Clicca qui per scaricare

L’eterogeneità spaziale nello sviluppo locale in Italia: un’analisi basata sulla costruzione di un indicatore sintetico
Titolo Rivista: RIVISTA DI ECONOMIA E STATISTICA DEL TERRITORIO 
Autori/Curatori: M. Simona Andreano, Roberto Benedetti, Andrea Mazzitelli 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  19 P. 9-27 Dimensione file:  361 KB
DOI:  10.3280/REST2016-003002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il presente lavoro si propone di costruire un indicatore sintetico per l’analisi dello sviluppo locale, seguendo l’impostazione di Jevons. Tale indicatore viene costruito partendo dalla sintesi due indicatori elementari: il primo riferito alle componenti virtuose dello sviluppo e il secondo basato sui fattori critici. L’indice è stato applicato sulle province italiane, con dati rilevati a livello NUTS 3 per l’anno 2014. I risultati mostrano la presenza di comportamenti territoriali differenziati a livello locale. Su tale base si è provveduto, analizzando la dipendenza spaziale globale e locale, di individuare cluster spaziali differenziati, per comportamenti hot spot e cold spot.


Keywords: Sviluppo locale, indicatore sintetico, eterogeneità spaziale, dipendenza spaziale, NUTS 3 data
Jel Code: C01; C14; C21; C36; C52; O47.

  1. Aiello F., Attanasio M. (2004), How to transform a Batch of Simple Indicators to make up a Unique One?, Atti della XLII Riunione scientifica della Società italiana di statistica. Padova: CLEUP.
  2. Anselin L. (1995), Local Indicators of Spatial Association – LISA, Geographical Analysis, 27, pp. 93-115.
  3. Banca d’Italia (2014), Base Dati Statistica, ex Base Informativa Pubblica online.
  4. Brunini C., Messina A., Paradisi F. (2002), L’infrastrutturazione delle province italiane: metodi e sperimentazione, VI Conferenza nazionale di statistica, Roma.
  5. Cartone A., Postiglione P. (2016), Le componenti principali pesate geograficamente per la definizione di indicatori compositi locali, Rivista di Economia e Statistica del Territorio, 1, pp. 33-52.
  6. Chiarvesio M., Micelli M. (2007), Oltre il distretto come sistema: le strategie delle imprese fra locale e globale, in F. Guelpa, S. Micelli S. (a cura di), I distretti industriali del terzo millennio. Bologna: il Mulino.
  7. Cortese P., Mazzitelli A., Dickson M.M., Espa G., Giusti G., Martone C. (2015), I fenomeni illegali e la sicurezza percepita all’interno del sistema economico italiano. Roma: Unioncamere.
  8. Diewert W.E. (1976), Exact and Superlative Index Numbers, Journal of Econometrics, 4, pp. 115-145.
  9. Diewert W.E. (1995), Axiomatic and Economic Approaches to Elementary Price Indexes, NBER Working Papers n. 5104, Cambridge.
  10. Diewert W.E. (2004), Elementary Indices, in Consumer Price Index Manual: Theory and Practice, Geneva: International Labour Organization, chap. 20.
  11. Durlauf S., Johnson P.A. (1995), Multiple Regimes and Cross-country Behaviour, Journal of Applied Econometrics, 10, pp. 365-384.
  12. Eichhorn W., Voeller J. (1976), Theory of Price Index: Fisher’s Test Approach and Generalizations, in Lectures Notes in Economics and Mathematical Systems. Berlin: Springer-Verlag.
  13. Foresti G., Trenti S. (2007), I distretti in trasformazione: nuovi mercati, internazionalizzazione e l’emergere di leadership, in F. Guelpa, S. Micelli S. (a cura di), I distretti industriali del terzo millennio. Bologna: il Mulino.
  14. Getis A., Ord J.K. (1992), The Analysis of Spatial Association by Use of Distance Statistics, Geographical Analysis, 24, pp. 189-206.
  15. ISTAT (2014), Delitti denunciati dalle forze di polizia all’autorità giudiziaria.
  16. ISTAT (2015), Rapporto BES 2015.
  17. Martini M. (1992), I numeri indice in un approccio assiomatico. Milano: Giuffrè.
  18. Martini M. (2001), I numeri indice nel tempo e nello spazio. Milano: CUSL.
  19. Massoli P., Mazziotta, M., Pareto, A., Rinaldelli, C. (2013), Metodologie di sintesi sperimentali per i domini del BES, XXXIV Conferenza italiana di Scienze regionali AISRE.
  20. Massoli P., Mazziotta, M., Pareto, A., Rinaldelli, C. (2014), Metodologie di sintesi e analisi del territorio, Giornate della ricerca in ISTAT, 10-11 novembre.
  21. Mazziotta M., Pareto A. (2012), Indici sintetici per confronti spazio-temporali: un’applicazione alla dotazione infrastrutturale, XXIII Conferenza italiana di Scienze regionali.
  22. Moran P. (1948), The Interpretation of Statistical Maps, Journal of Royal Statistical Society Series B, 37, pp. 243-251.
  23. Nardo M., Saisana M., Saltelli A., Hoffman A., Giovannini E. (2005), Handbook of Constructing Composite Indicators: Methodology and User Guide, OECD Statistics Working Papers JT00188147, Paris.
  24. OECD (2008), Handbook on Constructing Composite Indicators. Methodology and User Guide. Paris: OECD Publications.
  25. Panzera D., Postiglione P. (2014), Economic Growth in Italian NUTS 3 Provinces, The Annals of Regional Science, 53, pp. 273-293.
  26. Prasada Rao D. S. (2009), Generalized Eltetö-Köves-Szulc (EKS) and Country-Product-Dummy (CPD): Methods for International Comparisons, in D.S. Prasada Rao (eds.), Purchasing Power Parities of Currencies: Recent Advances in Methods and Applications. Chelthenam (UK): Edward Elgar, pp. 86-120.
  27. UNDP (2015), Technical Notes, Human Development Report.
  28. World Bank (2009), World Development Indicators. Washington DC: World Bank.
  29. Zani S. (1993), Metodi statistici per le analisi territoriali. Milano: FrancoAngeli.

M. Simona Andreano, Roberto Benedetti, Andrea Mazzitelli, in "RIVISTA DI ECONOMIA E STATISTICA DEL TERRITORIO" 3/2016, pp. 9-27, DOI:10.3280/REST2016-003002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche