Clicca qui per scaricare

Senza imperio né violenza. I Ranuzzi e l’amministrazione dei Bagni di Porretta, feudo papale nello Stato della Chiesa (sec. XVII)
Titolo Rivista: CHEIRON 
Autori/Curatori: Stefano Calonaci 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  31 P. 229-259 Dimensione file:  222 KB
DOI:  10.3280/CHE2016-002010
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il saggio indaga forme e prassi di governo della famiglia dei bolognesi Ranuzzi nel feudo dei Bagni di Porretta, una contea d’investitura papale ubicata nella Legazione di Bologna. Per i decenni centrali del Seicento, arco di tempo qui privilegiato, si segnala un delicato equilibrio istituzionale tra l’integrazione amministrativa del feudo nel tessuto dello Stato della Chiesa e l’effettiva autonomia del governo signorile. Questo avviene non solo in relazione alle autorità ecclesiastiche territoriali di riferimento ma anche del locale Reggimento di Bologna. Più del Legato o dei vari tribunali romani, il Senato cittadino continua a rimanere il principale e più immediato interlocutore istituzionale dei conti. All’interno di un’indagine modulata sulla storia sociale, la ricerca definisce il quadro di una giurisdizione feudale tollerante, ormai armonizzata con le circoscrizioni territoriali periferiche. Allo stesso tempo il potere dei conti appare dotato ancora di forte autonomia, sia nella prassi di governo che nell’amministrazione della giustizia, mantenuta proprio in virtù della disponibilità dei feudatari ad accettare le superiori esigenze del potere romano.


Keywords: Ranuzzi; feudo; giustizia signorile; Legazione di Bologna; Porretta; Stato della Chiesa

Stefano Calonaci, in "CHEIRON" 2/2016, pp. 229-259, DOI:10.3280/CHE2016-002010

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche