Click here to download

Journal Title: RICERCA PSICOANALITICA 
Author/s: Tiziano Carbone 
Year:  2017 Issue: Language: Italian 
Pages:  18 Pg. 49-66 FullText PDF:  213 KB
DOI:  10.3280/RPR2017-001005
(DOI is like a bar code for intellectual property: to have more infomation:  clicca qui   and here 


L’autore illustra sinteticamente il pensiero di Edelman secondo il quale la coscienza primaria è un prodotto dell’evoluzione dei sistemi viventi in relazione ad un determinato ecosistema. Secondo la "teoria della selezione dei gruppi neurali" di Edelman, i pattern d’attività neurali sensitivi accoppiati tramite il "rientro" a risposte motorie utili alla sopravvivenza, si stabilizzano dando in tal modo forma a schemi cognitivi capaci di memoria, concettualizzazione ed apprendimento. Con lo stesso meccanismo si auto-organizzano successivamente mappe globali che correlano pattern d’attivazione poli-sensoriali, dando così origine alla coscienza primaria e, tramite un’ulteriore complessificazione, alla coscienza di ordine superiore. Secondo Edelman si riuscirebbe in tal modo a spiegare la continuità tra materia e coscienza, dando solidità scientifica alla definizione della coscienza come "coscienza incarnata". La tesi di questo lavoro è che si possa parlare di continuità tra coscienza primaria e coscienza di ordine superiore in quanto spiegabili dagli stessi meccanismi, mentre il passaggio da processi cognitivi semplici a coscienza primaria, innegabile sul piano fenomenologico, sia ancora semplicemente descritto nel suo accadere dalla teoria dei sistemi complessi - per cui possiamo definire la coscienza primaria come una funzione emergente - ma non ultimamente spiegato. Secondo l’autore la ricaduta clinica di tale posizione teorica comporta una maggiore valorizzazione della dimensione implicita della relazione terapeutica.
Keywords: Complessità, coscienza primaria, coscienza di ordine superiore, Edelman, funzione emergente

  1. Beebe B., Lackmann F.L. (2002). Trad. it.: Infant research e trattamento degli adulti. Un modello sistemico-diadico delle interazioni. Milano: Raffaello Cortina, 2003.
  2. Capra F. (1997). La rete della vita. Milano: Rizzoli.
  3. Carbone T. (2015). Il senso della meraviglia nella teoria dei sistemi complessi. Coscienza primaria e coscienza auto-riflessiva funzioni emergenti dell’io soggetto. Script, rivista online, 23.
  4. Carbone T. (2014). Harry Stack Sullivan e la coda della lucertola: tra “caos famigliare” e “disordine creativo”. La psicosi come negoziazione disfunzionale del bisogno di sicurezza interpersonale. Forum IFPS 2014. Kaunas, Lithuania.
  5. Di Francesco M. (2000). La coscienza. Bari: Giuseppe Laterza & Figli.
  6. Edelman G.M. (1992). Trad. it.: Sulla materia della mente. Milano: Adelphi, 1993.
  7. Edelman G.M., Tononi G. (2000). Trad. it.: Un universo di coscienza. Come la materia diventa immaginazione. Torino: Einaudi.
  8. Edelman G.M. (2007). Trad. it.: Seconda natura. Scienza del cervello e conoscenza umana. Milano: Raffaello Cortina.
  9. Fouts R. (1997). Trad. it.: La scuola delle scimmie. Come ho insegnato a parlare a Washoe. Milano: Arnoldo Mondadori, 1999.
  10. Guitton J., Bogdanov G., Bogdanov I. (1992). Trad. it.: Dio e la Scienza. Verso il meta-realismo. Milano: Bompiani, 2001.
  11. Libet B. (2005). Trad. it.: Mind Time. Il fattore temporale nella coscienza. Milano: Raffaello Cortina, 2007.
  12. Lorenzini A. (2015). Il processo referenziale: cognizione o coscienza incarnata? Ricerca Psicoanalitica, 3.
  13. Minolli M. (2014). Essere e divenire, la sofferenza dell’individualismo. Milano: FrancoAngeli.
  14. Prigogine I. (1997). Trad. it.: La fine delle certezze. Milano: Bollati Boringhieri, 2014.
  15. Salatiello G. (2009). L’autocoscienza tra presenza implicita e riflessione esplicita. Ricerca Psicoanalitica, 1.
  16. Schneider M. (2013). La presenza nella stanza d’analisi. Note sulla relazione in psicologia e psicoanalisi nel tempo della complessità. Milano: Mimesis.
  17. Siegel D.J. (2001). Trad. it.: La mente relazionale. Neurobiologia dell’esperienza interpersonale. Milano: Raffaello Cortina, 2013.
  18. Stern D. (1997). Trad. it.: L’esperienza non formulata. Dalla dissociazione all’immaginazione in psicoanalisi. Pisa: Del Cerro, 2007.
  19. Tronik E. (2008). Trad. it.: Regolazione emotiva nello sviluppo e nel processo terapeutico. Milano: Raffaello Cortina.

Tiziano Carbone, in "RICERCA PSICOANALITICA" 1/2017, pp. 49-66, DOI:10.3280/RPR2017-001005

   

FrancoAngeli is a member of Publishers International Linking Association a not for profit orgasnization wich runs the CrossRef service, enabing links to and from online scholarly content