. Psycho-Anal. 86.
  28. Stern D. (2000). Trad. it.: Il mondo interpersonale del bambino. Torino: Bollati Boringhieri.
  29. Stolorow R. D. (2013). Trauma ed esistenza umana. Roma: Giovanni Fioriti Editore.
  30. Taylor M. (2014) Trauma Therapy and Clinical Practice. Neuroscience, Gestalt and the Body. Berkshire: Open University Press.
  31. Weil S. (1982). Quaderni, vol. 1. Milano: Adelphi.
  32. Winnicott D W. (1975). Dalla pediatria alla psicoanalisi. Firenze: Martinelli.
  33. Zerbetto R. (1998). La Gestalt. Terapia della Consapevolezza. Milano: Xenia.

Jacob Giuliana Mussa, in "RICERCA PSICOANALITICA" 1/2016, pp. 29-46, DOI:10.3280/RPR2016-001003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche