Clicca qui per scaricare

La narrazione e l’arte di ascoltare
Titolo Rivista: EDUCAZIONE SENTIMENTALE 
Autori/Curatori:  Giuseppe O. Longo 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: 31 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  17 P. 43-59 Dimensione file:  209 KB
DOI:  10.3280/EDS2019-031004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Punto di partenza è l’assunto che gli umani sono creature della narrazione, nel senso che non fanno altro che narrare e ascoltare storie. Questo incessante racconto trasfigura il mon-do e gli dà un senso, sia pur provvisorio e sempre inseguito. Inoltre, vivendo nei racconti, ciascuno di noi moltiplica la propria vita, svincolandosi dall’unica esistenza che gli è data. L’immagine del mondo creata dalla narrazione si affianca a quella fornita dalla scienza, che vorrebbe essere razionale e senza residui, ma è anch’essa intrisa di emozioni. Oggi, grazie alla tecnologia dell’informazione, il narrare assume forme nuove: la moltiplicazione dei ca-nali comunicativi e l’ampliamento sterminato degli interlocutori, producono effetti positivi ma anche negativi. Per quanto riguarda il futuro restano aperti molti interrogativi, primo fra tutti quello relativo alla persistenza della narrazione come fonte di senso e di dialogo con il sé e con l’altro. Il saggio si chiude con tre racconti, paradigmatici di tre diverse versioni del nar-rare: dal distacco cosmogonico allo scandaglio dell’intimità, attraverso un racconto sul rac-contare


Keywords: Narrazione, senso, interiorità, razionalità, trasfigurazione.

Giuseppe O. Longo, in "EDUCAZIONE SENTIMENTALE" 31/2019, pp. 43-59, DOI:10.3280/EDS2019-031004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche