Clicca qui per scaricare

Il fortunato incontro di un regista con un romanzo. Il viaggio di Felicia
Titolo Rivista: STUDI JUNGHIANI 
Autori/Curatori: Maria Lina Landi 
Anno di pubblicazione:  2012 Fascicolo: 35-36  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  19 P. 137-155 Dimensione file:  572 KB
DOI:  10.3280/JUN2012-035009
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’autrice, seguendo il racconto del viaggio di Felicia, sottolinea come i due autori, Egoyan e Trevor, nel romanzo e nel film, usino la stessa attenzione nel rilevare l’interconnessione tra ambiente e processi formativi nella presentazione dei protagonisti della storia. Sottolinea come, sempre attraverso l’indagine sui protagonisti, autore e regista si distanzino nell’attribuire a tali interconnessioni uno stesso destino evolutivo per la differente connotazione psicologica riservata, dall’uno e dall’altro, alla speranza e alle illusioni. L’autrice rintraccia, nella riflessione psicoanalitica contemporanea, i due diversi modi di valutare la "speranza" e le "illusioni" riconducibili l’uno alla valenza difensiva e alla funzione di distorsione dalla realtà e l’altro alla funzione evolutiva e di motivazione.


Keywords: Viaggio, individuazione, fiaba, evoluzione, speranza, illusioni

Maria Lina Landi, in "STUDI JUNGHIANI" 35-36/2012, pp. 137-155, DOI:10.3280/JUN2012-035009

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche