Clicca qui per scaricare

Il legame, spazio creativo tra chi è "altro"
Titolo Rivista: INTERAZIONI 
Autori/Curatori: Sonia Kleiman 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  8 P. 28-35 Dimensione file:  132 KB
DOI:  10.3280/INT2016-002004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Da oltre quarant’anni in Argentina si sta lavorando ad un approccio psicoanalitico del concetto di legame (vinculo), ispirato dagli sviluppi teorico-clinici portati avanti da Isidoro Berenstein e Janine Puget. Questa prospettiva introduce nella teoria psicoanalitica alcune formulazioni che non vi erano incluse precedentemente né erano state ancora sviluppate e richiede un collegamento con altre discipline, quali la filosofia, l’antropologia e la storia della soggettività contemporanea. Questo lavoro ha comportato la decostruzione, riformulazione e invenzione di alcuni concetti, non soltanto riferiti alle relazioni e ai legami nelle famiglie e nelle coppie, ma a quello che è stato specificamente definito lo vincular (il legame). Questo termine descrive il lavoro che i soggetti compiono nel contesto delle relazioni, poiché per creare un legame con gli altri dobbiamo fare qualcosa con i cambiamenti determinati dalla loro presenza. Questo "fare" non è prevedibile ed è sempre sul punto di accadere, malgrado spesso sia già accaduto in precedenza. Lo stesso vale per ciascuna seduta terapeutica, indipendentemente dal fatto che si tratti della prima, della seconda o della terza. Non siamo in grado di prevedere che cosa accadrà in questa seduta o nella successiva, e nemmeno quale sarà la prossima idea espressa dal nostro paziente.


Keywords: Legame, lo vincular, tra, altro, diventare.

  1. Agamben G. (2007). Profanations (trans. Jeff Fort). New York: Zone Books.
  2. Berenstein I. (2004). Devenir otro con otros. Buenos Aires: Editorial Paidós.
  3. Berenstein I. (2006). Especificidad del Psicoanálisis de los vínculos familiares. Borde entre teoría vincular y Psicoanálisis. Conferencia. Buenos Aires: Asociación Argentina de Psicoanálisis de Pareja y Grupos.
  4. Berenstein I. (2007). Del ser al hacer, Curso sobre vincularidad. Buenos Aires: Paidos.
  5. Berenstein I., Puget J. (1997). Lo Vincular. Buenos Aires: Paidos.
  6. Borges J.L. (1951). Kafka and his precursors. In: J.E. Irby, D.A. Yates (Eds.). Labyrinths: Selected Stories and Other Writings (trans. J. E. Irby.). London: Penguin, 1970.
  7. Greenberg J. (2012). Commentary on José Bleger’s Theory and practice in psycho- analysis: psychoanalytic praxis. International Journal of Psychoanalysis, 93(4): 1005-1016.
  8. Ionesco E. (1950). The Bald Soprano. In: E. Ionesco, The Bald Soprano and Other Plays (trans. D. M. Allen). New York: Grove Press, 1994.
  9. Moreno J. (2014). La clínica de la vincularidad. Conferencia. San Pablo: Sociedad Psicoanalitica de San Pablo.
  10. Puget J. (2015). Subjetivación discontinua y psicoanálisis. Incertidumbre y Certezas. Buenos Aires: Lugar.
  11. Winnicott D.W. (1951). Transitional objects and transitional phenomena. In: D.W. Winnicott, Through Paediatrics to Psycho-Analysis. London: Hogarth. 1975. [Trad. it. Oggetti transizionali e fenomeni transizionali. In: D.W. Winnicott, Dalla Pediatria alla Psicoanalisi. Firenze: Martinelli].

Sonia Kleiman, in "INTERAZIONI" 2/2016, pp. 28-35, DOI:10.3280/INT2016-002004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche