Clicca qui per scaricare

Il pubblico ministero e la tutela dei diritti dei minori nei procedimenti separativi
Titolo Rivista: MINORIGIUSTIZIA 
Autori/Curatori: Bruno Bruni 
Anno di pubblicazione:  2018 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  10 P. 45-54 Dimensione file:  83 KB
DOI:  10.3280/MG2018-002005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La problematica della ripartizione di competenza per i provvedimenti in materia di responsabilità genitoriale tra tribunale ordinario e tribunale per i minorenni è collegata a quella attinente all’estensione dei poteri del pubblico ministero nei rispettivi procedimenti. Il ruolo del pubblico ministero ordinario è regolato da norme processuali non adeguate alla funzione di tutela dei diritti dei minorenni tipica dei procedimenti minorili. Tuttavia la funzione di tutela del pubblico ministero ordinario può già essere valorizzata utilizzando i poteri che la legge gli riconosce. In termini dubitativi si suggerisce un’interpretazione che potrebbe riconoscere il potere di iniziativa (ex art. 336 c.c.) al pubblico ministero, in quanto organo di tutela dei diritti dei minorenni, indipendentemente dal tribunale adito.


Keywords: Funzione del pubblico ministero, nel procedimento minorile in generale e nel procedimento minorile avanti al tribunale ordinario, poteri di iniziativa, istruttori e di impugnazione.

Bruno Bruni, in "MINORIGIUSTIZIA" 2/2018, pp. 45-54, DOI:10.3280/MG2018-002005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche