Clicca qui per scaricare

Legami familiari e violenza, il lavoro del gruppo nella pensabilità
Titolo Rivista: GRUPPI 
Autori/Curatori: Anna Iannotta 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  6 P. 175-179 Dimensione file:  127 KB
DOI:  10.3280/GRU2019-002017
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Dalla lettura di testo di Gabriele Profita, si prende spunto per interrogarsi sul la-voro che si può svolgere in un gruppo per quei soggetti che nella loro vita si trovano a dover affrontare un legame aggressivo. Quanto il percorso terapeutico può per-mettere al soggetto di vedersi in una prospettiva di riconoscimento, e ripercorrere le identificazioni cristallizzate della propria storia in un’ottica di evoluzione. Il lavoro di gruppo può aiutare una diversa rappresentazione di sé.


Keywords: Riconoscimento, Legame familiare, Specchio, Rappresentazione, Psicodramma.

  1. Aulagnier P. (1975). La violenza dell’interpretazione. Roma: Borla, 2005.
  2. Gaudé S. (1998). Sulla Rappresentazione. Roma: Apes Italia, 2015.
  3. Lacan J. (1991). Libro XVII. Il rovescio della psicoanalisi. Torino: Einaudi.
  4. Profita G. (2014). Malinteso e conflitto: il sottile confine tra negoziare e agire Gruppi, XV, 1: 55-67., DOI: 10.3280/GRU2014-001006
  5. Winnicott D.W. (1967). Gioco e realtà. Roma: Armando, 1974.

Anna Iannotta, in "GRUPPI" 2/2019, pp. 175-179, DOI:10.3280/GRU2019-002017

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche