Clicca qui per scaricare

La genitorialità nel labirinto degli specchi: il lavoro sul sé dello psicoterapeuta come strumento di intervento in psicoterapia familiare con le famiglie adottive
Titolo Rivista: RIVISTA DI PSICOTERAPIA RELAZIONALE  
Autori/Curatori: Cristina Cimmino, Anna Maria Rapone, Francesca Bressi 
Anno di pubblicazione:  2017 Fascicolo: 45 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  24 P. 44-67 Dimensione file:  210 KB
DOI:  10.3280/PR2017-045003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Le autrici, in questo lavoro, affrontano il delicato tema della famiglia adottiva in psicoterapia secondo l’approccio sistemico-relazionale. Nella prima parte vengono affrontati i temi della genitorialità, analizzando in modo particolare la fase del ciclo vitale della famiglia con figli adolescenti, mettendo in evidenza le similitudini e le differenze tra la genitorialità naturale e quella adottiva. Nella seconda parte si evidenziano le peculiarità dello psicoterapeuta sistemico-relazionale, anche attraverso lo strumento della supervisione. Nell’ultima parte viene presentato un caso clinico nel quale si snoda il percorso psicoterapico di una famiglia adottiva con figli adolescenti. Durante il lavoro di supervisione è stato naturale riflettere insieme sul tema della genitorialità, dal punto di vista complesso del sistema "famiglia adottiva/coppia terapeutica/supervisore", da qui il concetto di "labirinto degli specchi" che ha ispirato il titolo. Le autrici, attraverso questo lavoro, intendono condividere con il lettore alcune riflessioni al fine di proporre non solo possibili elementi tecnici di intervento, ma anche una modalità di lavoro in psicoterapia familiare che tenga conto della complessità dei temi emergenti attraverso l’utilizzo del sé del terapeuta.


Keywords: Adolescenza, appartenenza, adozione, famiglia adottiva, genitorialità, individuazione, psicoterapia sistemico-relazionale, sé, supervisione.

  1. Ammanniti M. (1992). La gravidanza tra fantasia e realtà. Roma: Il Pensiero Scientifico.
  2. Attili G. (2007). Attaccamento e costruzione evoluzionistica della mente. Milano: Raffaello Cortina.
  3. Baldascini L. (1999). Le configurazioni spaziali del legame intergenerazionale. In Loriedo C., Solfaroli Camillocci D., Micheli M. (a cura di), Genitori. Individui e relazioni intergenerazionali nella famiglia. Milano: Franco Angeli.
  4. Bateson G. (1976). Verso un'ecologia della mente. Milano: Adelphi.
  5. Bateson G. (1984). Mente e Natura. Milano: Adelphi.
  6. Biancardi M. (1989). L’adolescenza difficile dei bambini adottati. Prospettive assistenziali, n. 87, luglio-settembre.
  7. Bogliolo C. (2012). Dalla scultura alla rappresentazione spaziale della famiglia. Roma: Armando.
  8. Bowlby J. (1976). Attaccamento e perdita. Torino: Bollati Boringhieri.
  9. Bowlby J. (1982). Costruzione e rottura dei legami affettivi. Milano: Raffaello Cortina.
  10. Bowlby J. (1989). Una base sicura. Applicazioni cliniche della teoria dell'attaccamento. Milano: Raffaello Cortina.
  11. Bowen M. (1979). Dalla famiglia all'individuo. La differenziazione de sé nel sistema familiare. Roma: Astrolabio.
  12. Boszormenyi-Nagy I., Spark G.M. (1988). Lealtà invisibili. La reciprocità nella terapia familiare intergenerazionali. Roma: Astrolabio.
  13. Bramanti D., Rosnati R. (1998). Il patto adottivo. Milano: Franco Angeli.
  14. Cardinali F., Guidi G. (1988). Supervisione e Terapia: due processi paralleli. Rivista Terapia Familiare, 26:5-18., 10.1712/1399.15561DOI: 10.1712/1399.15561
  15. De Pascale A., Vella G. (1994). Adolescenza e ciclo vitale della famiglia. In Bassoli F., Mariotti M., Onnis L. (a cura di), L’adolescente e i suoi sistemi, Roma: Kappa.
  16. D’Andrea A. (1999). La coppia adottante. In Andolfi M. (a cura di). La crisi della coppia. Una prospettiva sistemico relazionale. Milano: Raffaello Cortina.
  17. De Bono I. (2012). Dal trauma all’esperienza adottiva. --http://ilpostadozione.org
  18. De Rienzo E., Saccoccio C., Tonizzo F., Viarengo G. (1999). Storie di figli adottivi. L’adozione vista dai protagonisti. Milano: UTET.
  19. Dell’Antonio A., (1986). Le problematiche psicologiche dell’adozione nazionale e internazionale. Milano: Giuffrè.
  20. Dell’Antonio A.M. (1979). Dinamiche depressive e conflittualità con il nucleo di origine in bambini proposti per l'adozione. Neuropsichiatria Infantile, 211-212.
  21. Dell’Antonio A.M., Molina P. (1980). Atteggiamenti ed aspettative di coniugi che desiderano adottare un bambino. Neuropsichiatria infantile, 222-223.
  22. Dell’Antonio A.M. (1986). Le problematiche psicologiche dell'adozione nazionale ed internazionale. Milano: Giuffrè.
  23. Di Giuseppe S. (2002). L’allievo terapeuta e la percezione della dimensione multigenerazionale della Psicoterapia. Rivista di Psicoterapia Relazionale, 16:61-69.
  24. Farri Monaco M., Niro M.T. (1999). Adolescenti e adozione. Un’odissea verso l’identità. Milano: Ermes.
  25. Galimberti U. (1999). Dizionario di Psicologia. Milano: UTET.
  26. Guidi D., Tosi M. (1996). Genitori di bambini adottati: una sfida per costruire il nuovo romanzo famigliare, ovvero una storia famigliare condivisa. In Scabini E., Donati P. (1996). Famiglia e adozione internazionale. Esperienze normative e servizi. Milano: Vita e Pensiero.
  27. Grimaldi S., Maltese A. (1985). Adolescenza e Adozione. Psichiatria dell'infanzia e dell'adolescenza, vol. 52.
  28. Gurman A., Kniskern D. (1995). Manuale di terapia della Famiglia. Torino: Boringhieri.
  29. Kübler-Ross E. (1969). On death and dying, Macmillan. Riedito come On Death and Dying. What the Dying Have to Teach Doctors, Nurses, Clergy and Their Own Families, Taylor & Francis, 40ª ed. 2008.Trad. it.: La morte e il morire, Assisi, Cittadella, 1976. 13ª ed.: 2005.
  30. Lamarque V. (1992). I bambini persi, in Il signore degli spaventati. Firenze: Pegaso.
  31. Lebovici S., Weil-Halpern F. (1994). Perché la psicopatologia del neonato? In Lebovici S., Weil-Halpern F. (a cura di), Psicopatologia della prima infanzia. Torino: Boringhieri.
  32. Lombardi R. (2003). La famiglia adottiva al “banco di prova” dell’adolescenza, specchio che amplifica e confonde. In Percorsi problematici dell’adozione internazionale, Studi e Ricerche, collana della Commissione per le adozioni internazionali. Firenze: Istituto degli Innocenti di Firenze.
  33. Loriedo C., (1978). Terapia relazionale. Le tecniche e i terapeuti. Roma: Astrolabio.
  34. Loriedo C., Picardi A. (2000). Dalla teoria generale dei sistemi alla teoria dell’attaccamento. Percorsi e modelli della psicoterapia sistemico-relazionale. Milano: Franco Angeli.
  35. Loriedo C., Acri F. (2009). Il setting in psicoterapia. Lo scenario dell’incontro terapeutico nei differenti modelli clinici di intervento. Milano: Franco Angeli.
  36. Madanes C. (1987). Per una terapia familiare strategica. Roma: La Nuova Italia Scientifica.
  37. Madonna G. (2003). La psicoterapia attraverso Bateson. Torino: Bollati Boringhieri.
  38. Menning B.E. (1975). The infertile couple: a plan for advocacy. Child Welfare, 54: 454-460.
  39. Minuchin S. (1976). Famiglie e terapia della famiglia. Roma: Astrolabio.
  40. Minuchin S. (1999). Lavorare con le famiglie. Una guida alla psicoterapia della famiglia. Milano: Franco Angeli.
  41. Montagano S., Pazzaglia A. (1989). Il genogramma: teatro di alchimie familiari. Milano: Franco Angeli.
  42. Morin E. (1993). Introduzione al pensiero complesso. Milano: Sperling &Kupfer Editori.
  43. Nissi C. (2011). Il vissuto emotivo dell’adozione. I colloqui di idoneità, le aspettative, l’incontro e l’inserimento del bambino. --http://www.humantrainer.com
  44. Paradiso L. (2007). Stress post adozione e depressione post-adottiva: una distinzione importante. --www.adozionepercorsi.it
  45. Prieur B. (1998). Le fratture del tempo nelle famiglie adottive. Ecologia della mente, 1:21.
  46. Renik O. (2001). Giocare a carte scoperte, il problema della self-disclosure. Ricerca Psicoanalitica, XII:3., 10.3280/RPR2016-00200DOI: 10.3280/RPR2016-00200
  47. Scabini E., Cigoli V. (2000). Il familiare. Legami, simboli e transizioni. Milano: Raffaello Cortina.
  48. Scabini E., Iafrate R. (2003). Psicologia dei legami familiari. Bologna: Il Mulino.
  49. Solfaroli Camillucci D. (2010). Up & down. Solitudine e potere nella coppia. Milano: Franco Angeli.
  50. Sorosky A.D., Baran A., Pannor R. (1984). Adoption Triangle: Sealed or Opened Records: How They Affect Adoptees, Birth Parents, and Adoptive Parents by Arthur D. Sorosky. Anchor Books.
  51. Vadilonga F. (2004). Abbandono e adozione. Terapia Familiare, 74: 67-95.
  52. Vella G. (1994). Adolescenza e relazioni familiari, in Bassoli F., Mariotti M., Onnis L. (a cura di), L’adolescente e i suoi sistemi, Roma: Kappa.
  53. Vinci M., (1999). Genitorialità e relazioni intergenerazionali: normalità e patologia nel percorso di costituzione dell’identità personale. In Loriedo C., Solfaroli Camillocci D., Micheli M. (a cura di). Genitori. Individui e relazioni intergenerazionali nella famiglia. Milano: Franco Angeli.
  54. Watzlawick P., Weakland J.H., Fisch R. (1974). Change. Sulla formazione e la soluzione dei problemi. Roma: Armando.
  55. Winnicott D.W. (1971). La famiglia e lo sviluppo dell'individuo. Roma: Armando.
  56. Whitaker C.A., Bumberry W.M. (1988). Danzando con la famiglia. Un approccio simbolico-esperienziale. Roma: Astrolabio.
  57. Whitaker C.A. (1990). Considerazioni notturne di un terapeuta della famiglia. Roma: Astrolabio.
  58. Whitaker C.A., Malone T. (1998). Le radici della psicoterapia: fondamenti, metodi e tecniche. Milano: Franco Angeli.

Cristina Cimmino, Anna Maria Rapone, Francesca Bressi, in "RIVISTA DI PSICOTERAPIA RELAZIONALE " 45/2017, pp. 44-67, DOI:10.3280/PR2017-045003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche