Clicca qui per scaricare

Il concetto di gruppo di appartenenza e il problema della migrazione dei concetti
Titolo Rivista: INTERAZIONI 
Autori/Curatori: René Kaës 
Anno di pubblicazione:  2018 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  12 P. 24-35 Dimensione file:  173 KB
DOI:  10.3280/INT2018-002003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il concetto di gruppo di appartenenza occupa un posto centrale nel pensiero e nella teoria psicoanalitica dei gruppi di Jean-Claude Rouchy (1990; 1998; 2001; 2005). L’articolo ne illustra le dimensioni principali e il modo in cui si avvicina e si differenzia dalla "area di appartenenza" (Neri, 1979) e dal "sentimento di appartenenza" (Correale, 1991; 2006). L’analisi di questo concetto costituisce un buon esempio del lavoro della creazione concettuale e dei problemi epistemologici che essa comporta quando si configura come la migrazione di un concetto, creato all’interno di una disciplina (in questo caso la sociologia e la psicologia sociale) e trasferito in un’altra, nello specifico quella della psicoanalisi. L’attenzione dell’autore si sofferma sul fatto che nelle teorie sociologiche e psicosociologiche dei gruppi, il concetto di gruppo di appartenenza è abbinato a quello di gruppo di riferimento, il quale però non è stato oggetto di un lavoro di "naturalizzazione" (Moscovici, 1961) analogo a quello che ha trasformato il concetto di gruppo di appartenenza. Diverse caratteristiche di questo secondo concetto, articolato con il primo, potrebbero comunque presentare un certo interesse se fossero elaborate nell’ambito della psicoanalisi dei gruppi.


Keywords: Gruppo di appartenenza, gruppo di riferimento, area di appartenenza, sentimento di appartenenza, migrazione dei concetti.

  1. Abraham N., Torok M. (1993). La scorza e il nocciolo. Roma: Borla.
  2. Cooley C.H. (1909). Social Organization: A study of the larger mind. New York: Charles Scribner’s Sons.
  3. Correale A. (senza data). Notes sur la notion d’aire d’appartenance dans le petit groupe à fonction analytique (testo ciclostilato).
  4. Correale A. (1991). Il campo istituzionale. Roma: Borla.
  5. Correale A. (2006). Area traumatica e campo istituzionale. Roma: Borla.
  6. Freud S. (1915). Pulsioni e loro destini. OSF, vol. 8. Torino: Bollati Borighieri.
  7. Freud S. (1921). Psicologia delle masse e analisi dell’Io. OSF, vol. 9. Torino: Bollati Borighieri.
  8. Hyman H.H. (1942). The psychology of status. Archives of Psychology, 269: 5-91.
  9. Kaës R. (1976). L’appareil psychique groupal. Constructions du groupe. Paris: Dunod (trad. it. L’apparato pluripsichico. Costruzioni del gruppo. Roma: Armando, 1996).
  10. Kaës R. (2015). L’extension de la psychanalyse. Pour une métapsychologie de troisième type. Paris: Dunod (trad. it. L’estensione della psicoanalisi. Per una metapsicologia di terzo tipo. Milano: FrancoAngeli, 2016).
  11. Moscovici S. (1961). La psychanalyse, son image, son public. Paris: Puf (trad. it. La psicoanalisi, la sua immagine e il suo pubblico. Milano: Unicopli, 2011).
  12. Neri C. (1979). La torre di Babele: lingua, appartenenza, spazio-tempo nello stato gruppale nascente. Gruppo e Funzione Analitica, I, 2-3: 25-47.
  13. Neri C. (1982). Gruppo e individuo. Gruppo e Funzione Analitica, III, 2: 21-28.
  14. Neri C. (1995). Sistema di appartenenza istituzionale: riflessioni sulle difficoltà di lavoro nelle equipe psichiatriche e nei gruppi istituzionalizzati. Koinos Quaderni, 3: 30-32.
  15. Rouchy J.-C. (1990). Identification et groupe d’appartenance. Connexions, 55: 45-60.
  16. Rouchy J.-C. (1998). Le groupe, espace analytique. Clinique et théorie. Toulouse: Érès, 2008 (trad. it. Il gruppo, spazio analitico. Clinica e teoria. Roma: Borla, 1999).
  17. Rouchy J.-C. (2001). Identification et groupes d’appartenance. In de Rivoyre F. (sous la direction de), Psychanalyse et malaise social. Toulouse: Érès.
  18. Rouchy J.-C. (2005). Le groupe “chaînon manquant”. Revue de psychothérapie psychanalytique de groupe, 45, 2: 51-60.

René Kaës, in "INTERAZIONI" 2/2018, pp. 24-35, DOI:10.3280/INT2018-002003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche