Pazienti addicted ad Elevata Complessità Socio-Sanitaria (ECoSS): dall’approccio intuitivo alla definizione di criteri scientifici. Studio retrospettivo osservazionale su una popolazione di 1.003 pazienti
Titolo Rivista: MISSION 
Autori/Curatori: Enrico De Vivo, Marilu Foti, Manuela Mellano, Emanuele Bignamini 
Anno di pubblicazione:  2018 Fascicolo: 52 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  17 P. 9-25 Dimensione file:  0 KB
DOI:  10.3280/mis52-2018oa8367
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 

 

Articolo Open Access
Clicca qui per vederlo.

Un paziente ad "Elevata Complessità SocioSanitaria" (ECoSS), rappresenta l’esito conclusivo di un investimento terapeutico e, tendenzialmente, non ha più possibilità di riabilitazione; quindi, impegnerà risorse del sistema di cura per tutta la durata della sua vita, costituendo un elemento da considerare in termini di programmazione e investimento delle risorse.  A fronte di queste considerazioni, si pongono diverse questioni. Quando è possibile definire un paziente ECoSS? Qual è la prevalenza dei pazienti che possono essere definiti ECoSS sul totale di quelli in cura? Quali caratteristiche specifiche hanno rispetto ai pazienti "non ECoSS" in cura e rispetto alla popolazione generale? Sono stati esaminati 1003 pazienti allo scopo di rispondere a queste domande.


Keywords: Pazienti addicted ad Elevata Complessità Socio-Sanitaria; ECoSS; criteri scientifici; risorse, trattamento

Enrico De Vivo, Marilu Foti, Manuela Mellano, Emanuele Bignamini, in "MISSION" 52/2018, pp. 9-25, DOI:10.3280/mis52-2018oa8367

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche