Clicca qui per scaricare

Tra questione siciliana e questione mafiosa. Sul giornale "L’Ora" nella seconda metà degli anni Cinquanta
Titolo Rivista: ITALIA CONTEMPORANEA 
Autori/Curatori: Ciro Dovizio 
Anno di pubblicazione:  2021 Fascicolo: 297  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  31 P. 36-66 Dimensione file:  223 KB
DOI:  10.3280/IC2021-297002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Negli anni Cinquanta il Partito comunista acquisì l’antica testata de "L’Ora" con l’obiettivo di allargare l’opinione di sinistra in Sicilia. Alla direzione fu chiamato il calabrese Vittorio Nisticò, già redattore del giornale filocomunista romano "Paese Sera", il quale seguì una linea fortemente regionalista, critica verso la gestione democristiana dell’autonomia, propugnando alleanze non necessariamente in sintonia col quadro nazionale. Opzione, questa, venuta alla ribalta nel 1958-60 con i governi regionali di Silvio Milazzo, appoggiati da dissidenti Dc, destre e, sia pure esternamente, dai social-comunisti. A tale prospettiva venne affiancandosene, a un certo punto, un’altra di pugnace contestazione della mafia e dei suoi rapporti con la Democrazia cristiana, divenuta presto la più autentica cifra del giornale. Logico che il discorso pubblico appiattisse la vicenda sull’immagine un po’ unilaterale del ‘quotidiano antimafia’. L’articolo affronta la fase iniziale della direzione Nisticò, attingendo alla collezione del giornale e a documenti d’archivio, sottolineando come solo parzialmente la dimensione regionalista si sovrapponesse a quella antimafia, balzata all’attenzione dell’opinione pubblica dopo la grande inchiesta dell’autunno 1958. Senza pretese di completezza, l’intento è d’indagare un caso ancora inesplorato dalla storiografia.


Keywords: Parole chiave: "L’Ora", Nisticò, Sicilianismo, Pci, Mafia, Milazzo

Ciro Dovizio, in "ITALIA CONTEMPORANEA" 297/2021, pp. 36-66, DOI:10.3280/IC2021-297002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche