Clicca qui per scaricare

"Cina d’oggi" e Guerra fredda nella politica estera italiana: il Centro studi per lo sviluppo delle relazioni economiche e culturali
Titolo Rivista: ITALIA CONTEMPORANEA 
Autori/Curatori: M. Lorenzo Capisani 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: 289 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  32 P. 40-71 Dimensione file:  257 KB
DOI:  10.3280/IC2019-289002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il Centro studi Cina promosse lo studio del nuovo soggetto statuale sorto in Asia nel secondo dopoguerra, la Repubblica popolare cinese. Attiva durante gli anni Cinquanta e la prima metà dei Sessanta, questa associazione fu animata da numerose personalità politiche e accademiche con diversi orientamenti e diversi trascorsi, tra cui Ferruccio Parri, Piero Calamandrei e Sergio Segre. Il centro studi mirò a formare un contesto favorevole alla normalizzazione diplomatica con Pechino attraverso pubblicazioni, convegni e viaggi. In queste iniziative fu coinvolto un certo numero di studiosi e letterati, a volte connotati da un profondo interesse per la Cina e a volte spinti soltanto da curiosità. Di particolare importanza fu il tema del commercio bilaterale, presentato come un’opportunità di rilievo per i Paesi europei. Il Centro studi ricevette svariate critiche, ma portò comunque avanti la propria attività, rimanendo costantemente legato ai principi degli inizi e dando voce a un’ampia parte dell’attenzione italiana per la Cina di quegli anni.


Keywords: Relazioni Italia-Cina, Centro studi Cina, Politica estera italiana, Commercio Italia-Cina, Guerra fredda, Relazioni culturali

  1. Hollander Paul (1988), Pellegrini politici. Intellettuali occidentali in Unione Sovietica, Cina e Cuba, Bologna, Il Mulino
  2. Bagnato Bruna (2003), Prove di Ostpolitik. Politica ed economia nella strategia italiana verso l’Unione Sovietica, 1958-1963, Firenze, Olschki
  3. Bergère Marie-Claire, La Cina dal 1949 ai giorni nostri, Bologna, Il Mulino
  4. Basilone Esterina (a cura di) (2002), Francesco Flora. L'uomo, il letterato, l'umanista. Colle Sannita, atti del centenario della nascita, convegni del 21 maggio e 6-7 dicembre 1991, Benevento, Realtà sannita
  5. Bergère Marie-Claire (2000), La Cina dal 1949 ai giorni nostri, Bologna, Il Mulino
  6. Cao Yunding e Li Ji (1987), Ji Chaoding, in Personalità della storia del PCC [Zhonggongdang Shi Renwu Zhuan], v. 32, Xi’an, Shanxi renmin chubanshe
  7. Calamandrei Silvia (2007), Viaggiatori italiani nella Cina del ’55, “Lo Straniero”, n. 83
  8. Capisani Lorenzo M. (2013), Dino Gentili, la Comet e il dialogo commerciale fra Italia e Cina (1952-1958), “Studi Storici”, v. 54 n. 2
  9. Capisani Lorenzo M. (2013), Italia e Cina durante gli anni Cinquanta. Possibilità e limiti dei loro rapporti informali, in «Nuova Storia Contemporanea», a. 2010 n. 3
  10. Chen Jian (2001), Mao’s China and the Cold War, London, The University of North Carolina Press
  11. Colozza Roberto (2005), Partigiani in borghese. Unità Popolare nell’Italia del dopoguerra, Milano, FrancoAngeli
  12. Conenna Nadia, Jacchia Andrea (a cura di) (1988), Tra politica e impresa: vita di Dino Gentili, Firenze, Passigli
  13. Garver John W. (2016), China’s Quest. The History of the Foreign of the People’s Republic of China, New York, Oxford University Press
  14. Giunipero Elisa (2007), Chiesa cattolica e Cina comunista, Brescia, Morcelliana.
  15. Guarnieri Davide (a cura di) (2007), Enrico Mattei. Il comandante partigiano, l’uomo politico, il manager di stato, Pisa, BFS
  16. Höbel Alexander (2005), Il Pci nella crisi del movimento comunista internazionale tra Pcus e Pcc (1960-1964), “Studi Storici”, a. 46 n. 2
  17. Jackson Ian (2001), The economic Cold War: America, Britain and East-West trade, 1948-63, Basingstoke-New York, Palgrave
  18. Matteini Fabio, Calamandrei Silvia e Zazzara Gilda (a cura di) (2016), Lavorare per la rivoluzione. Un’impresa commerciale tra Italia e Cina, Venezia, Ca’ Foscari
  19. Meneguzzi Rostagni Carla, Samarani Guido (a cura di) (2014), La Cina di Mao, l'Italia e l'Europa negli anni della Guerra fredda, Bologna, Il Mulino
  20. Monzali Luciano, Ungari Andrea (2012), I monarchici e la politica estera italiana nel secondo dopoguerra, Soveria Mannelli, Rubbettino
  21. Nenni Pietro (1981), Tempo di guerra fredda. Diari 1943-1956, Milano, Sugarco
  22. Parisella Antonio (1988), Canaletti Gaudenti, Alberto, “Dizionario Biografico degli Italiani”, v.vol. XXXIV34, Roma, Istituto della Enciclopedia Italiana
  23. Pini Mario F. (2011), Italia e Cina, 60 anni tra passato e futuro, Roma, Asino d’oro Pini Mario F. (2006), L’azione diplomatica dell’Italia per l’ammissione all’Onu e il fattore Cina, “Nuova Storia Contemporanea”, a. X n. 6
  24. Piretti Maria S. (2003), La legge truffa: il fallimento dell'ingegneria politica, Bologna, Il Mulino
  25. Polese Remaggi Luca (2010), Pechino 1955. Intellettuali e politici europei alla scoperta della Cina di Mao, “Mondo contemporaneo”, n. 3
  26. Rettura David (2009), Ugo Spirito in Cina, “Annali della Fondazione Ugo Spirito”, a. XX-XXI
  27. Scarpari Maurizio, Samarani Guido (a cura di) (2009), La Cina, v. III, Torino, Einaudi
  28. Scibilia Corrado (2012), Tra nazione e lotta di classe. I repubblicani e la rivoluzione russa, Roma, Gangemi
  29. Shen Zhihua, Li Danhua (2011), After leaning to one side: China and its allies in the Cold War, Stanford, Standford University Press
  30. Twitchett Denis, Fairbank John K. (a cura di) (1987), The Cambridge History of China, vol. XIV, Cambridge, Cambridge University Press

M. Lorenzo Capisani, in "ITALIA CONTEMPORANEA" 289/2019, pp. 40-71, DOI:10.3280/IC2019-289002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche