Clicca qui per scaricare

Ancora sulla responsabilità in psichiatria
Titolo Rivista:  PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE
Autori/Curatori: Pietro Pellegrini
Anno di pubblicazione: 2010 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 22 P. 207-228 Dimensione file: 502 KB
DOI: 10.3280/PU2010-002005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più, clicca qui e qui


Dopo la sentenza del 14-11-2007 (n. 10795/2008) di condanna di uno psichiatra per l’omicidio di un operatore ad opera di un paziente (vedi Pozzi, 2008), vi è stato un crescente interesse degli psichiatri italiani nel difendere la funzione di cura. Ma in seguito sono avvenute ulteriori condanne di psichiatri, infermieri e un medico generico per omicidi o suicidi commessi da pazienti. Inquietante è la condanna di una psichiatra perché un paziente che da mesi non accedeva al Centro di Salute Mentale (CSM) aveva provocato lesioni a una minore. Dopo aver esaminato alcuni procedimenti giudiziari, viene discussa la "posizione di garanzia" e il ruolo di linee guida e Raccomandazioni ministeriali. La psichiatria deve informare, documentare ed esplicitare nella cura co-costruita ciò che è appropriato ed esigibile, condividendo aspettative, rischi e benefici, colmando alcuni ritardi nell’adozione di buone pratiche e di misure di sicurezza ambientale e organizzativa.



Keywords: Psichiatria forense, responsabilità professionale, posizione di garanzia, linee guida, pratica clinica


    Pietro Pellegrini, Ancora sulla responsabilità in psichiatria in "PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE" 2/2010, pp. 207-228, DOI:10.3280/PU2010-002005

         


    FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche
    Acquista qui

    Informazioni sulla rivista

    Sottoscrivi il FEED
    per conoscere subito
    i contenuti dell'ultimo fascicolo di questa Rivista

    English Version

    Download credit

    Pubblicità