Clicca qui per scaricare

Diventare veri per finta: la narrazione nel cinema
Titolo Rivista: EDUCAZIONE SENTIMENTALE 
Autori/Curatori: Michele Guerra, Carla Weber 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: 31 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  9 P. 103-111 Dimensione file:  161 KB
DOI:  10.3280/EDS2019-031008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Prima dei codici linguistici che permettono di narrare con le parole, sono le immagini a resti-tuire agli esseri umani una coscienza di sé e a concorrere alla costruzione della propria indi-viduazione e del proprio comportamento. L’immagine ha un rapporto di indessicalità mag-giore rispetto alla parola scritta o alla parola detta con l’oggetto che vuole raccontare e sug-gerisce una serie di atteggiamenti e di comportamenti più complessi. È il movimento a costi-tuire un tema cruciale in questa dinamica, perché la storia dell’immagine è la storia del ten-tativo di simulare in maniera sempre più convincente il movimento, le forme vitali, direbbe Stern; il cinema è una narrazione che si sviluppa attraverso il movimento.


Keywords: Movimento, finzione, narrazione incarnata, azione, risonanza motoria, foto-genia, corporeità aliena.

Michele Guerra, Carla Weber, in "EDUCAZIONE SENTIMENTALE" 31/2019, pp. 103-111, DOI:10.3280/EDS2019-031008

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche