Clicca qui per scaricare

Didattica pandemica. La digitalizzazione forzata della scuola italiana durante l’epidemia da Covid-19
Titolo Rivista: PRISMA Economia - Società - Lavoro 
Autori/Curatori: Valerio Cuccaroni 
Anno di pubblicazione:  2020 Fascicolo: 1  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  18 P. 59-76 Dimensione file:  281 KB
DOI:  10.3280/PRI2020-001005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La pandemia da Covid-19 ha indotto le istituzioni scolastiche italiane a sostituire la didattica in presenza con una varietà di forme di apprendimento online. Per indicare queste forme di e-learning, il governo italiano ha fatto ricorso al termine Didattica a Distanza (DaD) creando un neologismo semantico che denuncia la mancanza di inquadramento storico-pedagogico e di un piano già predisposto, con la conseguente necessità di improvvisare. Come nel resto d’Europa, la maggior parte dei docenti ha insegnato online per la prima volta e ha trasposto a distanza le pratiche tipiche della presenza. Criticata dal movimento nazionale Priorità alla Scuola, con occupazioni di scuole e decine di manifestazioni in oltre 60 città ita-liane, alla fine del primo lockdown la DaD è stata subordinata dal Ministero dell’Istruzione alla necessità di garantire l’insegnamento in presenza, tranne che in situazioni di rinnovata emergenza sanitaria per le quali ogni scuola è stata chiama-ta a elaborare un Piano scolastico per la didattica digitale integrata. In assenza degli spazi necessari, del personale idoneo e dei trasporti sufficienti a garantire la didattica in presenza e in sicurezza, a causa dell’aumento autunnale dei contagi la DaD è tornata al 100% nelle scuole superiori da novembre 2020. In seguito alle denunce degli psichiatri sull’aumento dei ricoveri e del disagio psichico tra gli ado-lescenti, iniziate a gennaio 2021, a cui si sono aggiunti gli allarmi sull’aumento dell’abbandono scolastico, ad aprile 2021 la DaD è stata limitata al 50% in zona rossa e al 70% in zona gialla e arancione, dal nuovo Governo Draghi, dimostrando il fallimento dell’integrazione forzata della didattica digitale ma non rinunciando-vi. Stando ai dati forniti dall’osservatorio Eduscopio della Fondazione Agnelli, chi dovrebbe guidare il delicato percorso di integrazione della didattica digitale nelle pratiche educative abituali, ovvero le ventidue scuole fondatrici del movimento istituzionale delle Avanguardie Educative, promosso dall’Indire, raggiunge me-diamente ottimi risultati soltanto in ambito professionale e tecnico, mentre su 27 indirizzi che preparano all’università solo 13 figurano tra i primi posti della classifi-ca che misura i risultati dei diplomati all’esame di maturità e al primo anno di uni-versità. A fronte di questi scarsi risultati, occorre interrogarsi sullo stretto legame tra INDIRE e imprese private come le multinazionali dell’informatica e C2Group, azienda di riferimento in Italia nel settore, che fornisce ambienti digitali integrati alle scuole ed è sponsor della fiera Didacta, inserita dal MIUR tra gli eventi previsti dal piano pluriennale di formazione dei docenti.


Keywords: formazione, E-learning, Freesoftware, Ministero della Pubblica Istruzione, avanguardia educativa.

  1. Anagrafe Nazionale dell’Edilizia Scolastica (2021) Consultazione dei dati sulla consistenza e sulla funzionalità del patrimonio di edilizia scolastica, -- disponibile su: https://qranalytics.pubblica.istruzione.it/cruscottoedilizia/extensions/EdiliziaScolastica/EdiliziaScolastica.html?USER=893362.
  2. Barbuscia L. (2021) “Boom di tentativi di suicidio tra bimbi e ragazzi causa del Covid-19. Tra le carenze scuola e sport”, Repubblica, cronaca di Roma, 18/1/, -- https://roma.repubblica.it/cronaca/2021/01/18/news/roma_coronavirus_boom_di_tentativi_di_suicidio_tra_bambini_e_adolescenti_l_allarme_del_bambino_gesu_-283044114/.
  3. Carboni C. (2020) Magia nera. Il fascino pericoloso della tecnologia, Luiss University Press: Roma, p. 18.
  4. De Mauro T. (2014) Prefazione. In Maglioni (2014), p. 9
  5. Di Carlo M. (2020) “Didattica a distanza”, Italiano digitale, XIV(3) (luglio-settembre), p. 82.
  6. Di Nunzio D., Pedaci M., Pirro F., Toscano E. (2020) La scuola «restata a casa». Organizzazione, didattica e lavoro durante il lockdown per la pandemia di Covid-19, Working paper, Fondazione Giuseppe Di Vittorio, -- disponibile su: http://www.flcgil.it/sindacato/documenti/scuola/la-scuola-restata-a-casa-organizzazione-didattica-e-lavoro-durante-il-lockdown-per-la-pandemia-di-covid-19-working-paper.flc.
  7. Fioritti A. (2021) “L’altra faccia della pandemia. Malessere dei giovani e crisi delle Neuropsichiatrie Infantili”, Quotidiano Sanità, 29/3, -- consultabile su: http://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=94076.
  8. Fondazione Giovanni Agnelli (2012) I nuovi laureati. La riforma del 3+2 alla prova del mercato del lavoro, Editori Laterza: Bari.
  9. Han B.-C. (2015) Nello sciame. Visioni del digitale, Nottetempo: Roma, tit. or. Id. (2013), Im Schwarm. Ansichten des Digitalen, Matthes & Seitz: Berlin.
  10. INDIRE La raccolta dei prodotti, -- consultaibile su: http://innovazione.indire.it/avanguardieeducative/prodotti.
  11. INDIRE (2014) Il Manifesto delle Avanguardie Educative, -- consultabile su: http://innovazione.indire.it/avanguardieeducative/il-manifesto.
  12. INDIRE (2020a) Pratiche didattiche durante il lockdown, Report integrativo, -- disponibile su: https://www.indire.it/wp-content/uploads/2020/12/Report-integrativo-Novembre-2020_con-grafici-1.pdf.
  13. INDIRE (2020b) “DDI: dalla teoria alla pratica, nel nuovo webinar delle Avanguardie educative”, Indire informa, 29/10, -- consultabile su: https://www.indire.it/2020/10/29/ddi-dalla-teoria-alla-pratica-nel-nuovo-webinar-delle-avanguardie-educative/.
  14. IPSOS (2021) I giovani al tempo del coronavirus, -- consultabile su: https://s3.savethechildren.it/public/files/uploads/pubblicazioni/i-giovani-ai-tempi-del-coronavirus.pdf.
  15. Kelly G. (1955) The Psychology of Personal Constructs, 2 Voll., Norton: New York, trad. it. Id. (2004), La psicologia dei costrutti personali, Raffaello Cortina: Milano.
  16. Maglioni M., Biscaro F. La classe capovolta. Innovare la didattica con il flipped classroom, Erickson: Trento, p. 24
  17. Margiotta C. et al. (2021) “Cara ministra Azzolina, l'insegnamento a distanza non può sostituire la scuola”, Repubblica, redazione di Firenze, 18/4/2020, -- consultabile su: https://firenze.repubblica.it/cronaca/2020/04/18/news/_cara_ministra_azzolina_l_insegnamento_a_distanza_non_puo_sostitutire_la_scuola_-254311010/.
  18. MIUR (2020a) Scuola, presentate le linee guida per settembre, -- disponibile su: https://miur.gov.it/web/guest/-/scuola-presentate-le-linee-guida-per-settembre.
  19. MIUR (2020b) Linee guida per la Didattica digitale integrata, -- disponibile su: https://www.miur.gov.it/documents/20182/0/ALL.+A+_+Linee_Guida_DDI_.pdf/f0eeb0b4-bb7e-1d8e-4809-a359a8a7512f.
  20. Piaget J. (1970) L'épistémologie génétique, Presse Universitaire de France: Parigi, trad. it. Id. (1970), L’epistemologia genetica, Laterza: Bari.
  21. Santarpia V. (2021) “Scuola, preside multata per 500 euro: «Avevo solo cercato aule in più»”, Corriere della Sera, 10/5, -- consultabile su: https://www.corriere.it/scuola/secondaria/21_maggio_10/scuola-preside-multata-500-euro-avevo-solo-cercato-aule-piu-5eeb39c4-b196-11eb-97b4-aa5e7b1c1388.shtml.
  22. School Education Gateway (2020) Sondaggio sull’apprendimento online e a distanza: risultati, -- disponibile su: https://www.schooleducationgateway.eu/it/pub/viewpoints/surveys/survey-on-online-teaching.
  23. Venturini I., Zunino C. (2021) “I dispersi della Dad. Quei 200 mila ragazzi in fuga dalla scuola”, Repubblica, 16/5, -- consultabile su: https://rep.repubblica.it/pwa/generale/2021/05/16/news/i_dispersi_della_dad_quei_200_mila_ragazzi_in_fuga_dalla_scuola-301333451/.
  24. Vygotskji L. S. (1934) Myšlenie i reč', trad. it. Id. (1966), Giunti Barbera: Firenze.

Valerio Cuccaroni, in "PRISMA Economia - Società - Lavoro" 1/2020, pp. 59-76, DOI:10.3280/PRI2020-001005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche