Clicca qui per scaricare

La questione del legame e del transfert nell’interferenza fra tre spazi psichici
Titolo Rivista: INTERAZIONI 
Autori/Curatori: René Kaes 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  13 P. 105-117 Dimensione file:  196 KB
DOI:  10.3280/INT2016-002010
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Questo articolo propone un quadro d’insieme della ricerca portata avanti dall’autore e focalizzata sull’articolazione fra la cura psicoanalitica individuale, il lavoro psicoanalitico nei dispositivi di gruppo e la supervisione delle équipes curanti delle istituzioni psichiatriche che si trovano in difficoltà. Suo obiettivo fondamentale è di offrire un contributo alla conoscenza di aspetti specifici e intrecciati della realtà psichica inconscia in tutti questi ambiti. Dopo aver definito le caratteristiche del lavoro psicoanalitico nei setting di gruppo, l’autore propone la sua ipotesi principale: nei gruppi non c’è un unico spazio di realtà psichica (quello del gruppo come insieme), ma tre. Il primo è quello del "soggetto singolo nel gruppo"; il secondo è quello dei "legami intersoggettivi" che i soggetti contraggono quando incontrano un altro o più di un altro all’interno del gruppo; il terzo è quello dell’"insieme" che i soggetti sviluppano e di cui sono parte, modellandolo ed essendone modellati. L’autore presenta, inoltre, sia i modelli teorici e clinici che ha elaborato, sia i concetti ad essi inerenti: in particolare, i modelli dell’apparato psichico di gruppo, del gruppo interno e della "gruppalità" psichica. Vengono, infine, descritti gli elementi che costituiscono la teoria del legame, basata sulla specificità del transfert e il concetto di alleanza inconscia.


Keywords: Teoria psicoanalitica dei gruppi, apparato psichico gruppale, spazi psichici interferenti, "gruppalità" psichica, gruppo interno, alleanze inconsce, specificità del transfert.

  1. Anzieu D. (1975). Il gruppo e l’inconscio. Roma: Borla, 1996.
  2. Aulagnier P. (1975). La violenza dell’interpretazione. Dal pittogramma all’enunciato. Roma: Borla, 1994.
  3. Freud S. (1895). Studi sull’isteria. OSF, vol. 1. Torino: Bollati Boringhieri.
  4. Freud S. (1912-1913). Totem e tabù. OSF, vol. 7. Torino: Bollati Boringhieri.
  5. Freud S. (1921). Psicologia delle masse e analisi dell’Io. OSF, vol. 9. Torino: Bollati Boringhieri.
  6. Kaës R. (1976). L’apparato psichico dei gruppi. Roma: Armando, 1996
  7. Kaës R. (1989). Le pacte dénégatif dans les ensembles trans-subjectifs. In: A. Missenard, G. Rosolato, J. Guillaumin (Eds.), Le négatif, figures et modalités. Paris: Dunod.
  8. Kaës R. (1993). Il gruppo e il soggetto del gruppo. Roma: Borla, 2000.
  9. Kaës R. (1994). La parola e il legame. Processi associativi nei gruppi. Roma: Borla, 1996.
  10. Kaës R. (2007). Un Singolare Plurale. Quali aspetti dell’approccio psicoanalitico
 dei gruppi riguardano gli psicoanalisti? Roma: Borla.
  11. Kaës R. (2005). Pour inscrire la question du lien dans la psychanalyse. Le Divan Familial, 15: 73-94.
  12. Kaës R. (2009). Le alleanze inconsce. Roma: Borla, 2010.
  13. Kaës R. (2015). L’Extension de la psychanalyse. Pour une métapsychologie de troisième type. Paris: Dunod.
  14. Napolitani D. (1987). Individualità e gruppalità. Torino: Boringhieri.
  15. Pichon-Rivière E. (1978). El concepto de Portavoz. Temas de Psicologia Social, 2: 11-20.
  16. Ruffiot A. (1981). Le groupe-famille en analyse. L’appareil psychique familial. In: A. Ruffiot, A. Eiguer (Eds.), La thérapie familiale psychanalytique. Paris: Dunod.

René Kaes, in "INTERAZIONI" 2/2016, pp. 105-117, DOI:10.3280/INT2016-002010

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche