Le squadre irregolari di "polizia" nell’aeronautica nazionale repubblicana. Milano 1944-1945

Titolo Rivista: ITALIA CONTEMPORANEA
Autori/Curatori: Angelo Calloni
Anno di pubblicazione: 2021 Fascicolo: 295 Lingua: Italiano
Numero pagine: 29 P. 39-67 Dimensione file: 211 KB
DOI: 10.3280/IC2021-295002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Lo studio si prefigge lo scopo di indagare le squadre irregolari di "polizia" che si formarono nell’Aviazione repubblicana, a Milano durante la Rsi, fra il 1944 e il 1945, con l’obiettivo di praticare lo squadrismo. Si tratta di una ricerca prettamente d’archivio, basata sui documenti dell’Ufficio storico dell’aeronautica militare, sul fondo Corte d’assise straordinaria di Milano e sui fondi dell’Archivio cen-trale dello stato di Roma. L’analisi si inserisce quindi negli studi sulle squadre di polizia della Repubbli-ca sociale italiana ma, allo stesso tempo, cerca di avviare un filone di ricerca specifico, che riguarda un tipo di polizia "informale", volontaria e autonoma, nata in un contesto militare, formale e istituzionalizza-to. L’esposizione descrive brevemente la condizione dell’Aeronautica di Salò, per poi entrare nello spe-cifico delle squadre oggetto di studio, analizzandone la genesi, la composizione, la struttura, le peculiari-tà. Una parte della ricerca espone quindi gli eventi storici, focalizzandosi su come queste squadre eserci-tarono il ruolo di polizia in chiave anti-partigiana. Un ampio spazio dello studio è dedicato a valutare le responsabilità dei vertici militari, mentre un altro indaga il volontarismo e le aspirazioni personali degli avieri. Ne esce un quadro oggettivo che offre ampi spunti per continuare a studiare il fenomeno delle polizie irregolari nei corpi militari, anche in chiave comparativa, soprattutto riguardo i casi analoghi con protagonista la Wehrmacht tedesca o l’esercito francese di Vichy, oltre che altri corpi italiani di stanza in luoghi percorsi da attività partigiana.

Angelo Calloni, Le squadre irregolari di "polizia" nell’aeronautica nazionale repubblicana. Milano 1944-1945 in "ITALIA CONTEMPORANEA" 295/2021, pp 39-67, DOI: 10.3280/IC2021-295002