La carestia napoletana del 1763-64: sguardi incrociati

Titolo Rivista: SOCIETÀ E STORIA
Autori/Curatori: Annastella Carrino
Anno di pubblicazione: 2020 Fascicolo: 168 Lingua: Italiano
Numero pagine: 4 P. 229-232 Dimensione file: 23 KB
DOI: 10.3280/SS2020-168001
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Fra il 1763 e il 1764 il regno di Napoli viene colpito da una carestia molto grave, che la storiografia ha letto sostanzialmente in chiave di scontro fra "vecchi" poteri urbani e "nuovi" poteri statali, incarnati dalla figura di Tanucci. Nei saggi qui raccolti, si propone una lettura a più voci del fenomeno, osservato da punti di vista istituzionali, geografici e documentari diversi, per dare corpo a un’indagine multifocale e integrata che ne restituisca tutta la complessità.

Annastella Carrino, La carestia napoletana del 1763-64: sguardi incrociati in "SOCIETÀ E STORIA " 168/2020, pp 229-232, DOI: 10.3280/SS2020-168001