Allostasi e cervello

Titolo Rivista: PNEI REVIEW
Autori/Curatori: Andrea Minelli
Anno di pubblicazione: 2020 Fascicolo: 1 Lingua: Italiano
Numero pagine: 9 P. 32-40 Dimensione file: 99 KB
DOI: 10.3280/PNEI2020-001004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Il cervello si è evoluto per garantire l’allostasi, intesa come regolazione predittiva e coordinata dei sistemi fisiologici, cognitivi e comportamentali in anticipazione delle sfide ambientali. La corteccia del cingolo e l’insula anteriore, insieme alla corteccia prefrontale mediale e ventro-laterale, costituiscono un substrato neurale coinvolto sia nei processi associativi superiori alla base delle funzioni psico-cognitive sia nei processi di adattamento allostatico. Tali aree, infatti, comunicano reciprocamente con strutture sottocorticali (amigdala, striato, ipotalamo, sostanza grigia periacqueduttale) che modulano il guadagno e i set-point dei circuiti di controllo omeostatico operanti a livello tronco-encefalico e midollare. Lo sbilanciamento cronico dei sistemi allostatici può indurre un profondo rimodellamento dei circuiti cerebrali, con atrofia e/o alterazioni funzionali specialmente a carico di quelle strutture che sono primariamente coinvolte nell’allostasi. Il modello allostatico fornisce una cornice teorica utile per interpretare la risposta da stress e gli effetti dello stress cronico sulle funzioni cerebrali e sul rischio di patologie neuropsichiatriche.

  1. Barbas H. (2015). General cortical and special prefrontal connections: principles from structure to function. Ann. Rev. Neurosci., 38: 269-289.
  2. Barrett L.F., Quigley K.S. and Hamilton P. (2016). An active inference theory of allostasis and interoception in depression. Phil. Trans. R Soc. Lond. B Biol. Sci., 371(1708): 20160011
  3. Clark A. (2013). Whatever next? Predictive brains, situated agents, and the future of cognitive science. Behav. Brain Sci., 36(3): 181-253. DOI: 10.1017/S0140525X1200047
  4. Goodkind M., Eickhoff S., Oathes D.J., Jiang Y., Chang A., Jones-Hagata L.B., Ortega B.N., Zaiko Y.V., Roach E.L., Korgaonkar M.S., Grieve S.M., Galatzer-Levy I., Fox P.T. and Etkin A. (2015). Identification of a common neurobiological substrate for mental illness. JAMA Psychiatry, 72(4): 305-315.
  5. McEwen B.S. and Gianaros P.J. (2010). Central role of the brain in stress and adaptation: Links to socioeconomic status, health, and disease. Ann. New York Acad. Sci., 1186: 190-222.
  6. McEwen B.S., Nasca C. and Gray J.D. (2016). Stress effects on neuronal structure: hippocampus, amygdala, and prefrontal cortex. Neuropsychopharmacology, 41(1): 3-23.
  7. McGowan P.O., Sasaki A. and D’Alessio A.C. (2009). Epigenetic regulation of the glucocorticoid receptor in human brain associates with childhood abuse. Nat. Neurosci., 12(3): 241-243.
  8. Nemeroff C.B. (2016). Paradise lost: the neurobiological and clinical consequences of child abuse and neglect. Neuron, 89(5): 892-909.
  9. Rubin T.G., Gray J.D. and McEwen B.S. (2014). Experience and the ever-changing brain: what the transcriptome can reveal. Bioessays, 36(11): 1072-1081.
  10. Sterling P. (2012). Allostasis: a model of predictive regulation. Physiol. Behav., 106(1): 5-15.
  11. Szyf M., Weaver I.C.G., Champagne F.A., Diorio J. and Meaney M.J. (2005). Maternal programming of steroid receptor expression and phenotype through DNA methylation in the rat. Front. Neuroendocrinology, 26(3-4): 139-162.
  12. Tost H., Champagne F.A. and Meyer-Lindenberg A. (2015). Environmental influence in the brain, human welfare and mental health. Nat. Neurosci., 18(10): 4121-4131.

Andrea Minelli, Allostasi e cervello in "PNEI REVIEW" 1/2020, pp 32-40, DOI: 10.3280/PNEI2020-001004