Clicca qui per scaricare

Sociologia e letteratura: prospettive e sguardi sul lavoro
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL LAVORO  
Autori/Curatori: Stefano Lazzarin, Giustina Orientale Caputo 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: 153 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  21 P. 35-55 Dimensione file:  322 KB
DOI:  10.3280/SL2019-153003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Gli scopi principali di questo saggio sono: 1) riflettere sul rapporto fra sociologia e letteratura, ritornando sulla questione cruciale - e sempre aperta - della legittimità dell’uso sociologico delle fonti letterarie; 2) indagare su una delle articolazioni di tale relazione: il racconto letterario del mondo del lavoro; 3) esaminare più specificamente il caso italiano: come altri Paesi occidentali - ma forse anche più di essi - l’Italia ha sperimentato da vicino le trasformazioni recenti del mondo del lavoro (flessibilità, precarizzazione, frammentazione) e ha prodotto, negli ultimi vent’anni, una gran quantità di testi letterari che mettono in scena tali cambiamenti e cercano di interpretarli.


Keywords: Sociologia, letteratura, uso sociologico delle fonti letterarie, rappresentazione letteraria del lavoro, precarietà

  1. Accornero A. (2006). San Precario lavora per noi. Milano: Rizzoli.
  2. Alasia F. e Montaldi D. (1960). Milano, Corea. Inchiesta sugli immigrati. Milano: Feltrinelli.
  3. Armano E. e Murgia A. (2012). Mappe della precarietà. Volumi I e II. Bologna: Casa Editrice Emil di Odoya.
  4. Armano E. e Murgia A. (2014). Generazione precaria. Bologna: Casa Editrice Emil di Odoya.
  5. Avallone S. (2010). Acciaio. Milano: Rizzoli.
  6. Bajani A. (2005). Cordiali saluti. Torino: Einaudi.
  7. Bajani A. (2006). Mi spezzo ma non m’impiego. Guida di viaggio per lavoratori flessibili. Torino: Einaudi.
  8. Barbier J.-C. e Nadel H. (2000). La flexibilité du travail et de l’emploi. Paris: Flammarion (trad. it.: La flessibilità del lavoro e dell’occupazione. Roma: Donzelli, 2002).
  9. Bauman Z. (1995). Life in Fragments. Essays in Postmodern Morality. Cambridge (MA.): Blackwell (trad. it.: La società dell’incertezza. Bologna: il Mulino, 1999).
  10. Bauman Z. (2000). Liquid Modernity. Cambridge: Polity (trad. it.: Modernità liquida. Roma-Bari: Laterza, 2002).
  11. Bauman Z. (2014). What Use is Sociology? Conversations with Michael Hviid Jacobsen and Keith Tester. Cambrige: Polity (trad. it.: La scienza della libertà. A cosa serve la sociologia? Conversazioni con Michael Hviid Jacobsen e Keith Tester. Trento: Edizioni Centro Studi Erickson, 2014).
  12. Bauman Z. e Mazzeo R. (2016). In Praise of Literature. Cambridge: Polity (trad. it.: Elogio della letteratura. Torino: Einaudi, 2017).
  13. Beck U. (1999). Schöne neue Arbeits Welt. Frankfurt am Main: Vision: Weltbürgergesellschaft (trad. it.: Il lavoro nell’epoca della fine del lavoro. Torino: Einaudi, 2000).
  14. Ben Jelloun T. e Volterrani E. (1991). Dove lo Stato non c’è. Racconti italiani. Torino: Einaudi.
  15. Bertaux D. (1997). Les récits de vie. Perspectives ethnosociologiques. Paris: Nathan (trad. it.: Racconti di vita. La prospettiva etnosociologica. Milano: FrancoAngeli, 1999).
  16. Bichi R. (2000). La società raccontata. Metodi biografici e vite complesse. Milano: FrancoAngeli.
  17. Bigatti G. e Lupo G., a cura di (2013). Fabbrica di carta: i libri che raccontano l’Italia industriale. Roma-Bari: Laterza.
  18. Borghi V. e Rizza R. (2006). L’organizzazione sociale del lavoro. Lo statuto del lavoro e le sue trasformazioni. Milano: Bruno Mondadori.
  19. Borrelli F. (2006). Intervista a David Forster Wallace. Il Manifesto, 1 luglio.
  20. Boscolo C. e Roverselli F. (2009). Scritture precarie attraverso i media: un bilancio provvisorio. Bollettino ’900 – Electronic Newsletter of ’900 Italian Literature, 1-2, -- testo disponibile al sito: https://boll900.it/2009-i/BoscoloRoverselli.html, consultato il 20/02/2019.
  21. Bouchane M. (1991). Chiamatemi Alì. Milano: Leonardo.
  22. Bourdieu P. (1998). La précarité est aujourd’hui partout. In: Contre-feux. 1. Propos pour servir à la résistance contre l’invasion néo-liberale. Paris: Éditions Liber – Raisons d’Agir (trad. it.: Controfuochi. Milano: Reset, 1999).
  23. Brandolini E.M. (2013). Morire di non lavoro. La crisi nella percezione soggettiva. Roma: Ediesse.
  24. Brun R., a cura di (2010). Qui si chiama fatica. Storie, racconti e reportage dal mondo del lavoro. Napoli: L’àncora del Mediterraneo.
  25. Calvino I. (1988). Lezioni americane. Sei proposte per il prossimo millennio. Milano: Garzanti.
  26. Castells M. (1996). The Rise of the Network Society. The Information Age: Economy, Society and Culture. Malden (MA.)-Oxford: Blackwell (trad. it.: La nascita della società in rete. Milano: EGEA-Università Bocconi Editore, 2002).
  27. Cavarero A. (1997). Tu che mi guardi, tu che mi racconti. Milano: Feltrinelli.
  28. Cavina C. (2010). Scavare una buca. Milano: Marcos y Marcos.
  29. Cella G.P. (2008). L’industria tra alienazione e speranza. Le domande di Volponi. In: Voza R., a cura di, Lavoro, diritto e letteratura italiana. Bari: Cacucci.
  30. Chirumbolo P. (2013). Letteratura e lavoro. Conversazioni critiche. Soveria Mannelli: Rubbettino.
  31. Chohra N. (1993). Volevo diventare bianca. Roma: e/o.
  32. Cimaglia M.C., Corbisiero F., Rizza R., a cura di (2009). Tra imprese e lavoratori. Una ricerca sul lavoro non standard in Italia. Milano: Bruno Mondadori.
  33. Cisi A. (2008). Cronache dalla ditta. Milano: Mondadori.
  34. Colucci M. (2018). Storia dell’immigrazione straniera in Italia. Dal 1945 ai nostri giorni. Roma: Carocci.
  35. Coser L.A., a cura di (1963). Sociology through Literature. An Introductory Reader. Englewood Cliffs: Prentice-Hall.
  36. Curcio R., a cura di (2013). Mal di lavoro. Socioanalisi narrativa della sofferenza nelle attuali condizioni di lavoro. Roma: Sensibili alle foglie.
  37. De Gregorio C. (2013). Io vi maledico. Torino: Einaudi.
  38. Desiati M. (2006). Vita precaria e amore eterno. Milano: Mondadori.
  39. Desiati M. (2011). Ternitti. Milano: Mondadori.
  40. Desiati M. e Tarquini T. (2006). Laboriosi oroscopi. Diciotto racconti sul lavoro, la precarietà e la disoccupazione. Roma: Ediesse.
  41. Dezio F. (2004). Nicola Rubino è entrato in fabbrica. Milano: Feltrinelli.
  42. Dolci D. (1956). Inchiesta a Palermo. Torino: Einaudi.
  43. Falco G. (2004). Pausa caffè. Milano: Sironi.
  44. Ferracuti A. (2006). Le risorse umane. Milano: Feltrinelli.
  45. Ferracuti A. (2013). Il costo della vita. Storia di una tragedia operaia. Torino: Einaudi.
  46. Ferracuti A. (2016). Addio. Il romanzo della fine del lavoro. Milano: Chiarelettere.
  47. Ferrarotti F. (1974). Vite di baraccati. Contributo alla sociologia della marginalità. Napoli: Liguori.
  48. Ferrarotti F. (1981). Storia e storie di vita. Roma-Bari: Laterza.
  49. Ferrarotti F. (2011). La strage degli innocenti. Note sul genocidio di una generazione. Roma: Armando.
  50. Fortunato V. e Palidda R., a cura di (2012). I call center in Italia. Roma: Carocci.
  51. Fullin G. (2004). Vivere l’instabilità del lavoro. Bologna: il Mulino.
  52. Furini L. (2008). Volevo solo lavorare. Milano: Garzanti.
  53. Gallie D., a cura di (2007). Employment Regimes and the Quality of Work. Oxford: Oxford University Press.
  54. Gallie D., a cura di (2013). Economic Crisis, Quality of Work, and Social Integration. The European Experience. Oxford: Oxford University Press.
  55. Gallino L. (2001). Il costo umano della flessibilità. Roma-Bari: Laterza.
  56. Gallino L. (2007). Il lavoro non è una merce. Contro la flessibilità. Roma-Bari: Laterza.
  57. Gianola R. (2010). Diario operaio. La condizione del lavoro nella crisi italiana. Roma: Ediesse.
  58. Gorz A. (1997). Misères du présent, richesse du possible. Paris: Galilée (trad. it.: Miserie del presente, ricchezza del possibile. Roma: Manifestolibri, 1998).
  59. Guerrerio I. (2011). L’ultima notte di quiete. Milano: Ponte alle Grazie.
  60. Halbwachs M. (1950). La mémoire collective. Paris: Albin Michel (trad. it.: La memoria collettiva. Milano: Unicopli, 1987).
  61. Ibrahimi A. (2008). Rosso come una sposa. Torino: Einaudi.
  62. ILO – International Labour Organization (1999). Decent Work, Report of the Director-General, International Labour Conference, 87th Session, Geneva. Genève: International Labour Office, -- disponibile al sito: www.ilo.org/public/libdoc/ilo/P/09605/09605(1999-87).pdf, consultato il 22/02/2019.
  63. Incorvaia A. e Rimassa A. (2006). Generazione mille euro. Milano: Rizzoli.
  64. Khouma P. (1990). Io, venditore di elefanti. Milano: Baldini & Castoldi.
  65. Kundera M. (2005). Le rideau. Paris: Gallimard (trad. it.: Il sipario. Milano: Adelphi, 2005).
  66. Lahiri J. (2015). In altre parole. Milano: Guanda.
  67. La Porta F. (2000). Albeggia una letteratura postindustriale. In: Spinazzola V., a cura di, Tirature 2000. Romanzi di ogni genere. Dieci modelli a confronto. Milano: il Saggiatore.
  68. Leogrande A. (2016). Uomini e caporali. Viaggio tra i nuovi schiavi nelle campagne del Sud. Milano: Feltrinelli.
  69. Lepenies W. (1985). Die drei Kulturen. Soziologie zwischen Literatur und Wissenschaft. München: Hanser (trad. it.: Le tre culture. Sociologia tra letteratura e scienza, Bologna: il Mulino, 1987).
  70. Levi C. (1954). Cristo si è fermato a Eboli. Torino: Einaudi.
  71. Libreria delle Donne di Milano (1987). Non credere di avere dei diritti. Torino: Rosenberg & Sellier.
  72. Longo M. (2012). Il sociologo e i racconti. Tra letteratura e narrazioni quotidiane. Roma: Carocci.
  73. Longo M. (2015). Fiction and Social Reality. Literature and Narrative as Sociological Resources. Farnham: Ashgate.
  74. Lyotard J.-F. (1979). La condition postmoderne. Paris: Les Éditions de Minuit (trad. it.: La condizione postmoderna. Rapporto sul sapere. Milano: Feltrinelli, 1981).
  75. Methnani S. (1990). Immigrato. Roma: Theoria.
  76. Montaldi D. (1961). Autobiografie della leggera. Ricerca sociologica sulle classi sociali nella bassa Lombardia. Torino: Einaudi. Seconda edizione (1998): Autobiografie della leggera. Emarginati, balordi e ribelli raccontano le loro storie di confine. Milano: Bompiani.
  77. Murgia M. (2006). Il mondo deve sapere. Milano: Isbn.
  78. Nasibù M. (2005). Memorie di una principessa etiope. Vicenza: Neri Pozza.
  79. Nisbet R.A. (1976). Sociology as an Art Form. New York: Oxford University Press (trad. it.: Sociologia e arte. Sesto San Giovanni: Mimesis, 2016).
  80. Nove A. (2006). Mi chiamo Roberta, ho 40 anni, guadagno 250 euro al mese... Torino: Einaudi.
  81. Orientale Caputo G. (2009). La lezione degli anni Trenta. Disoccupazione e ricerca sociale. Milano: Bruno Mondadori.
  82. Orientale Caputo G. (2012). Come una danza immobile. Tre anni di disoccupazione, lavoro nero e povertà a Napoli. Milano: Ledizioni.
  83. Paci M. (2005). Nuovi lavori, nuovo welfare. Sicurezza e libertà nella società attiva. Bologna: il Mulino.
  84. Pappalardo F. (2008). Lavoro e coscienza di classe nel Metello di Pratolini. In: Voza R., a cura di, Lavoro, diritto e letteratura italiana. Bari: Cacucci.
  85. Parini E.G. (2018). Tra sociologia e letteratura. Per una mappa di una o più storie di incontri. Rassegna Italiana di Sociologia, 1: 93-122., 10.1423/89774DOI: 10.1423/89774
  86. Pas Bagdadi M. (2003). A piedi scalzi nel Kibbutz. Milano: Bompiani.
  87. Piccone Stella S., a cura di (2007). Tra un lavoro e l’altro. Vita di coppia nell’Italia postfordista. Roma: Carocci.
  88. Portelli A. (1985). Biografia di una città. Storia e racconto: Terni 1830-1985. Torino: Einaudi.
  89. Prunetti A. (2012). Amianto. Una storia operaia. Milano: Agenzia X.
  90. Pugliese E. (1993). Sociologia della disoccupazione. Bologna: il Mulino.
  91. Pugliese E., a cura di (2008). L’inchiesta sociale in Italia. Roma: Carocci.
  92. Rifkin J. (1995). The End of Work. The Decline of the Global Labor Force and the Dawn of the Post-Market Era. New York: Putnam Publishing Group (trad. it.: La fine del lavoro. Il declino della forza lavoro globale e l’avvento dell’era post-mercato. Milano: Baldini & Castoldi, 1995).
  93. Rovelli M. (2008). Lavorare uccide. Milano: Rizzoli.
  94. Rovelli M. (2009). Servi. Il paese sommerso dei clandestini al lavoro. Milano: Feltrinelli.
  95. Santoni V. (2013). Personaggi precari. Roma: Voland.
  96. Schizzerotto A., a cura di (2002). Vite ineguali. Disuguaglianze e corsi di vita nell’Italia contemporanea. Bologna: il Mulino.
  97. Scotellaro R. (1954). Contadini del Sud. Bari: Laterza.
  98. Sennett R. (1998). The Corrosion of Character. The Personal Consequences of Work in the New Capitalism. New York-London: W.W. Norton & Company (trad. it.: L’uomo flessibile. Le conseguenze del nuovo capitalismo sulla vita personale. Milano: Feltrinelli, 1999).
  99. Standing G. (2011). The Precariat. The New Dangerous Class. London-New York: Bloomsbury Academic (trad. it.: Precari. La nuova classe esplosiva. Bologna: il Mulino, 2012).
  100. Tirinanzi De Medici C. (2018). Il romanzo italiano contemporaneo. Dalla fine degli anni Settanta a oggi. Roma: Carocci.
  101. Turnaturi G. (2003). Immaginazione sociologica e immaginazione letteraria. Roma-Bari: Laterza.
  102. Vallini E. (1957). Operai del Nord. Bari: Laterza.
  103. Vittorini E., a cura di (1961). Il Menabò, 4.
  104. Wadia L. (2007). Amiche per la pelle. Roma: e/o.
  105. Wu Ming (2009). New Italian Epic. Letteratura, sguardo obliquo, ritorno al futuro. Torino: Einaudi.
  106. Zinato E. (2015). Letteratura come storiografia? Mappe e figure della mutazione italiana. Macerata: Quodlibet.

Stefano Lazzarin, Giustina Orientale Caputo, in "SOCIOLOGIA DEL LAVORO " 153/2019, pp. 35-55, DOI:10.3280/SL2019-153003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche