Peer Reviewed Journal
PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE
Psychotherapy and the Human Sciences
4 fascicoli all'anno , ISSN 0394-2864 , ISSNe 1972-5043
Prezzo fascicolo (inclusi arretrati): € 22,00
Prezzo fascicolo e-book (inclusi arretrati): € 19,00

Canoni 2018
Biblioteche, Enti, Società:
cartaceo (IVA inclusa): Italia € 87,50;Estero € 143,00;
solo online (IVA esclusa):  € 96,00;

Info  abbonamenti cartaceo     Info  licenze online

Atenei:
online (con arretrati, accesso perpetuo, formula plus )
Info licenze online

Privati:
cartaceo: € 76,50 (Italia); cartaceo: € 125,50 (Estero); solo online (privati): € 65,50 ; 
Info abbonamenti  Info CONVENZIONI

Abbonati qui


Psicoterapia e Scienze Umane è selezionata dall’American Psycological Association per il suo PsycINFO Journal Coverage List, il database bibliografico che raccoglie nel settore le più prestigiose riviste e pubblicazioni al mondo al fine di analizzarne gli articoli e le citazioni.
Il progetto di Psicoterapia e Scienze Umane ha origine nelle finalità e nel metodo di lavoro del "Gruppo Milanese per lo Sviluppo della Psicoterapia", organizzazione attiva in Italia dal 1960 e che dopo il 1970 proseguirà l’attività con la denominazione della testata della rivista. L’intenzione esplicita, che permane a tutt’oggi, era quella di fornire un servizio ai colleghi del settore specifico e dei possibili ambiti affini, lungo tre direttive fondamentali. Innanzi tutto, collegamento in tempo reale con il dibattito internazionale, per attenuare il ritardo, all’epoca particolarmente evidente, della situazione italiana. L’abitudine alla cultura storico-critica ha fatto da filtro rispetto al rischio di una piatta importazione culturale, e questo è stato e continua e essere un filone culturale specifico. L’attenzione ai processi formativi, nel loro legame concreto tra pratica clinica e costruzione della teoria, è l’ulteriore caratterizzazione delle scelte operate dalla rivista, che si può riassumere nelle parole dell’editoriale del n. 1/1967: «L’insicurezza, ritrovato quotidiano dell’esperienza terapeutica, diventa assunzione responsabile dei poli di conflitto nel campo delle scienze umane, per una chiarezza al di là delle false coscienze empiriche». In questa chiave l’interdisciplinarità reale, non accademica, si configura ancora quale obiettivo di un impegno professionale con forte impatto sociale, in opposizione alla cultura delle tolleranze parallele e degli opportunismi ecumenici. In linea con tali premesse la rivista ospita contributi di matrice psicoanalitica accanto a quelli di rappresentanti di discipline come psicologia, psichiatria, sociologia, antropologia, filosofia, scienze dell’educazione, storia. Alcune di queste componenti sono presenti fin dalla fondazione fra i membri della redazione e del comitato di consulenza. Il carattere di "servizio" si è accentuato dagli anni 1980 con una serie di rubriche fisse come "Classici della ricerca psicoanalitica" (dal 1989 al 1999, con trenta classici pubblicati), "Casi clinici" (dal 1987), "Recensioni" (dal 1984 come rubrica autonoma), "Riviste" (dal 1984, con gli indici e i riassunti di articoli selezionati delle principali riviste internazionali e nazionali del settore, a cui dal 2006 si è aggiunto anche un commento una volta all’anno sulla linea e i contenuti delle rispettive riviste), e "Tracce. Mummia Ridens" (dal 2004, curata da Pier Francesco Galli e Alberto Merini, con «la pubblicazione di materiali, editi o inediti, che tentano di ricostruire una specie di storia della psicologia, della psichiatria e della psicoterapia, a volte con la forza emozionale dell’aneddotica sottratta alle storiografie accademiche»).

Indici di tutte le annate: sito Internet: www.psicoterapiaescienzeumane.it/default.htm#indici

Direzione: Pier Francesco Galli, Marianna Bolko, Paolo Migone (responsabile).
Comitato di consulenza: Valeria P. Babini (Bologna), Gaetano Benedetti (Basilea), Alberto Burgio (Bologna), Morris N. Eagle (Los Angeles), Lawrence Friedman (New York), John E. Gedo (Chicago), Pedro Grosz (Zurigo), Robert R. Holt (New York), Emilio Modena (Zurigo), Tito Perlini (Trieste), Johannes Reichmayr (Vienna), Berthold Rothschild (Zurigo), Thomas von Salis (Zurigo), Tullio Seppilli (Perugia), Howard Shevrin (Ann Arbor), Frank J. Sulloway (Berkeley), Helmuth Thomä (Ulm), Judith Valk (Zurigo), Paul L. Wachtel (New York), Jerome C. Wakefield (New York), Drew Westen (Atlanta), Peter H. Wolff (Boston). Hanno fatto parte del comitato editoriale: Alessandro Ancona (Bologna), Tullio Aymone (Modena), Arno von Blarer (Zurigo), Enzo Codignola (Genova), Johannes Cremerius (Friburgo in Br.), Merton M. Gill (Chicago), Klaus Horn (Francoforte s.M.), Eustachio Loperfido (Bologna), Giambattista Muraro (Milano), Berta Neumann (Milano), Paul Parin (Zurigo), Michele Ranchetti (Firenze), Paul Roazen (Boston), Joseph Weiss (San Francisco).
Cura delle rubriche:
Tracce: Pier Francesco Galli (responsabile) e Alberto Merini; Casi clinici: Nella Guidi (responsabile), Ruggero Lamantea e Paola Morra;
Recensioni: Andrea Castiello d'Antonio, Mauro Fornaro e Antonella Mancini (responsabile); Riviste: Jutta Beltz, Luisella Canepa, Andrea Castiello d'Antonio, Silvano Massa, Paolo Migone, Pietro Pascarelli e Mariangela Pierantozzi

Coordinatore della redazione (invio materiali per la pubblicazione, corrispondenza con gli autori ecc.): Paolo Migone, Via Palestro, 14 - 43123 - Parma. Telefono e fax 0521.960595; e-mail: migone@unipr.it. Per recensioni, schede, segnalazioni, libri da inviare, vedi pagina web www.psicoterapiaescienzeumane.it/recensioni.htm; sito web: www.psicoterapiaescienzeumane.it

La Rivista utilizza una procedura di referaggio doppiamente cieco (double blind peer review process), i revisori sono scelti in base alla specifica competenza. L’articolo verrà inviato in forma anonima per evitare possibili influenze dovute al nome dell’autore. La redazione può decidere di non sottoporre ad alcun referee l’articolo perché giudicato non pertinente o non rigoroso né rispondente a standard scientifici adeguati. I giudizi dei referee saranno inviati all’autore anche in caso di risposta negativa.

Per visionare i Referee della Rivista clicca qui

FrancoAngeli è consapevole dell’importanza - per accrescere visibilità e impatto delle proprie pubblicazioni - di assicurare la conservazione nel tempo dei contenuti digitali. A tal fine siamo membri delle due associazioni internazionali di editori e biblioteche - Clockss e Portico - nate per garantire la conservazione delle pubblicazioni accademiche elettroniche e l’accesso futuro nel caso in cui venissero a mancare le condizioni per accedere al contenuto tramite altre forme.

Sono repository certificati che offrono agli autori e alle biblioteche anche la garanzia dell’aggiornamento tecnologico e di formati per permettere di fruire in perpetuo e nel modo più completo possibile dei full text.

Per saperne di più: Home - CLOCKSS; Publishers – Portico.

La circolazione della rivista mira a valorizzarne l’impatto presso un pubblico di psichiatri, psicoterapeuti, psicoanalisti e operatori della salute mentale.



Articolo gratuito Articolo gratuito Articolo a pagamento Articolo a pagamento Acquista il fascicolo in e-book Fascicolo disponibile in e-book


Fascicolo 4/1994 


Michele Ranchetti, Osservazioni sull'olocausto nucleare
Daniel P. Schwartz, Struttura intrapsichica e interazione
Nella Guidi, Il transfert negativo irreprensibile
Marco Bacciagaluppi, Il contributo della teoria dell'attaccamento alla psicoterapia
Salvatore Inglese, Psicoanalisi pagana. Profilo della ricerca e della pratica etnopsichiatrica di Tobie Nathan
Tobie Nathan, Costretto a essere umano
Siegfrid Bernfeld, I fatti dell'osservazione in psicoanalisi


Fascicolo 3/1994 


Lawrence Friedman, Fascinazione e richieste in psicoanalisi: l'aspetto delle richieste
Otto F. Kernberg, John F. Clarkin, La valutazione della terapia dei disturbi di personalità
Goriano Rugi, Distruttività e setting di gruppo
Valeria P. Babini, La folie à deux di Lasègue e Falret
Trigant Burrow, Il metodo dell'analisi di gruppo
Paolo Migone, Intervento sul caso di disturbo ossessivo-compulsivo
Maurizia Boschi, Gabriella Russo, Intervento sui progetti terapeutici nei servizi
Nicola Spinosi, Sulla "terapia di Lago per Otello"
Anonimo, Alcune osservazioni del paziente ossessivo-compulsivo


Fascicolo 2/1994 


Michele Ranchetti, Freud: doppio contesto
John E. Gedo, Tra prolissità e riduzionismo: la teoria psicoanalitica e il rasoio di Occam
Jerome C. Wakefield, Freud e la psicologia cognitiva: l'interfaccia concettuale
Stefano Fissi, I Dsm tra iperkraepelinismo diagnostico ed ecumenismo linguistico in psichiatria
Alberto Lampignano, Cura e conoscenza
Sigrid Gunzel, Lo sviluppo della rappresentazione del Sé nei due generi: la differenza tra i sessi nella relazione di coppia
Richard Sterba, Il destino dell'Io nella terapia analitica
Giuseppe Prisi, Angela Peduto, Wilfredo Galliano, antonia Longo, Manuela Mazzucchelli, Guido Medri, Interventi sul caso di disturbo ossessivo-compulsivo
Paolo Migone, Intervento di risposta sul caso di disturbo ossessivo-compulsivo
Antonino Brignone, Intervento sul caso Michele


Fascicolo 1/1994 


Frank J. Sulloway, Una psicobiografia darwiniana
Robert R. Holt, La conferma delle ipotesi psicoanalitiche: una introduzione a Benjamin B. Rubinstein
Bejamin B. Rubinstein, Il problema della conferma in psicoanalisi clinica
Claudio Merini, Un nodo gordiano della psicoanalisi: la validità dell'interpretazione
Ulrich Wienand, La cura psicoanalitica nella clinica psicosomatica: paradosso, limite o sfida?
Anna Maria Guerrieri, La fine del Novecento
Hans W. Loewald, L'azione terapeutica della psicoanalisi
Paul L. Wachtel, Girdano Fossi, Giovanni Liotti, Interventi sul caso di disturbo ossessivo - compulsivo


Sommari delle annate

2018   2017   2016   2015   2014   2013   2012   2011   2010   2009   2008   2007   2006   2005   2004   2003   2002   2001   2000   1999   1998   1997   1996   1995   1994   1993   1992   1991   1990