Efficienza economica, libertà e tutela dai poteri privati: a cosa serve il principio di libera concorrenza?

Titolo Rivista: DIRITTO COSTITUZIONALE
Autori/Curatori: Giorgio Repetto
Anno di pubblicazione: 2021 Fascicolo: 1 Lingua: Italiano
Numero pagine: 24 P. 99-122 Dimensione file: 217 KB
DOI: 10.3280/DC2021-001005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Il crescente rilievo dei postulati dell’economia del benessere ha indotto, nell’ultimo mez-zo secolo, una trasformazione nelle finalità delle normative antimonopolistiche, dalla salvaguardia della libertà di contrarre al perseguimento dell’efficienza economica. Questa evoluzione ha influenzato la disciplina europea della concorrenza, che oggi tuttavia vede riespandersi una sua connotazione mutipurpose, in quanto rivolta al perseguimento di fina-lità ulteriori. Ciò induce a considerare con maggiore cautela le continuità e le dissonanze con l’ordinamento italiano, per il quale la concorrenza può essere ricondotta tanto a finalità di utilità sociale quanto alla necessità di tutela della libertà rispetto ai poteri privati.

Giorgio Repetto, Efficienza economica, libertà e tutela dai poteri privati: a cosa serve il principio di libera concorrenza? in "DIRITTO COSTITUZIONALE" 1/2021, pp 99-122, DOI: 10.3280/DC2021-001005