Clicca qui per scaricare

La paranoia nel cinema (seconda parte)
Titolo Rivista: PSICOBIETTIVO 
Autori/Curatori: Giorgio Villa 
Anno di pubblicazione:  2017 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  10 P. 145-154 Dimensione file:  104 KB
DOI:  10.3280/PSOB2017-002011
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Roman Polanski ha espresso una particolare sensibilità per le "atmosfere paranoiche" ed è un grande maestro del cosiddetto thriller psicoanalitico sin dal film Repulsion del 1965, ma soprattutto ne L’inquilino del terzo piano (1976). Il cinema rende mirabilmente il senso di estraneità dell’esistenza grazie alla sua capacità di mettere in evidenza particolari in apparenza irrilevanti, ma tali da comunicare un sottile disagio. Il regista esplora anche il rapporto fra paranormale e paranoia nel film Rosemary’s Baby (1968); d’altra parte anche Stanley Kubrick nel suo capolavoro Shining esplora questo stesso tema. Il tema dello sdoppiamento della personalità compare in film quali Fight Club (1999) e Lenny (1974), ma assume un aspetto ancor più visionario e "distopico" in Videodrome (1983) e eXistenz (1999) entrambi del regista canadese David Cronenberg. Il tema della paranoia si accompagna ai temi cari alla letteratura fantascientifica in film quali: L’invasione degli ultracorpi (1956), 2001: Odissea nello spazio (1968), Brazil (1985), Gattaca (1997) e Matrix (1999) nei quali è adombrato spesso il tema del rapporto fra dittatura e libertà.


Keywords: Paranoia; cinema; sdoppiamento della personalità; paranormale; fantascienza.

  1. Carpentier A. (1974) Il ricorso del metodo, Editori Riuniti, Roma, 1976
  2. Cavazzoni E. (1987) Il poema dei lunatici, Bollati Boringhieri, Torino
  3. Jung C.G. (2009) Il Libro Rosso, Bollati Boringhieri, Torino, 2010
  4. Marquez G.G. (1975) L’autunno del patriarca, Feltrinelli, Milano

Giorgio Villa, in "PSICOBIETTIVO" 2/2017, pp. 145-154, DOI:10.3280/PSOB2017-002011

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche