Clicca qui per scaricare

La famiglia mediata. I passaggi d’uso tra media tradizionali e media digitali nella percezione di un gruppo di studenti universitari
Titolo Rivista: GRUPPI 
Autori/Curatori: Tiziana Piccioni , Renato Stella 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  16 P. 95-110 Dimensione file:  209 KB
DOI:  10.3280/GRU2019-001008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La diffusione delle nuove tecnologie e la moltiplicazione dei dispositivi perso-nali di accesso alla rete internet sono aspetti che influenzano il ruolo dei media in ambito domestico. Sulla base dei resoconti di 131 studenti, che avevano per ogget-to la presenza e l’utilizzo dei media nelle loro famiglie, abbiamo esplorato la percezione che essi hanno degli usi propri e degli altri componenti del nucleo familiare, con particolare riguardo alle differenze di competenze attribuite agli adulti. La tv risulta essere ancora il medium più considerato dai partecipanti alla ricerca, soprat-tutto in relazione al migrare di formati e contenuti televisivi verso dispositivi new-mediali, oltre al tipo di integrazione di servizi che l’apparecchio televisivo consente grazie alle nuove tecnologie. Queste ultime, e in particolare lo smartphone, favoriscono il riarticolarsi di uno spazio di compresenza che accoglie differenti attività individuali, configurando così una peculiare dimensione di privatezza. È un aspetto che emerge come trasversale alle generazioni che compongono il nucleo familiare. Tuttavia, gli studenti si riferiscono alle competenze d’uso dei nuovi media, e alla fluidità con la quale le pratiche d’utilizzo s’inseriscono nelle routine quotidia-ne, come prerogativa specifica dei giovani, avanzando non poche critiche alla scarsa abilità pratica degli adulti.


Keywords: Famiglia, Differenze generazionali, Nuovi media, Privatizzazione,

  1. Anderson L. (2006). Analytic Autoethnography. J. of Contemporary Ethnography, 35, 4: 373-395., DOI: 10.1177/089124160528044
  2. Aroldi P. (2015). Famiglie connesse. Social network e relazioni familiari online. Media Education, 6, 1: 1-17.
  3. Bamberg M. (2006). Biographic-narrative Research, Quo Vadis? A Critical Review of “Big Stories” from the Perspective of “Small Stories”. In: Bamberg M., Milnes K., Horrocks C., Kelly N., Roberts B. & Robinson D., a cura di, Narrative, Memory, and Knowledge: Representations, Aesthetics, and Contexts. Huddersfield: University of Huddersfield Press.
  4. Bovill M. & Livingstone S. (2001). Children and their Changing Media Environment: A European Comparative Study. Mahwah, N.J.: Erlbaum.
  5. Casetti F., a cura di (1995). L’ospite fisso. Televisione e mass media nelle famiglie italiane. Milano: San Paolo.
  6. Casetti F. e Piotti P. (1990). La coppia esposta. Contenuti e modi della rappresentazione della coppia in televisione. Famiglia Oggi, 47: 60-78.
  7. Chambers D. (2015). Changing Media, Homes and Households. New York: Routledge.
  8. Chang H. (2016). Autoethnography as Method. London: Routledge.
  9. Di Fraia G. (2004). Storie con-fuse: pensiero narrativo, sociologia e media. Milano: FrancoAngeli.
  10. Ellis C., Adams T.E. & Bochner A.P. (2011). Autoethnography: An Overview. Historical Social Research/Historische Sozialforschung, 36, 4: 273-290.
  11. Fanchi M.G. (2002). Famiglia e mass media. In: Lever F., Rivoltella P.C. e Zanacchi A., a cura di, La comunicazione. Dizionario di scienze e tecniche. Roma: Elledici, Rai-Eri.
  12. Flichy P. (1995). Dynamics of Modern Communication: The Shaping and Impact of New Communication Technologies. London: Sage.
  13. Gerbner G. (1986). Living with Television. The Dynamics of the Cultivation Process. In: Bryant J. & Zillmann D., a cura di, Perspectives on Media Effects. Hillsdale: Erlbaum.
  14. Haddon L. (2013). Mediazione parentale all’uso di internet. La valutazione delle relazioni familiari. In: Scabini E. e Rossi G., a cura di, Famiglia e nuovi media. Milano: Vita e Pensiero.
  15. Lindlof T.R., a cura di (1987). Natural Audiences. Qualitative Research of Media Uses and Effects. Norwood: Ablex.
  16. Livingstone S. (1999). New Media, New Audiences? In: New media & Society, 1, 1: 59-66.
  17. Livingstone S. (2002). Young People and New Media: Childhood and the Changing Media Environment. London: Sage.
  18. Livingstone S. (2007). From Family Television to Bedroom Culture: Young People’s Media at Home. In: Livingstone S., Haddon L., Görzig A. & Ólafsson K. (2011). Risks and Safety on the Internet: The Perspective of European Children. Full Findings. London: LSE.
  19. Livingstone S. (2012). Critical Reflections on the Benefits of ICT in Education. Oxford Review of Education, 38, 1: 9-24.
  20. Livingstone S., Haddon L., Görzig A. & Ólafsson K. (2011). Risks and Safety on the Internet: The Perspective of European Children. Full Findings. London: LSE., DOI: 10.1080/03054985.2011.57793
  21. Lull J. (1990). Inside Family Viewing. Etnographic Research on Television’s Audiences. London: Routledge.
  22. Magaudda P. (2012). Oggetti da ascoltare. Hifi, iPod e il consumo delle tecnologie musicali. Bologna: il Mulino.
  23. Magaudda P. (2016). Giovani e musica. In: Riva C. e Scarcelli C.M., a cura di, Giovani e media. Temi, prospettive, strumenti. Milano: McGraw-Hill.
  24. Magaudda P., Piccioni T. e Scarcelli M.C. (2019). “How I Learned to Stop Worrying and Love the Smartphone”: Mobile Technologies and the Recomposition of Smartphone Collective Practices. Media Education (forthcoming).
  25. Mascheroni G. (2013). La sfida di internet al ruolo genitoriale. I dati Eu Kids Online. In: Scabini E. e Rossi G., a cura di, Famiglia e nuovi media. Milano: Vita e Pensiero.
  26. Mascheroni G. (2014). Giovani, media digitali e vita quotidiana. In: Magaudda P., a cura di, “Media digitali e innovazioni tecnologiche. Tavola rotonda”. Studi Culturali, 1: 57-100.
  27. Moores S. (1993). Interpreting Audiences: The Ethnography of Media Consumption. London: Sage.
  28. Morley D. (1986). Family Television. Cultural Power and Domestic Leisure. London: Comedia.
  29. Murru M.F. (2012). La mediazione sociale. In: Mascheroni G., a cura di, I ragazzi e la rete. La ricerca Eu Kids Online e il caso Italia. Brescia: La Scuola.
  30. Nobile S., a cura di (2015). Famiglia, TV e nuovi media. Report di ricerca,
  31. Riva C. (2017). Giovani, adulti e nuovi media. In: Pattaro C., Riva C. e Tosolini C., a cura di, Sguardi digitali. Studenti, docenti e nuovi media. Milano: FrancoAngeli.
  32. Robertson J. (1988). Sociologia. Bologna: Zanichelli.
  33. Scarcelli C.M. (2010). Media e famiglia: vecchie differenze e nuove ricontrattazioni. In: Drusian M. e Riva C., a cura di, Bricoleur high tech. I giovani e le nuove forme della comunicazione. Milano: Guerini.
  34. Silverstone R., Hirsch E. & Morley D. (1992). Information and Communication Technologies and the Moral Economy of the Household. In: Silverstone R. & Hirsch, a cura di, Consuming Technologies. Media and Information in Domestic Spaces. London: Routledge.
  35. Tarozzi M. (2007). Il governo della TV. Etnografie del consumo televisivo in contesti domestici. Milano: FrancoAngeli.

Tiziana Piccioni , Renato Stella, in "GRUPPI" 1/2019, pp. 95-110, DOI:10.3280/GRU2019-001008

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche