Clicca qui per scaricare

Dalla nuova Atene a Tebe. Il trauma in Freud e secondo Freud
Titolo Rivista: PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE 
Autori/Curatori:  Luigi Antonello Armando 
Anno di pubblicazione:  2010 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  30 P. 473-502 Dimensione file:  456 KB
DOI:  10.3280/PU2010-004003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Viene rilevata la presenza nel percorso di Freud di un trauma che non è né quello che egli intese nella teoria della seduzione, né quello che intese nella teoria della rimozione, ma quello costituito dall’incontro, nel suo grand tour in Italia, con la «bellezza assoluta» espressa da determinate opere del Rinascimento italiano. Viene poi rilevata la stretta consequenzialità tra questo trauma e la comparsa del paradigma costituito dal Complesso di Edipo. Su queste basi, si sostiene che tale comparsa e le declinazioni di quel paradigma nell’autoanalisi sono una costruzione difensiva di Freud rispetto al trauma, occorsogli immediatamente prima, costituito dall’incontro con quella bellezza, e intesa a seppellirla. Si sostiene poi che tale costruzione fa parte di una storia della reazione di rigetto nei confronti di quella bellezza iniziata subito dopo l’essersi questa manifestata, e attiva ancora oggi. Si forniscono infine alcuni elementi per una definizione sia del concetto di trauma in generale, sia del senso ontologico e storico della psicoterapia.


Keywords: Trauma, arte, bellezza, complesso d’Edipo, autoanalisi

Luigi Antonello Armando, in "PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE" 4/2010, pp. 473-502, DOI:10.3280/PU2010-004003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche