Clicca qui per scaricare

Lavoro e non lavoro in letteratura e nell’inchiesta sociale a Napoli
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL LAVORO  
Autori/Curatori: Enrico Pugliese 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: 153 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  16 P. 113-128 Dimensione file:  274 KB
DOI:  10.3280/SL2019-153007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’articolo affronta il modo in cui è stato rappresentato il lavoro a Napoli in opere letterarie e di analisi sociali, ritenendo che in entrambe la tematica ha goduto di scarsa rilevanza e ha contribuito alla diffusione di stereotipi basati sulla indisponi-bilità a lavorare (regolarmente) a fronte di una creativa ‘arte di arrangiarsi’. In di-rezione opposta vanno diverse importanti opere letterarie come Donnarumma all’assalto di Ottieri e La dismissione di Rea che con grande immaginazione socio-logica raccontano la condizione operaia e i suoi valori. Questo tipo di analisi mo-stra che il mondo della fabbrica e quello del vicolo sono molto vicini: disoccupati, sottoccupati e lavoratori al nero provengono dagli stessi ambienti e avvertono gli stessi problemi. A partire dalla fine del Novecento si sono imposte opere a caratte-re di docufiction nelle quali nuovamente il lavoro scompariva sostituito dal ruolo centrale della camorra in una città descritta come sempre più violenta, con l’effetto di creare un nuovo stereotipo.


Keywords: Lavoro, disoccupazione, stereotipi, Napoli

  1. Allum P. (1973). Politics and Society in Post-war Naples. Cambridge: Cambridge University Press (trad. it.: Potere e società a Napoli nel dopoguerra. Torino: Einaudi, 1975).
  2. Anselmo M. e Marcello P. (2017). Storie di magliari. Mestieranti napoletani sulle strade d’Europa. Roma: Donzelli.
  3. Bernari C. (1934). Tre operai. Milano: Rizzoli.
  4. Ceronetti G. (1985). Albergo Italia. Torino: Einaudi.
  5. Collins R. (2009). Gomorrah: A Personal Journey into the Violent International Empire of Naples’ Organized Crime System. Contemporary Sociology: A Journal of Reviews, 38, 6: 516-521., 10.1177/009430610903800603DOI: 10.1177/009430610903800603
  6. Dal Lago A. (2010). Eroi di carta. Il caso Gomorra e altre epopee. Roma: Manifestolibri.
  7. De Bourcard F., a cura di (1955). Usi e costumi di Napoli e contorni. Milano: Longanesi & C.
  8. Dupaty C.-M.-J.-B. (1788). Lettres sur l’Italie en 1785. Paris: De Senne (trad. it.: in Ramondino F. e Müller A.F., Dadapolis. Caleidoscopio napoletano. Torino: Einaudi, 1989).
  9. Ferrante E. (2011). L’amica geniale. Roma: e/o.
  10. Goethe J.W. (1983). Lettere da Napoli. Napoli: Guida.
  11. Lewis N. (1993). Napoli’44. Milano: Adelphi.
  12. Malaparte C. (1949). La pelle. Roma-Milano: Aria d’Italia.
  13. Mallet S. (1966). La nuova classe operaia. Torino: Einaudi.
  14. Orientale Caputo G. (2012). Come una danza immobile. Tre anni di disoccupazione, lavoro nero e povertà a Napoli. Milano: Ledizioni.
  15. Orientale Caputo G. (2013). La precarietà dei giovani a Napoli tra disoccupazione e cattiva occupazione. La Critica Sociologica, XLVII, 188, 4: 57-70.
  16. Ortese A.M. (1999). Il mare non bagna Napoli. Milano: Adelphi.
  17. Ottieri O. (1959). Donnarumma all’assalto. Milano: Bompiani.
  18. Ramondino F., a cura di (1977). Napoli, i disoccupati organizzati: i protagonisti raccontano. Milano: Feltrinelli.
  19. Ramondino F., a cura di (1998). Ci dicevano analfabeti. Il movimento dei disoccupati napoletani degli anni ’70. Lecce: Argo.
  20. Ramondino F. e Müller A.F. (1989). Dadapolis. Caleidoscopio napoletano. Torino: Einaudi.
  21. Rea E. (1995). Mistero napoletano. Torino: Einaudi.
  22. Rea E. (2002). La dismissione. Milano: Rizzoli.
  23. Rea E. (2007). Napoli Ferrovia. Milano: Rizzoli.
  24. Rosa R. (2017). Lo sparo nella notte. Sulla morte di Davide Bifolco, ucciso da un carabiniere. Napoli: Napoli Monitor.
  25. Saviano R. (2006). Gomorra. Viaggio nell’impero economico e nel sogno di dominio della camorra. Milano: Mondadori.
  26. Serao M. (1994). Il ventre di Napoli (ieri e… oggi). Napoli: Luca Torre Editore.
  27. Sohn-Rethel A. (1926). Das Ideal des Kaputten. Über neapolitanische Technik. Frankfurter Zeitung, 21 marzo (trad. it.: in Ramondino F. e Müller A.F., Dadapolis. Caleidoscopio napoletano. Torino: Einaudi, 1989).

Enrico Pugliese, in "SOCIOLOGIA DEL LAVORO " 153/2019, pp. 113-128, DOI:10.3280/SL2019-153007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche