Clicca qui per scaricare

Un quartiere o una contrada come matrice
Titolo Rivista: INTERAZIONI 
Autori/Curatori: Luigi Boccanegra 
Anno di pubblicazione:  2018 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  15 P. 46-60 Dimensione file:  161 KB
DOI:  10.3280/INT2018-001004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’autore suggerisce l’importanza di ricondurre i concetti teorici usati abitualmente nella clinica alla gestualità originaria di natura senso-motoria (ecoprassie) che si riscontra sia nelle personificazioni oniriche che nella plasticità delle pratiche artigianali. Dopo la "svolta linguistica", queste trovano un adeguato riconoscimento in quella che dai filosofi del linguaggio viene definita la "grammatica del linguaggio ordinario" (Wittgenstein, Austin, Cavell) e in modo particolare nella poesia di origine dialettale ("i mistieròi", in Andrea Zanzotto). In particolare, sintetizzando la propria esperienza istituzionale esercitata nella "ricostruzione del caso clinico in gruppo" (Rcg), l’autore attribuisce una funzione di assoluto rilievo a quelle che Bion definisce le "personificazioni intercedenti". Esse svolgono una funzione intermediaria di connessione tra il linguaggio del gruppo di lavoro e il lessico familiare, in modo tale che la spontaneità espressiva degli "operatori della salute mentale" venga implementata in entrambi gli ambiti della loro attività.


Keywords: Improvvisazione, jazz, migrazioni, matrice intersoggettiva, personificazioni intercedenti.

  1. Ambrosiano L. (2015). La matrice intersoggettiva. Relazione presentata al Centro Veneto di Psicoanalisi, 21 febbraio 2015.
  2. Austin J.L. (1987). Come fare cose con le parole. Genova: Marietti.
  3. Austin J.L. (1990). Le scuse. In Austin J.L., Saggi filosofici. Milano: Guerini e Associati.
  4. Bailey D. (2010). Improvvisazione. Pisa: ETS.
  5. Baudelaire C. (1861). Lo Spleen di Parigi. Piccoli poemi in prosa. Milano: Garzanti.
  6. Bion W.R. (1963). Gli elementi della psicoanalisi. Roma: Armando, 1973.
  7. Bion W.R. (1967). Analisi degli schizofrenici e metodo psicoanalitico. Roma: Armando, 2009.
  8. Bion W.R. (1970). Attenzione e interpretazione. Roma: Armando, 1973.
  9. Berti Ceroni G. (2013). Tana libero tutti. Storie di vita di un centro di salute mentale. Milano: FrancoAngeli.
  10. Boitani P. (2014). Riconoscere è un dio. Torino: Einaudi.
  11. Bonnefoy Y. (2011). La Belle Dorothée. In Bonnefoy Y., Sous le signe de Baudelaire. Paris: Gallimard.
  12. Bonnefoy Y. (2013). L’autre langue à portée de voix. Paris: Seuil.
  13. Cavell S. (2009). Dire et vouloir dire. Paris: Les Editions Du Cerf.
  14. Corominas J. (1993). Psicopatologia e sviluppi arcaici. Roma: Borla.
  15. Correale A. (2001) Borderline. Lo sfondo psichico naturale. Introduzione di L. Boccanegra. Roma: Borla.
  16. Davidson A. (2010). Improvvisazione come pratica filosofica. In Bailey D., Improvvisazione. Pisa: ETS.
  17. De Romilly J. (1998). Le trésor des savoirs oubliés. Paris: Editions de Fallois.
  18. Di Benedetto A. (2004). Presentire l’inconscio. In Bria P., Oneroso F. (a cura di), La bi-logica fra mito e letteratura. Milano: FrancoAngeli.
  19. Gargani A.G. (2003). Il ritratto tra mimesi e astrazione. Rivista Panta, 21: 172-179.
  20. Gargani A.G. (2009). Il transdisciplinare di Resnik tra realtà e sogno. In Resnik S. (prefazione), Ferite, cicatrici e memorie. Roma: Borla.
  21. Gozzetti G. (2012). Intervista. In Rossi Monti M., Cangiotti F. (a cura di), Maestri senza cattedra. Torino: Antigone.
  22. Jaspers K. (1978). Filosofia, vol. 2. Chiarificazione dell’esistenza. Milano: Mursia.
  23. Mancia M. (2004). Sentire le parole. Archivi sonori della memoria. Torino: Bollati Boringhieri.
  24. Pontalis J.B. (2012). Le laboratoire central. Paris: Ed. de l’Olivier.
  25. Ogden T.H. (2003). Conversazioni al confine del sogno. Roma: Astrolabio.
  26. Resnik S. (2009). Ferite, cicatrici e memorie. Prefazione di A.G. Gargani. Roma: Borla.
  27. Ricoeur P. (2008). L’interprétation de soi, allocution prononcée à Heidelberg en janvier 1990. Revue Cités, 33: 140-147.
  28. Rofena C. (2011). Wittgenstein e l’errore di Frazer. Milano: Mimesis.
  29. Scalabrin S. (1996). Moti e sighi. Venezia: Editoria Universitaria.
  30. Wittgenstein L. (1967). Ricerche filosofiche. Milano: Adelphi.
  31. Wittgenstein L. (1986). Zettel. Lo spazio segregato della psicologia. Torino: Einaudi.
  32. Zanzotto A. (1986). Idioma. Milano: Arnoldo Mondadori.
  33. Zanzotto A. (2009). Conglomerati. Milano: Mondadori.

Luigi Boccanegra, in "INTERAZIONI" 1/2018, pp. 46-60, DOI:10.3280/INT2018-001004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche