Tecnoliquidità: nuovi scenari (evolutivi?) per la salute mentale
Titolo Rivista: MODELLI DELLA MENTE 
Autori/Curatori: Tonino Cantelmi, Emiliano Lambiase 
Anno di pubblicazione:  2017 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  0 Dimensione file:  0 KB
DOI:  10.3280/mdm1-2017oa4939
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


In questo lavoro, gli autori hanno voluto analizzare la novità e gli aspetti fondamentali positivi e negativi, di quella che è stata chiamata "Rivoluzione digitale" e della società tecnoliquida, mettendo in luce come queste esaltano e plasmano alcune caratteristiche dell’uomo liquido: il narcisismo, la velocità, l’ambiguità la ricerca di emozioni e il bisogno di infinite relazioni "light". Gli autori si sono concentrati sull’impatto che la Rete detiene sulle cognitive functions, in particolar modo su attenzione, memoria e apprendimento. Rispetto all’apprendimento, studi longitudinali hanno messo in luce come l’utilizzo del computer a scuola determini un calo dei risultati sia nella scrittura che nella lettura non dando la possibilità all’alunno di stimolare tracce mnemotecniche motorie che si attivano nella percezione della lettura e che ne facilitano il riconoscimento visivo. Inoltre vengono brevemente descritte le manifestazioni patologiche conseguenti all’eccessivo utilizzo della tecnologia digitale: ansia, depressione, fobie sociali, insonnia ed altre.Parole chiave: rivoluzione digitale, cognitive functions, psicopatologia


Keywords: rivoluzione digitale, cognitive functions, psicopatologia

Tonino Cantelmi, Emiliano Lambiase, in "MODELLI DELLA MENTE" 1/2017, pp. , DOI:10.3280/mdm1-2017oa4939

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche