Clicca qui per scaricare

Un padre in terapia
Titolo Rivista: TERAPIA FAMILIARE. Rivista interdisciplinare di ricerca ed intervento relazionale 
Autori/Curatori: Corrado Pontalti, Annamaria Di Gioia, Massimiliano Pomponi 
Anno di pubblicazione:  2017 Fascicolo: 113 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  18 P. 143-160 Dimensione file:  115 KB
DOI:  10.3280/TF2017-113009
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


In questo lavoro viene raccontato il progetto terapeutico a partire da un gravissimo quadro psicopatologico ossessivo-compulsivo di un giovane adulto. Il trattamento è stato possibile con il coinvolgimento intenso del padre. Il paradigma di riferimento è la psicoterapia multipersonale che prevede un lungo lavoro psicoterapeutico in setting mobili con il paziente da solo, con il padre da solo, con padre e paziente assieme con due professionisti che garantiscano le dimensioni gruppali e familiari del campo psicoterapeutico. L’obiettivo è quello di pensare il padre come "persona", portatore di una storia di vita che rende significativo il suo esistere, appunto, come persona e come organizzatore della vita mentale dei figli. Quindi il focus è stato non sulle funzioni o ruoli paterni ma sull’elaborazione assieme al figlio del dramma tragico che ha bloccato la sua vita, la loro vita. La psicoterapia ha permesso quella coevoluzione mentale che ha risanato ampiamente il quadro psicopatologico e ha mobilizzato la speranza e la competenza per nuovi percorsi di esistenza.


Keywords: Disturbo ossessivo-compulsivo, psicoterapia multipersonale, setting mobili, padre come persona e non come ruolo, morte, co-evoluzione padre-figlio.

  1. Andolfi M. (1978). La terapia con la famiglia. Un approccio relazionale Roma: Astrolabio.
  2. Andolfi M. (2015). La terapia familiare multi generazionale. Strumenti e risorse del terapeuta. Milano: Raffaello Cortina.
  3. Ballerini A. (2005). Caduto da una stella – Figure della identità nella psicosi. Roma: Giovanni Fioriti.
  4. Ballerini A. (2006). L’autismo tra nosografia e condizione umana. In: Ballerini A., Barale F., Ucelli S., Gallese V. (a cura di), Autismo. L’umanità nascosta. Torino: Einaudi.
  5. Ballerini A. (2008). Psicopatologia fenomenologica e psicoterapia. Lezione VIII Corso residenziale di Psicopatologia Fenomenologica. Figline Valdarno.
  6. Binswager L. (1957). La psichiatria come scienza dell’uomo (trad. it:. Firenze: Ponte alle Grazie, 1992).
  7. Borgna E. (1997). Le figure dell’ansia. Milano: Feltrinelli.
  8. Buonanno A. (2016). Immagini e luoghi del tempo del trauma. Relazione a un Seminario della Società Psicoanalitica Italiana.
  9. Callieri B. (1995). Psicopatologia antropologica del vissuto corporeo. Attual. in Psicol., 10: 167.
  10. Callieri B. (2005). La prospettiva fenomenologica come presupposto all’incontro psicoterapeutico. Lezione al V Corso residenziale di Psicopatologia Fenomenologica, Figline Valdarno.
  11. Callieri B. (2011). Antropologia e psichiatria: dall’oggettività del “caso” all’esperienza di rapporto e di incontro con la persona, Formazione Psichiatrica e Scienze Umane, 32, 1: 5-12.
  12. Cigoli V. (2012). Il viaggio iniziatico. Clinica dei corpi familiari. Milano: FrancoAngeli.
  13. Del Lungo A., Pontalti C. (a cura di) (1986). Riscoprire il Padre. Spunti di riflessione per una teoria e una prassi. Roma: Borla.
  14. Dickens C. (1861). Great Expectations (trad. it.: Grandi Speranze, Milano: Bur, 1955).
  15. Di Petta G. (2008). Psicoterapia fenomenologica. Lezione all’VIII Corso residenziale di Psicopatologia Fenomenologica, Figline Valdarno.
  16. Gebsattel von V.E. (1938). Il mondo dell’anancastico. In: Minkowski E., Gebsattel von V.E., Straus E.W. Antropologia e psicopatologia. Roma: Anicia.
  17. Gozzetti G. (2005). L’Essere Altrove. Seminario al V Corso residenziale di Psicopatologia, Figline Valdarno.
  18. Green A. (1983). La mère morte. Narcissisme de vie, narcissisme de mort. Paris: Éditions de minuit.
  19. Heidegger M. (1927). Essere e tempo (trad. it.: Milano: Longanesi, 1992).
  20. Marzano M. (2015). Papà, mamma e gender. Torino: UTET).
  21. McHale J.P. (2010). La sfida della cogenitorialità. Milano: Raffaello Cortina.
  22. Ogden T.H. (2015). La paura del crollo e la vita non vissuta. Rivista di Psicoanalisi, 61: 5-27.
  23. Pontalti C. (1999a). Padri? Padri nuovi? o semplicemente Persone? Famiglia Oggi, 4: 3-7.
  24. Pontalti C. (1999b). Disturbi di personalità e campi mentali familiari. Disturbo dipendente e contesto. Rivista di Psicoterapia Relazionale, 9: 25-43.
  25. Pontalti C. (2006a). Generatività e clinica – Concepire la persona nella trama dei legami. Studi interdisciplinari sulla famiglia. Milano: Vita e Pensiero.
  26. Pontalti C. (2006b). Prospettiva multipersonale in psicopatologia. Connessione o lacerazione dei contesti di vita? In: Lo Coco G., Lo Verso G. (a cura di), La cura relazionale. Milano: Raffaello Cortina.
  27. Pontalti C. (2007). Etica e psicoterapia. Paradosso o vincolo? Un percorso per la clinica. Terapia Familiare, 83: 21-37.
  28. Scabini E., Cigoli V. (2012). Alla ricerca del famigliare, il modello relazionale-simbolico. Milano: Raffaello Cortina.
  29. Stanghellini G., Ballerini A. (1992). Ossessione e rivelazione. Torino: Bollati Boringhieri.
  30. Straus E. (1948). Sull’ossessione. Uno studio clinico e metodologico (trad. it.: Roma: Giovanni Fioriti, 2006).

Corrado Pontalti, Annamaria Di Gioia, Massimiliano Pomponi, in "TERAPIA FAMILIARE. Rivista interdisciplinare di ricerca ed intervento relazionale" 113/2017, pp. 143-160, DOI:10.3280/TF2017-113009

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche