Clicca qui per scaricare

Padri e figlie. Riflessioni sul ruolo del padre nella terapia familiare con pazienti anoressiche e bulimiche
Titolo Rivista: TERAPIA FAMILIARE 
Autori/Curatori:  
Anno di pubblicazione:  2017 Fascicolo: 114 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  24 P. 37-60 Dimensione file:  229 KB
DOI:  10.3280/TF2017-114003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il presente articolo riporta i risultati dello studio nato nell’ambito delle riflessioni collettive dei soci dei Centri Mara Selvini, allo scopo di indagare quando e come il padre sia risorsa terapeutica. I dati provengono dalle équipe dei Centri e riguardano 75 casi conclusi con pazienti femmine anoressiche e bulimiche. I risultati confermano l’importanza cruciale del coinvolgimento del padre nella terapia. Sono emersi alcuni fattori significativamente associati all’esito positivo del trattamento: la consapevolezza paterna della sofferenza psicologica della figlia e della connessione tra sofferenza e sistema di relazioni/problematiche familiari; la presenza di un padre up, piuttosto che padre debole e timoroso dei conflitti; essere un padre con uno stile di attaccamento organizzato. Se coinvolti positivamente nella terapia, questi padri possono diventare capaci di riconoscimento e attribuzione di valore alla figlia, permettendole di differenziarsi e individuarsi. Si riconferma fondamentale la capacità del terapeuta di modulare l’intervento a partire dallo stile relazionale e dal background culturale del padre.


Keywords: Ruolo del padre, anoressia, bulimia, "nuovi padri", opinioni e atteggiamenti del padre, conduzione del terapeuta

  1. Benasayag M., Schmit G. (2005). L’epoca delle passioni tristi. Milano: Feltrinelli.
  2. Cirillo S. (2013). Autonomia e dipendenza: due termini che si oppongono? Terapia Familiare, 102: 15-34., 10.3280/TF2013-10200DOI: 10.3280/TF2013-10200
  3. Fornari F. (1988). La vita affettiva originaria del bambino. Milano: Feltrinelli.
  4. Gambini P., Messina E. (2007). L’emancipazione dell’adolescente dalla famiglia affettiva. Una ricerca a partire dalle convinzioni di efficacia filiale e genitoriale. Terapia Familiare, 85: 41-57., 10.1400/9424DOI: 10.1400/9424
  5. Pietropolli Charmet G. (2000). I nuovi adolescenti. Milano: Raffaello Cortina.
  6. Recalcati M. (2011). Cosa resta del padre?. Milano: Raffaello Cortina.
  7. Scabini E., Iafrate R. (2003). Psicologia dei legami familiari. Bologna: Il Mulino
  8. Schelotto G. (2005). Ti ricordi, papà? Milano: Arnoldo Mondadori.
  9. Selvini M. (2000). Vecchi e nuovi padri. Ecologia della Mente, 2: 145-163.
  10. Selvini M. (2008). Undici tipi di personalità. L’integrazione della diagnosi di personalità nel pensiero sistemico complesso. Ecologia della Mente, 1: 29-55., 10.1712/510.610DOI: 10.1712/510.610
  11. Selvini M. (2014). Verso un modello evolutivo individuale/sistemico dei disturbi della personalità. Psicobiettivo, 2: 46-58., 10.3280/PSOB2014-00200DOI: 10.3280/PSOB2014-00200
  12. Selvini Palazzoli M., Cirillo S., Sorrentino A.M. (1998). Ragazze anoressiche e bulimiche. Milano: Raffaello Cortina.

, in "TERAPIA FAMILIARE" 114/2017, pp. 37-60, DOI:10.3280/TF2017-114003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche