Clicca qui per scaricare

La psicoterapia come arte/scienza della gestione dei processi nei sistemi complessi
Titolo Rivista: PSICOBIETTIVO 
Autori/Curatori: Marco Bianciardi 
Anno di pubblicazione:  2017 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  13 P. 55-67 Dimensione file:  706 KB
DOI:  10.3280/PSOB2017-001004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’autore affronta la questione dell’intendere la pratica clinica in psicoterapia come scienza o come arte a partire da una breve esposizione dei punti salienti che caratterizzano a suo parere l’attuale consapevolezza epistemologica. L’incontro psicoterapeutico viene quindi letto, alla luce di tali presupposti, come un processo di reciproca conoscenza che crea un sistema relazionale in evoluzione ove ciascuno è creatore e creatura del processo in corso. Ciò permette di intendere la psicoterapia come arte della gestione e del cambiamento dei sistemi complessi e ricorsivi. La psicoterapia è arte, e quindi è scienza (cibernetica); ovvero: la psicoterapia è scienza (cibernetica), e quindi è arte.


Keywords: Epistemologia; processo; cibernetica; complessità; riflessività; ricorsività.

  1. Bateson G. (1972) Verso un’ecologia della mente, Adelphi, Milano, 1976
  2. Bianciardi M. (1998) “Complessità del concetto di contesto”, Connessioni Nuova Serie, 3: 29-45
  3. Bianciardi M. (2011) “La soggettività cibernetica come processualità”, Riflessioni sistemiche, 5: 13-23. --Testo disponibile al sito: http://www.aiems.eu
  4. Bianciardi M. (2013) “Da Bateson a Varela. Il filo rosso dell’epistemologia del ’900”, Connessioni Nuova Serie, 30: 47-60
  5. Bianciardi M. (2016) “Le radici epistemologiche di una pratica collaborativa nelle pratiche sociali”, Riflessioni sistemiche, 14: 6-16. --Testo disponibile al sito: http://www.aiems.eu
  6. Bianciardi M., Bertrando P. (2002) “Terapia etica. Una proposta per l’epoca postmoderna”, Terapia Familiare, 69: 5-26
  7. Bianciardi M., Galvez F. (a cura di) (2012) Psicoterapia come Etica. Condizione postmoderna e responsabilità clinica, Antigone, Torino
  8. Bianciardi M., Telfener U. (2014) Ricorsività in psicoterapia, Bollati Boringhieri, Torino
  9. Bocchi G., Ceruti M. (1981) Disordine e costruzione, Feltrinelli, Milano
  10. Bocchi G., Ceruti M. (a cura di) (1985) La sfida della complessità, Feltrinelli, Milano
  11. Boscolo L., Bertrando P. (1993) I tempi del tempo, Bollati Boringhieri, Torino
  12. Cecchin G., Lane G., Ray W.A. (1997) Verità e pregiudizi, Raffaello Cortina, Milano
  13. von Foerster H. (1987) Sistemi che osservano, Astrolabio, Roma
  14. Le Moigne J.L. (1999) La Modélisation des systèmes complexes, Dunod, Paris
  15. Madonna G. (2003) La psicoterapia attraverso Bateson. Verso un’estetica della cura, Bollati Boringhieri, Torino
  16. Schön D.A. (1993) Il professionista riflessivo, Dedalo, Bari
  17. Selvini Palazzoli M., Boscolo L., Cecchin G., Prata S. (1975) Paradosso e controparadosso, Feltrinelli, Milano
  18. Telfener U., Casadio L. (2003) Sistemica. Voci e percorsi nella complessità, Bollati Boringhieri, Torino
  19. Varela F.J. (1985) “Complessità del cervello e autonomia del vivente”, in: Bocchi G., Ceruti M. (a cura di), La sfida della complessità, Feltrinelli, Milano
  20. Varela F.J., Thompson E., Rosch E. (1991) The Embodied Mind. Cognitive Science and Human Experience, MIT Press, Cambridge (trad. it.: La via di mezzo della conoscenza, Feltrinelli, Milano, 1992)
  21. White M. (1992) La terapia come narrazione, Astrolabio, Roma

Marco Bianciardi, in "PSICOBIETTIVO" 1/2017, pp. 55-67, DOI:10.3280/PSOB2017-001004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche