Clicca qui per scaricare

Pensare per tracce
Titolo Rivista: EDUCAZIONE SENTIMENTALE 
Autori/Curatori:  Laura Boella 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: 31 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  4 P. 160-163 Dimensione file:  108 KB
DOI:  10.3280/EDS2019-031013
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il tema delle tracce ha nella filosofia della speranza di Ernst Bloch un ruolo centrale in quanto rappresenta una delle molteplici figure di ciò che è in cammino e unisce in sé il tema del viaggio in una terra incognita e della scoperta delle pre-apparizioni di ciò che non è ancora mai stato. Nella sua forma verbale "andare per tracce, andare a tentoni", indica una capacità percettiva in cui tutti i cinque sensi vengono attivati, una sorta di sinergia tra il corpo e la mente, tra sensazione, osservazione, immaginazione, ragionamento, che permette di andare oltre i meri dati sensibili, di "vedere" e "sentire" di più e quindi anche di "pre-vedere" e "pre-sentire". Le "tracce" sono in definitiva la realtà che si dà al pensiero in forma di scarto, frammento, minutaglia, avvenimenti sparpagliati e ambigui, ma ad alta intensità esistenziale e utopica, perché colta nel suo momento palpitante e indeciso, sospeso tra passato e futuro, tra non-più e non-ancora.


Keywords: Andare per tracce, pre-vedere, pre-sentire, pensare affabulante, incompiutez-za, spaesamento, realtà utopica

Laura Boella, in "EDUCAZIONE SENTIMENTALE" 31/2019, pp. 160-163, DOI:10.3280/EDS2019-031013

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche