Clicca qui per scaricare

Quando la cultura entra nell’aula giudiziaria: uno studio sulle argomentazioni dei giudici italiani
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL DIRITTO  
Autori/Curatori: Paola Pannia 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  30 P. 133-162 Dimensione file:  330 KB
DOI:  10.3280/SD2016-003007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Recentemente, la problematica dei "reati culturalmente motivati" è sempre più al centro di un vivace dibattito dottrinario. Gli studiosi finora si sono chiesti principalmente se fosse legittimo o meno attribuire rilievo giuridico alla cultura del soggetto autore del reato, quali fossero i limiti di questo riconoscimento e gli strumenti con cui attribuirlo. Ma qual è la risposta giudiziale al fenomeno? Come rispondono concretamente i giudici dinanzi all’istanza di riconoscimento culturale avanzata dall’imputato appartenente ad una minoranza culturale? Il presente contributo risponde a queste domande richiamando i risultati di uno studio empirico condotto su un campione di 68 casi italiani relativi a fattispecie di reati culturali. Ciò che emerge è una risposta giudiziale (e non solo) talvolta vaga e approssimativa, che tradisce le lacune della formazione giuridica (specialistica e non) in punto di gestione della diversità culturale.


Keywords: Multiculturalismo - Ragionamento giudiziale - Reati culturalmente motivati - Formazione giuridica

  1. Basile, Fabio, 2010. Immigrazione e reati culturalmente motivati. Milano: Giuffrè.
  2. Bateson, Gregory, [1991]1997. A Sacred Unity: Further Steps to an Ecology of Mind. Tr. it. Una sacra unità. Altri passi verso un’ecologia della mente. Milano: Adelphi.
  3. Benhabib, Seyla, [2002]2005. The Claims of Culture: Equality and Diversity in the Global Era. Tr. it. La rivendicazione dell’identità culturale. Eguaglianza e diversità nell’era globale. Bologna: il Mulino.
  4. Bernardi, Alessandro, 2010. Il fattore culturale nel diritto penale. Torino: Giappichelli.
  5. Catelani, Elisabetta, & Elettra Stradella, 2014. Equal Opportunities and Legal Education: A Mainstream Perspective. European Journal of Legal Studies, 7, 2: 180-213.
  6. Chiu, Elaine Marie, 2006. Culture as Justification Not Excuse. American Criminal Law Review, 43, 4: 1317-1374.
  7. De Maglie, Cristina, 2010. I reati culturalmente motivati. Pisa: Edizioni ETS.
  8. Dolcini, Emilio, 1985. Potere discrezionale (dir. proc. pen.). In Enciclopedia del diritto, XXXIV: 744-769.
  9. Dundes Renteln, Alison, 2004. The Cultural Defense. Oxford: Oxford University Press.
  10. Ferlito, Salvatore, 2012. Le religioni, il giurista e l’antropologo. Soveria Mannelli: Rubettino.
  11. Fiandaca, Giovanni, 2014. Sul bene giuridico. Un consuntivo critico. Torino: Giappichelli.
  12. Foblets, Marie Claire, & Alison Dundes Renteln, 2009. Multicultural Jurisprudence. Comparative Perspectives on the Cultural Defense. Oxford: Bloomsbury.
  13. Geertz, Clifford, [1973]1998. The Interpretation of Culture: Selected Essays. Tr. it. Interpretazione di culture. Bologna: il Mulino.
  14. Lanza, Luigi, 2009. La motivazione della sentenza penale: decidere, scrivere, argomentare. Incontro di studio sul tema: “La motivazione della sentenza penale”. Roma, 14-16 settembre.
  15. Massa, Teresa, 1993. L’attività cognitiva del giudice e il pregiudizio di genere. Questione giustizia, 3: 659-666., 10.3280/QG2013-005001DOI: 10.3280/QG2013-005001
  16. McEwan, Ian, 2014. The Law versus Religious Belief. Tr. it. Legge e religione. Internazionale, 26 settembre: 96-101.
  17. Pannia, Paola, 2014. Grammatica di un’esclusione: i Rom sotto processo. Studi sulla questione criminale, 9, 1-2: 121-136., 10.7383/80027DOI: 10.7383/80027
  18. 2015, Cultura e processo. Quale rilievo per i “reati culturali” nel processo penale? Tesi di dottorato.
  19. Parisi, Francesco, 2010. Cultura dell’“altro” e diritto penale. Torino: Giappichelli.
  20. Pascuzzi, Giovanni, 2013. Giuristi si diventa. Bologna: il Mulino.
  21. Phillips, Anne, 2007. Multiculturalism without Culture. Princeton: Princeton University Press.
  22. Rao, Balagangadhara, 2012. Reconceptualizing India Studies. New Delhi: Oxford University Press.
  23. Ricca, Mario, 2014. Delitti d’ignoranza. Migrazioni, traduzione interculturale e categorizzazione dell’azione criminosa. Rassegna italiana di criminologia, 2: 128-139.
  24. Rivera, Anna Maria, 2001. Cultura. In René Gallissot, Mondher Kilani, & Anna Maria Rivera (a cura di), L’imbroglio etnico. Bari: Edizioni Dedalo.
  25. Ruggiu, Ilenia, 2012. Il giudice antropologo. Milano: FrancoAngeli.
  26. Sagiv, Masua, 2015. Cultural Bias in Judicial Decision Making. Boston College Journal of Law & Social Justice, 35: 229-258.
  27. Taruffo, Michele, 1975. La motivazione nella sentenza civile. Padova: Cedam.
  28. Van Broeck, Jeroen, 2001. Cultural Defence and Culturally Motivated Crimes. European Journal of Crime. Criminal Law and Criminal Justice, 9, 1: 1-31.
  29. Volpp, Leti, 1996. Talking “Culture”: Gender, Race, Nation and the Politics of Multiculturalism. Columbia Law Review, 96: 1573-1617.



  1. Laura Scudieri, Dalla Cultural Defense al "test culturale": luci e (soprattutto) ombre del dibattito italiano in SOCIOLOGIA DEL DIRITTO 1/2018 pp. 125, DOI: 10.3280/SD2018-001006

Paola Pannia, in "SOCIOLOGIA DEL DIRITTO " 3/2016, pp. 133-162, DOI:10.3280/SD2016-003007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche