Clicca qui per scaricare

Il collage di immagini nella terapia con adolescenti e giovani adulti
Titolo Rivista: TERAPIA FAMILIARE 
Autori/Curatori: Maria Borella 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: 110 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  19 P. 57-75 Dimensione file:  655 KB
DOI:  10.3280/TF2016-110005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Nel trattamento psicoterapeutico è diffuso l’impiego di tecniche esperienziali ed espressive, che propongono al paziente esperienze emotivamente significative. L’articolo presenta, in particolare, caratteristiche e finalità del collage di immagini nella terapia con un paziente adolescente o giovane adulto, realizzata secondo il modello sistemico familiare-individuale. Viene presentata la procedura di applicazione del collage, dedicando particolare attenzione alle informazioni che emergono dal processo di realizzazione del collage e dalle immagini scelte. Il collage aiuta il giovane a raccontare di sé in modo più spontaneo e flessibile, favorisce il riconoscimento, da parte del paziente, di tratti significativi della sua personalità, consente di approfondire la conoscenza del sintomo; inoltre, attraverso le immagini, è possibile arricchire il bilancio sulla terapia svolta e accompagnare il giovane nell’immaginare il proprio futuro, con paure e desideri. Vengono presentati tre casi clinici, tratti da differenti contesti di lavoro, che sono ritenuti ben rappresentativi delle potenzialità dello strumento.


Keywords: Collage, personalità, adolescente, tecniche esperienziali, immagini, tecniche espressive.

  1. Adiutori S. (2013). Dal frammento al racconto: l’uso del collage nella relazione di aiuto. In: Acocella A.M., Rossi O. (a cura di), Le nuove arti terapie. Percorsi nella relazione d’aiuto. Milano: FrancoAngeli.
  2. Asen E., Fonagy P. (2014). Interventi basati sulla mentalizzazione in terapia familiare. Terapia familiare, 106: 5-33., 10.3280/TF2014-10600DOI: 10.3280/TF2014-10600
  3. Attili G. (2007). Attaccamento e costruzione evoluzionistica della mente. Milano: Raffaello Cortina.
  4. Bruni F. (2011). Il gioco dei destini incrociati nella pratica clinica e nella formazione sistemico relazionale. Testo disponibile al sito: http://www.scuolamaraselvini.it, consultato in data 26 agosto 2015.
  5. Bruni F., Defilippi P.G. (2011). Gli oggetti in psicoterapia relazionale. Indicazioni e modelli di intervento. In: Chianura P., Chianura L., Fuxa E., Mazzoni S. (a cura di), Manuale clinico di terapia familiare. Volume III: metodi e strumenti per la valutazione dei processi relazionali. Milano: FrancoAngeli.
  6. Caillé P., Rey Y. (2004). Les objets flottants: méthodes d’entretiens systémiques. Paris: Éditions Fabert (trad. it.: Gli oggetti fluttuanti – metodi di interviste sistemiche. Roma: Armando, 2005).
  7. Canevaro A. (2009). Quando volano i cormorani. Terapia individuale sistemica con il coinvolgimento dei familiari significativi. Roma: Borla.
  8. Cirillo S. (2013). Autonomia e dipendenza: due termini che si oppongono? Terapia familiare, 102: 15-34., 10.3280/TF2013-10200DOI: 10.3280/TF2013-10200
  9. de Bernart R. (1995). L’immagine nel trattamento della coppia e della famiglia psicosomatica. Testo disponibile al sito: http://www.itff.org, consultato in data 26 agosto 2015.
  10. de Bernart R. (2004). Immagine e famiglia. Testo disponibile al sito: http://www.itff.org, consultato in data 26 agosto 2015.
  11. de Bernart R. (2012). Implicit, images and therapeutic relation. Testo disponibile al sito: http://www. itff.org, consultato in data 26 agosto 2015.
  12. de Bernart R. (2013). Immagine, implicito e famiglia. Testo disponibile al sito: http://www.scuolamaraselvini.it, consultato in data 26 agosto 2015. de Bernart R., Buralli B. (2001). Il letto a sei piazze. La terapia sessuale trigenerazionale di coppia. Psicobiettivo, XXI, 1: 25-46.
  13. Fino L., Penna A. (2014). Al di là delle parole: metodi e strumenti per la terapia di coppia. Testo disponibile al sito: http://www.scuolamaraselvini.it, consultato in data 26 agosto 2015.
  14. Fonagy P., Target M. (2001). Attaccamento e funzione riflessiva. Milano: Raffaello Cortina.
  15. Giannantonio M. (2014). Memorie traumatiche. EMDR e strategie avanzate in psicoterapia e psicotraumatologia. Milano: Mimesis Edizioni.
  16. Giommi D. (2008). Cosa ne pensa la sua famiglia? La consulenza familiare all’interno della terapia individuale. Testo disponibile al sito: http://www. itff.org, consultato in data 26 agosto 2015.
  17. Herman J.L. (1992). Trauma and recovery. New York: Basic Books (trad. it.: Guarire dal trauma. Affrontare le conseguenze della violenza, dall’abuso domestico al terrorismo. Roma: Ma.Gi., 2005).
  18. Liotti G., Farina B. (2011). Sviluppi traumatici. Milano: Raffaello Cortina.
  19. Lyons-Ruth K., Dutra L., Schuder M.R., Bianchi I. (2009). Il legame tra disorganizzazione dell’attaccamento in età infantile e dissociazione in età adulta. In: Williams R. (a cura di), Trauma e relazioni. Milano: Raffello Cortina.
  20. Mugnier J.P. (2015). Gli oggetti fluttuanti. Testo disponibile al sito: http://www.scuolamaraselvini.it, consultato in data 26 agosto 2015.
  21. Ogden P., Minton K., Pain C. (2006). Trauma and the body. New York: W.W.Norton & Company (trad. it.: Il trauma e il corpo. Sassari: Istituto di Scienze Cognitive, 2013).
  22. Onnis L. (a cura di) (1988). Famiglia e malattia psicosomatica. Roma: La Nuova Italia Scientifica.
  23. Selvini M. (2003). Tecniche di presa in carico psicoterapeutica di un paziente non richiedente. Terapia familiare, 73: 5-33., 10.1400/6927DOI: 10.1400/6927
  24. Selvini M. (2008). Undici tipi di personalità. L’integrazione della diagnosi di personalità nel pensiero sistemico complesso. Ecologia della Mente, 31: 29-55., 10.1712/510.610DOI: 10.1712/510.610
  25. Selvini M. (2014a). Verso un modello evolutivo individuale-sistemico dei disturbi di personalità. Psicobiettivo, 2: 46-58., 10.3280/PSOB2014-00200DOI: 10.3280/PSOB2014-00200
  26. Selvini M. (2014b). L’integrazione della diagnosi di personalità e dei funzionamenti post-traumatici nel pensiero sistemico. Ecologia della Mente, 37: 49-59., 10.1712/1507.1655DOI: 10.1712/1507.1655
  27. Selvini M. (2014c). Coinvolgere adolescenti riluttanti: l’efficacia di un primo incontro familiare. Terapia familiare, 105: 55-75., 10.3280/TF2014-10500DOI: 10.3280/TF2014-10500
  28. Selvini M., Sorrentino A.M. (2010). Riattivare l’attaccamento. In: Onnis L. (a cura
  29. di), Legami che creano, legami che curano. Torino: Bollati Boringhieri.
  30. Selvini M., Sorrentino A.M. (2015). Il contributo della teoria dell’attaccamento alla terapia familiare sistemica. Attaccamento e Sistemi Complessi, 1: 123-136.
  31. Selvini Palazzoli M., Cirillo S., Selvini M., Sorrentino A.M. (1998). Ragazze anoressiche e bulimiche. Milano: Raffaello Cortina.
  32. Sorrentino A.M. (2008). Il genogramma come strumento grafico per ipotizzare il funzionamento mentale del paziente. Terapia familiare, 88: 59-91., 10.1400/11378DOI: 10.1400/11378
  33. Ugazio V. (1998). Storie permesse, storie proibite. Polarità semantiche familiari e psicopatologie. Torino: Bollati Boringhieri.
  34. Viaro M., Peruzzi P. (2004). Identikit di una terapia individuale sistemica. Terapia familiare, 75: 93-100., 10.1400/6931DOI: 10.1400/6931
  35. Yalom I.D. (2014). The gift of therapy. New York: Harper Collins (trad. it.: Il dono della terapia. Vicenza: Neri Pozza Editore, 2014).

Maria Borella, in "TERAPIA FAMILIARE" 110/2016, pp. 57-75, DOI:10.3280/TF2016-110005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche