Clicca qui per scaricare

Un punto di vista sull’omogenitorialità, in particolare quella del maschio singolo
Titolo Rivista: RICERCA PSICOANALITICA 
Autori/Curatori: Paolo Pietro Stramba-Badiale 
Anno di pubblicazione:  2018 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  17 P. 75-91 Dimensione file:  785 KB
DOI:  10.3280/RPR2018-002005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’autore propone un punto di vista sull’omogenitorialità, in particolare quella del maschio singolo. Suggerisce quanto sia cruciale riconsiderare il modo attraverso il quale si costruiscono le competenze e le disponibilità emotive a diventare genitore, l’emergere della propensione alla genitorialità come processo, l’opportunità di confrontarsi con i propri pregiudizi omofobici, consci e inconsci, quelli degli altri e dei pazienti stessi, i controversi problemi e domande riguardanti l’accesso alla Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) e alla Gestazione per Altri (GPA), incrociati con le normative dei diversi paesi, l’opportunità di creare un "setting procreativo", le evidenze della ricerca di base sull’interazione tra genitori omosessuali e figli, gli eventuali suggerimenti che lo psicoanalista può fornire riguardo allo sviluppo del bambino/a nella famiglia omogenitoriale. Riprendendo il pensiero di Lichtenberg, l’autore descrive dodici linee guida per la genitorialità e, quando possibile, indica alcune specificità omogenitoriali. Discute inoltre il ricorso del maschio gay singolo alla Gestazione per Altri e considera le diverse variabili che compongono il "setting procreativo". Racconta infine alcuni passaggi della storia clinica di Luca, un paziente gay singolo che vuole diventare genitore.


Keywords: Omogenitorialità, omofobia, setting procreativo, genere, gestazione per altri, soggettività

  1. Acciaro M. (1985). Gravidanza senza maternità. Roma: Armando Editore.
  2. Argentieri S. (2010). A qualcuno piace uguale. Torino: Einaudi.
  3. Bassi F., Galli P. F. (2000). L’omosessualità nella psicoanalisi. Torino: Einaudi.
  4. Bastianoni P., Baiamonte C., De Palo F. (2015). Cogenitorialità e relazioni triadiche nelle famiglie omogenitoriali: una ricerca italiana. In: Bastianoni P., Baiamonte C. (a cura di). Le famiglie omogenitoriali in Italia. Relazioni familiari e diritti dei figli. Bergamo: Junior.
  5. Benjamin J. (1988). Legami d’amore. Milano: Raffaello Cortina Editore, 1991.
  6. Benjamin J. (1995). Soggetti d’amore. Milano: Raffaello Cortina Editore, 1996.
  7. Benjamin J. (1998). L’ombra dell’altro. Intersoggettività e genere in psicoanalisi. Torino: Bollati Boringhieri, 2006.
  8. Benjamin J. (2017). Beyond doer and done to. Intersubjectivity and the third. New York: Routledge.
  9. Bottino M., Danna D. (2005). La gaia famiglia. Trieste: Asterios.
  10. Cadoret A. (2002). Genitori come gli altri. Omosessualità e genitorialità. Milano: Feltrinelli, 2008.
  11. Cafasso S. (2014). Figli dell’arcobaleno. Madri lesbiche, padri gay, diritti negati in Italia. Roma: Donzelli.
  12. Caristo C., Nardelli N. (2013). Madri lesbiche, padri gay e il benessere dei loro figli: una ras-segna della letteratura. Infanzia e adolescenza, 12(2): 128-139.
  13. Ciriello D. (2000). Oltre il pregiudizio. Madri lesbiche e padri gay. Milano: Il dito e la luna.
  14. Codignola C., Luci M. (2013). La sfida delle famiglie omogenitoriali. Psicoterapia e Scienze Umane, XLVII(1): 23-54.
  15. D’Amore S., a cura di (2014). Le nuove famiglie. Teoria, ricerca e interventi clinici. Milano: FrancoAngeli.
  16. D’Amore S., Simonelli A., Miscioscia M. (2013). La qualità delle interazioni triadiche nelle famiglie lesbo-genitoriali: uno studio pilota con la procedura del Lausanne Trilogue Play. Infanzia e Adolescenza, 12(2): 113-127.
  17. Dimen M., Goldner V. (2002). La decostruzione del genere. Teoria femminista, cultura postmoderna e clinica psicoanalitica. Milano: Il Saggiatore, 2006.
  18. Ferrari F. (2015). La famiglia inattesa. I genitori omosessuali e i loro figli. Milano-Udine: Mimesis Edizioni.
  19. Frontori L., Riva Crugnola C., Fornari F. (1985). Psicoanalisi in ospedale. Milano: Raffaello Cortina Editore.
  20. Francesconi M., Scotto di Fasano D. (2014). Eros e Psiche: un coming out? Una riflessione psicoanalitica sull’omogenitorialità. Quaderni degli Argonauti, 27: 61-80.
  21. Gesuè A. (2015). Un futuro a ciascuno. Omosessualità, creatività e psicoanalisi. Milano-Udine: Mimesis Edizioni.
  22. Isay R.A. (1989). Essere omosessuali. Omosessualità maschile e sviluppo psichico. Milano: Raffaello Cortina Editore, 1996.
  23. Kohut H. (1985). I seminari. Teoria e clinica della psicopatologia giovanile. Roma: Astro-labio, 1989.
  24. Lalli C. (2009). Buoni genitori. Milano: Il Saggiatore.
  25. Lichtenberg J.D., Lachmann F.M., Fossaghe J.L. (2016). Enlivening the Self. The First Year, Clinical Enrichment, and The Wandering Mind. New York: Routledge.
  26. Lingiardi V. (2007). Citizen gay. Famiglie, diritti negati e salute mentale. Milano: Il Saggiatore.
  27. Lingiardi V. (2013). La famiglia inconcepibile. Infanzia e Adolescenza, 12(2): 74-85.
  28. Lingiardi V., Luci M. (2006). L’omosessualità in psicoanalisi. In: Rigliano P., Graglia M. (a cura di). Gay e lesbiche in psicoterapia. Milano: Raffaello Cortina Editore.
  29. Mitchell S. A. (2002). L’amore può durare? Il destino dell’amore romantico. Milano: Raffaello Cortina Editore, 2003.
  30. Mortari L. (2015). Filosofia della cura. Milano: Raffaello Cortina Editore.
  31. Nebbiosi G. (in press). La mutualità e il problema del riconoscimento nella Psicologia del Sé.
  32. Puccioni M.S. (2012). Prima di tutto. RAI 3.
  33. Scabini E., Cigoli V. (2013). Sul paradosso dell’omogenitorialità. Vita e Pensiero, 3: 101-112.
  34. Speranza A.M., a cura di, (2013). Omogenitorialità. Infanzia e Adolescenza, 12(2): 71-73.
  35. Stern D.B. (2003). L’esperienza non formulata. Dalla dissociazione all’immaginazione in psicoanalisi. Pisa: Edizioni Del Cerro, 2006.

Paolo Pietro Stramba-Badiale, in "RICERCA PSICOANALITICA" 2/2018, pp. 75-91, DOI:10.3280/RPR2018-002005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche