Clicca qui per scaricare

Mani che parlano: un’esperienza laboratoriale per "ricucire" le emozioni della propria storia
Titolo Rivista: MALTRATTAMENTO E ABUSO ALL’INFANZIA 
Autori/Curatori: Cecilia Ragaini, Angela Gammarano, Francesca Cerutti, Alessia Zangari, Federica Bianchi, Martina Branca 
Anno di pubblicazione:  2018 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  10 P. 93-102 Dimensione file:  174 KB
DOI:  10.3280/MAL2018-001007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La creatività costituisce da sempre una tecnica espressiva dei vissuti interni ed esterni dell’individuo, e consente di avviare un processo psicologico trasformativo autentico, incoraggiando lo sviluppo dell’autonomia psichica. Il lavoro presentato parte dall’esperienza laboratoriale "Ricucire la nostra storia", attività proposta in una scuola dell’hinterland milanese, ad alto tasso di immigrazione e fragilità familiari, dalla cooperativa Il Geco Onlus con il sostegno di Fondazione Cariplo. Attraverso l’arte del cucito, i bambini coinvolti hanno realizzato un artefatto creativo, guidati da stimoli autobiografici che facilitassero la rievocazione e la narrazione di eventi ed emozioni del proprio passato, presente, oltre che fantasie sul proprio futuro. Ogni incontro ha favorito l’apertura di sé al gruppo, l’integrazione delle proprie memorie, incrementando la consapevolezza di sé.


Keywords: Laboratorio psico-educativo, creatività, integrazione della propria storia, emozioni, memorie

  1. Bruner, J. S. (1968). Processes of cognitive growth: Infancy. Worcester: Clark University Press (Trad. it.: Prime fasi dello sviluppo cognitivo. Roma: Armando, 1971).
  2. Camaioni, L., & Di Blasio, P. (2012). Psicologia dello sviluppo (pp. 215-219). Bologna: il Mulino.
  3. Caravita, C. S., Donghi, E., Banfi, A., & Meneghini, F. (2016). Essere immigrati come fattore di rischio per la vittimizzazione nel bullismo: uno studio italiano su caratteristiche individuali e processi di gruppo. Maltrattamento e abuso all’infanzia, 18, 1, 59-87,, 10.3280/MAL2016-001004DOI: 10.3280/MAL2016-001004
  4. Carotenuto, A. (2003). Il tempo delle emozioni. Milano: Bompiani.
  5. Di Folco, S., De Campora, G., & Zavattini, G. C., (2016). Sintonie e dissintonie nei legami precoci: traiettorie di valutazione e considerazioni cliniche nei contesti ad alto rischio per lo sviluppo infantile. Maltrattamento e abuso all’infanzia, 18, 2, 71-93,, 10.3280/MAL2016-002005DOI: 10.3280/MAL2016-002005
  6. Ionio, C., Olivari, M. G., & Confalonieri, E. (2013). Eventi traumatici in adolescenza: risposte psicologiche e comportamentali. Maltrattamento e abuso all’infanzia, 15, 2, 87-99,, 10.3280/MAL2013-002005DOI: 10.3280/MAL2013-002005
  7. Jung, C. G. (1962). Ricordi sogni riflessioni. Milano: RCS.
  8. Jung, C. G. (1955-1956). Mysterium coniunctionis. In: Jung, C. G., Opere. Vol. 14. Torino: Boringhieri.
  9. McWilliams, N. (2011). Psychoanalytic diagnosis: Understanding personality structure in the clinical process. New York: The Guilford Press.
  10. Neumann, E. (1979). Creative man. New Jersey: Princeton University Press (Trad. it. di Vigorita, S. L’uomo creativo e la trasformazione. Venezia: Marsilio Saggi, 1993).
  11. Rigotti, F. (2002). Il filo del pensiero. Tessere, scrivere, pensare. Bologna: il Mulino.
  12. Sander, L. (2006). Sistemi viventi. L’emergere della persona attraverso l’evoluzione della consapevolezza. Milano: Cortina.
  13. Van der Kolk, B.(2014). The body keeps the score: Brain, mind, and body in the healing of trauma. New York: Viking Press. (Trad. it.: Il corpo accusa il colpo. Milano: Cortina, 2015).

Cecilia Ragaini, Angela Gammarano, Francesca Cerutti, Alessia Zangari, Federica Bianchi, Martina Branca, in "MALTRATTAMENTO E ABUSO ALL’INFANZIA" 1/2018, pp. 93-102, DOI:10.3280/MAL2018-001007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche