Clicca qui per scaricare

I contesti scolastici e l’apprendimento: dalla complessità alle possibili connessioni
Titolo Rivista: INTERAZIONI 
Autori/Curatori: katia Provantini, Ivana Simonelli 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  12 P. 76-87 Dimensione file:  176 KB
DOI:  10.3280/INT2016-001007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Le autrici intendono esplorare gli aspetti socio-psico-pedagogici che caratterizzano i contesti scolastici e influiscono sulle dinamiche intercorrenti tra i processi di insegnamento e apprendimento nella fase evolutiva specifica dell’adolescenza. L’insegnante oggi deve avvalersi di competenze che possano tener conto delle numerose componenti in gioco nell’apprendimento: cognitive, relazionali, emotive, evolutive, culturali, digitali. I ragazzi si lasciano trasportare dall’esperienza scolastica portando sui banchi pensieri e percezioni che rischiano di "ammalare" il ruolo studente: il senso di vuoto per l’incertezza del futuro e la messa in discussione della propria persona nel caso di errori, insuccessi e fallimenti. Il contributo illustra come portare fra i banchi una prospettiva che possa dare significato e valore agli imprevisti, all’errore, al non-apprendimento e, di conseguenza, quali modalità di insegnamento possono incontrare le modalità di apprendimento dei nuovi adolescenti.


Keywords: Apprendimento, insegnamento, adolescenza, metodologie, competenze.

  1. Bocchi G., Ceruti M. (1986) (a cura di). La sfida della complessità. Milano: Feltrinelli.
  2. Bateson G. (1977). Verso un’ecologia della mente. Milano: Adelphi.
  3. Fornasa W. (2000). Lavorare per progetti verso la competenza evolutiva. Atti del convegno “L’educazione ambientale alle soglie del terzo millennio”, Bolzano 21.10.2000.
  4. Fornasa W. (2006). Oltre l’occhio di Polifemo. Costruzione, cambiamento e processi educativi. Consultabile su www.costruttivismoedidattica.it
  5. Fornari F. (1982). Codici affettivi e rapporto corpo/mente. Psicologia Clinica, I, 1: 33-69.
  6. Medeghini R., Fornasa W. (2011) (a cura di). L’educazione inclusiva. Milano: FrancoAngeli.
  7. Nicolis G., Prigogine I. (1991). La complessità. Esplorazioni nei nuovi campi della scienza. Torino: Einaudi.
  8. Perticari P. (2012). Alla prova dell’inatteso. Scuola e crisi educativa. Dalla malaripetizione agli insegnamenti profondi. Roma: Armando.
  9. Pietropolli Charmet G. (2000). I Nuovi Adolescenti. Milano: Raffello Cortina.
  10. Pietropolli Charmet G. (2009). Fragile e spavaldo. Ritratto dell’adolescente di oggi. Bari: Laterza.
  11. Provantini K. (2007). L’adolescenza oggi: il punto di vista psicologico. In: Scandella O. (a cura di), Interpretare la tutorship. Nuovi significati e pratiche nella scuola dell’autonomia. Milano: Franco Angeli.
  12. Provantini K. (2013). Scuola media: manuale per la sopravvivenza. Cosa occorre sapere per non farsi travolgere. Milano: Mondadori.
  13. Provantini K., Longoni M. (2014). Generazione Tablet. I sì e i no per crescere nell’era del web. Milano: Mondadori.
  14. Simonelli I., Fornasa W. (2009). La scala WISC (Wechsler Intelligence Scale for Children): vincoli, risorse e possibilità. Psicologia dell’Educazione e della Formazione, 11: 31-52.

katia Provantini, Ivana Simonelli, in "INTERAZIONI" 1/2016, pp. 76-87, DOI:10.3280/INT2016-001007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche