Peer Reviewed Journal
FOR Rivista per la formazione
4 fascicoli all'anno , ISSN 1828-1966 , ISSNe 1972-506X
Prezzo fascicolo (inclusi arretrati): € 22,50
Prezzo fascicolo e-book (inclusi arretrati): € 19,50

Canoni 2019
Biblioteche, Enti, Società:
cartaceo (IVA inclusa): Italia € 91,00;Estero € 150,50;
solo online (IVA esclusa):  € 99,50;

Info  abbonamenti cartaceo     Info  licenze online

Atenei:
online (con arretrati, accesso perpetuo, formula plus )
Info licenze online

Privati:
cartaceo: € 80,50 (Italia); cartaceo: € 131,00 (Estero); solo online (privati): € 69,50 ; 
Info abbonamenti  Info Soci AIS

Abbonati qui


Tendenze, pratiche, strumenti. A cura dell'Aif (Associazione italiana formatori).
For si rivolge a tutti i professionisti della formazione, sia che operino all’interno di aziende ed organizzazioni (private, pubbliche, non profit), sia che le supportino esternamente lavorando in società di consulenza, enti e centri di formazione, scuole e università, o come free lance. Nasce dall’esperienza di AIF, la prima (opera dal 1975) e più grande (più di 2400 iscritti) associazione italiana per chi lavora nel campo della formazione. I suoi articoli abbracciano i temi relativi a tutti i processi di sviluppo dell’apprendimento e alle loro attività di supporto:
- ricerche, studi sul campo, tendenze
- analisi delle esigenze e delle opportunità formative
- progettazione di interventi formativi
- realizzazione dei progetti formativi, coordinamento, tutoring
- gestione d’aula
- controllo e verifica dei risultati e degli apprendimenti
- progettazione e valutazione di sistemi qualità per la formazione
- meccanismi e fisiologia degli apprendimenti
- creazione, capitalizzazione, diffusione e utilizzo degli apprendimenti organizzativi (learning systems)
La sua consultazione è stata pensata per tutti i diversi ruoli dei professionisti della formazione: ricercatori, progettisti, responsabili di progetto, responsabili di funzione, coordinatori, tutor, trainer, verificatori, valutatori, quality manager, direttori di centri, business school, master. For rappresenta una buona fonte di orientamento e formazione per gli studenti di Scienze dell’Educazione e per le persone che vogliono intraprendere la professione di formatore. Molti articoli risultano utili anche a chi svolge il ruolo di formatore o sviluppatore di competenze part-time come accade nei casi di capi che devono far crescere i propri collaboratori o di formatori-docenti interni alle aziende (persone che normalmente svolgono altre attività e che sono chiamati ad addestrare e formare neoinseriti o altri dipendenti sulle buone pratiche, sui metodi e sulle tecniche da loro presidiati).
For si articola nelle seguenti rubriche:
Editoriale: il punto della situazione sulla formazione in Italia o su alcuni dei suoi aspetti più interessanti
Focus: ogni numero affronta un tema caldo per la formazione dedicandogli una monografia in cui i vari aspetti del tema vengono affrontati da voci diverse
Analisi studi e ricerche
Approcci metodologici innovativi
Business Community
Experential Learning
Educazione e formazione alla pace
Formazione alla politica
Formazione e Pubblica Amministrazione
Formazione e Sanità
La formazione e la rete
L’Università per la conoscenza
Metodi, strumenti e buone pratiche
Orizzonti internazionali
Orizzonte Futuro
Persone e idee
Provocazioni
Recensioni per la formazione
Vita Associativa

Direttore Editoriale:Giusi Miccoli (giusi.miccoli@gmail.com)
Comitato scientifico: Pier Luigi Amietta (amietta1@virgilio.it) - Gianluca Bocchi (gianluca.bocchi@galactica.it) - Massimo Bruscaglioni (massimobruscaglioni@risfor.net) - Antonello Calvaruso (presidenza@associazioneitalianaformatori.it) - Pier Luigi Celli (presidenza@enit.it) - Mauro Ceruti (mauro.ceruti@ unibg.it) - Nadio Delai (info@nadiodelai.it) - Gianfranco Dioguardi (dioguardi@tin.it) - Domenico Lipari (domenico.lipari@uniroma1.it) - Gian Piero Quaglino (gpquaglino@vivenzia.it) - Paolo Macry (paolo.macry@fastwebnet.it) - Severino Salvemini (severino.salvemini@unibocconi.it) - Piero Trupia (piero.trupia@alice.it) - Giuseppe Varchetta (giuseppe.varchetta@tiscali.it) - Vito Volpe (vito.volpe@ismo.org) Comitato di redazione: Dario Arkel (d.arkel@hotmail.it) - Renato Bisceglie (renato.bisceglie@gmail.com) - Massimo Bruscaglioni (massimobruscaglioni@risfor.net) - Alessandro Cafiero (acalessandrocafiero@gmail.com) - Antonello Calvaruso (presidenza@associazioneitalianaformatori. it) - Maurizio Castagna (maurizio.castagna@mida. biz) - Riccardo Cicolini (riccardo.cicolini@gmail.com) - Enrico Cerni (enrico.cerni@generali.com) - Vindice Deplano (v.deplano@gmail.com) - Sergio Di Giorgi (srg.digiorgi@gmail.com) - Renato Di Nubila (renato.dinubila@unipd.it) - Dario Forti (darioforti@skole.it) - Myriam Ines Giangiacomo (mi.giangiacomo@bottegafilosofica.it) - Alfredo Loso (alfredo.loso@gmail.com) - Anna Malaguti (presidenza.aifveneto@gmail.com) - Chiara Martinelli (cmartinelli@qubisoft.it) - Maurizio Milan (mmilan@digitalaccademia.com) - Renato Montella (renato.montella@tin.it) - Ugo Righi (ugo.righi@gmail.com) - Giuseppe Romaniello (peppe.romaniello@gmail.com) - Rita Steffenoni (redazione.for@associazioneitalianaformatori.it) - Piero Trupia (piero.trupia@alice.it) - Giuseppe Varchetta (giuseppe.varchetta@tiscali.it) - Roberto Vardisio (roberto.vardisio@entropykn.net) - Paolo Viel (paoloviel@libero.it)

Per contattare la Redazione: AIF/Associazione Italiana Formatori, Via Antonio da Recanate 2, 20124 Milano Telefono 02/48013201, fax 02/48195756 e-mail: aifitaly@tin.it , www.associazioneitalianaformatori.it

FrancoAngeli è consapevole dell’importanza - per accrescere visibilità e impatto delle proprie pubblicazioni - di assicurare la conservazione nel tempo dei contenuti digitali. A tal fine siamo membri delle due associazioni internazionali di editori e biblioteche - Clockss e Portico - nate per garantire la conservazione delle pubblicazioni accademiche elettroniche e l’accesso futuro nel caso in cui venissero a mancare le condizioni per accedere al contenuto tramite altre forme.

Sono repository certificati che offrono agli autori e alle biblioteche anche la garanzia dell’aggiornamento tecnologico e di formati per permettere di fruire in perpetuo e nel modo più completo possibile dei full text.

Per saperne di più: Home - CLOCKSS; Publishers – Portico.

La circolazione della rivista mira a valorizza l’impatto presso tutti i professionisti della formazione, sia che operino all’interno di aziende ed organizzazioni (private, pubbliche, non profit), sia che le supportino esternamente lavorando in società di consulenza, enti e centri di formazione, scuole e università, o come free lance.



Articolo gratuito Articolo gratuito Articolo a pagamento Articolo a pagamento Acquista il fascicolo in e-book Fascicolo disponibile in e-book


Fascicolo 69/2006 


Gian Piero Quaglino, Il territorio delle 3 formazioni
Roberto Panzarani, La formazione all'innovazione
Piero Trupia, Educazione alla politica
Roberto Vardisio, Un seme che non germoglia. Per una creatività sinecologica
Andrea Laudadio, Paolo Renzi, Fabio Ferlazzo, Perché l'e-tutor migliora l'apprendimento? Alcune ipotesi
Christoph E. Mandl, What do we train when we train managers? A perspective from Austria
Luciano Ballabio, Arianna Ballabio, Matthieu Mantanus, Auto-formarsi tra aula, palestra ed orchestra
Marco Recchioni, Roberto Panzarani, Antonella Fiorenzani, Verso un approccio multidisciplinare allo studio dell'apprendimento
Antonio Dragonetto, Le parole e le cose. La prassi della Formazione tra illusione e trasformazione
Federica Colombo, a cura di, Indagine soci 2006
Javier Armaolea, Julio Gonzalez, Diversity Benchmarking Programme
Dario Forti, Giuseppe Varchetta, a cura di, Recensioni per la formazione
Per approfondire il dialogo con gli autori


Fascicolo 68/2006 


Pier Luigi Amietta, Tre anni di lavoro, ossia di gioco..
Marco Raimondi, Servizi Pubblici e mercato: sfide complesse ma affascinanti per la formazione
Luigi Mazzotta, Laura Acrisio, Poste Italiane: la responsabilità come fattore abilitante della qualità del servizio
Enza Dovini, Valera Ortega, Strategie di formazione per un modello di servizio Alitalia
Daniela Carosito, Ferrovie dello stato: è l'ora del cliente
Roberto Panzarani, Innovazione ed economia sostenibile
Luisa Puppo, Formazione e turismo: modelli analitici e alcune prorposte
Martyn Sloman, Twenty years in training
Massimo Culcasi, Andrea Pistone, L'analisi istituzionale: una esperienza di formazione
Nicola Piccinini, Fabrizio Evandri, Progettazione e sviluppo di web community: il caso OPS
Francesco Naviglio, Gianna Ruzzon, Il progetto e-learning INAIL. Un'esperienza per confrontarsi
Gabriele Bonfanti, Metropolitana e Olimpiadi: due diverse esperienze di declinazione delle strategie di formazione
Franco Prandi, Le culture della formazione in Sanità
Angelo Battista, Se in azienda il manager comunica con il cuore..
Maria Brandi, Grazia Domenichini, Dall'indagine di clima aziendale alla carta dei servizi della formazione
Gianfranco Goeta, A che punto è l'Executive Coaching in Italia
Massimo Reggiani, Meno aspirazioni e più traspirazioni
Primo Forum strategico AIF. AIF: il nuovo assetto organizzativo
Dario Forti, Giuseppe Varchetta, (a cura di), Recensioni per la formazione
Per approfondire il dialogo con gli autori


Fascicolo 67/2006 


Pier Sergio Caltabiano, Un'associazione professionale per lo sviluppo della formazione
Alberto Vergani, Valutazione della formazione: a che punto siamo?
Domenico Lipari, Pratiche di valutazione negli interventi formativi: uno schema interpretativo
Claudio Moscogiuri, Definizione degli obiettivi e criteri di valutazione: riflessioni in merito ad un'esperienza di progettazione formativa
Luigi Spadarotto, Formazione e valutazione: un connubio difficile
Ernesto Vidotto, La valutazione della formazione nella P.A.
Roberto Barabino, La valutazione della formazione in Banca Intesa
Luca Quaratino, Luigi Serio, Valutare una rete di formazione: il caso P.I.S.T.E. Lombardia Occidentale
Ugo Morelli, Apprendimento e immaginazione creativa, ovvero le passioni di Venere
W. Gordon Lawrence, The Social Dreaming Matrix for the transformation of thinking and the awakening of shadows
Carlo Maggio, Sandra Vacchi, La prevenzione delle patologie cardiovascolari: un progetto formativo dell'Asl Piemonte
Doris Fetscher, Il tutor interculturale: possibilità e limiti per il project-work virtuale
Imma Citarelli, Salvatore Marras, E-learning & knowledge Management: il modello Formez per la P.A.
Giovanni Di Pietro, La formazione e la giustizia
Pietro Valentini, (a cura di), Formazione e apprendimento informale. Intervista ad Anna Maria Ajello
Alberto Vergani, La formazione tra normalità e specialità nell'epoca dell'apprendimento diffuso. Intervista a Massimo Bruscaglioni
Paola Cinti, Il docente lancia l'esercitazione: storia di un'immagine scritta
Enrico Finzi, Formazione: si fa abbastanza? Rispondono 19 milioni di italiani (campione rappresentativo)
Ulderico Capucci, Una indagine sugli investimenti in formazione
Massimo Reggiani, Il futuro è la formazione per la terza (e quarta) età
Sergio Di Giorgi, Julio Gonzalez, Elio Vera, Il consiglio direttivo AIF 2006-2009. L'Europa della formazione si incontra a Bologna: una sintesi dell'Assemblea Generale di ETDF
Dario Forti, Giuseppe Varchetta, (a cura di), Recensioni per la formazione
Per approfondire il dialogo con gli autori


Fascicolo suppl. 66/2006 


Pier Luigi Amietta, Formazioni Eretiche: le altre facce dell'apprendimento. Il piacere dell'apprendere: le formazioni eretiche
Consuelo Casula, La metafora insegna: l'uso della metafora nella formazione
Emanuele Fontana, Piatto ricco..
Pier Luigi Amietta, Formare per suggestione di luoghi e di eventi
Francesco Varanini, Modelli e percorsi per la formazione poetica
Cristina Volpi, Regole e conseguenze
Aldo Magnone, Marco Castiglioni, Il teatro Formazione I - Il business Theatre
Alessandro Tolomelli, Il teatro formazione II - Metodologie del Teatro dell'Oppresso: incontro con i contesti formativi
Luciano Ballabio, Damiano Cricrì, Formare in musica I - La musica come metafora e metodologia per la formazione e per i formatori
Arianna Ballabio, Formare in musica II - Danzare l'indicibile: formare e formarsi nell'ascolto del corpo
Licia Sbattella, Formare in musica III - Disabili? Ecco l'orchestra: il lavoro con la musica, il lavoro della musica: La musicoterapia orchestrale di Esagramma
Claudio G. Cortese, Chiara Ghislieri, Perché il cinema per la formazione?
Sergio di Giorgi, Dario D'Incerti, Dario Forti, Apprendere con il cinema
Piero Trupia, A che cosa serve la filosofia: contro la fretta, il senso comune piatto e la ragione pigra
Milena Screm, Massimo Gusmano, Voglia di cambiare aria: la tecnica formativa BreathWork
Daniele Fanelli, Telmo Pievani, Astrid Pizzo, L'apprendimento e il ruolo attivo dell'organismo nell'evoluzione


Fascicolo 66/2006 


Ulderico Capucci, Editoriale
Ernesto Vidotto, La formazione nella Pubblica Amministrazione
Carlo Manacorda, New Public management: il ruolo della formazione
Cristina Bertuzzi, Formazione per la P.A. e internazionalizzazione
Gianni Agnesa, Qualità della formazione e competenze del formatore pubblico
Sergio Crescimanno, Impatto dell'information Communication Technology nella P.A.
Donatella Gambino, L'innovazione della e nella P.A:
Ernesto Vidotto, La formazione pubblica attraverso le eccellenze del premio Basile
Roberto Panzarani, Quale vision per lo psicologo del lavoro
Fabio Fineschi, Empowerment come atteggiamento e auto-organizzazione
Pier Luigi Amietta, Oltre il valore di servizio: formare al dono
Maria José Janardo, A visao estrategica na oferta formativa: un boom exemplo de pràtica
Massimo Bruscaglioni, Formazione-autosviluppo: una esercitazione incisiva
Sergio Di Giorgi, Paola Lunghi, Sheyla Rega, Cinefilo e poetico. Cronache da workshop dell'AIF Lombardia
Dario Arkel, con la collaborazione di Enrico Comunelli, Valeria Spano, Progetto inclusione. Percorso per l'inserimento socio-lavorativo di soggetti disabili per invalidità da lavoro
Vindice Deplano, Uomini + Macchine = ?
Piero Trupia intervista Innocenzo Fiore, Un manuale del perfetto mafioso? Pedagogia dell'uomo d'onore
Antonietta Cacciani, La comunità professionale dei formatori: flessibile, in crescita e ricca di giovani?
Antonio Borgese, Daniela Fagnani, Strategie di formazione ed orientamento nelle aziende Great Place to Work
Massimo Reggiani, Le nuove collezioni formative primavera-estate
Mauro Semeria, Tre giornate di studio Aif a Sanremo: persone e culture, scontri ed incontri
Ida Sanges, 2010. Il mediterraneo: un mare di competenze da re-innovare
Jorge Marques, Diversidade: o espìrito de Erice
Federica Colombo, (a cura di), Indagine soci 2005
Dario Forti e Giuseppe Varchetta, Recensioni per la Formazione
Per approfondire il dialogo con gli autori


Sommari delle annate

2014   2013   2012   2011   2010   2009   2008   2007   2006   2005   2004   2003   2002   2001   2000   1999   1998   1997   1996   1995   1994  


Ed Inoltre
AIF – Associazione italiana formatori
Chi siamo/La carta dei valori
Eventi
Scuola interna
Delegazioni regionali

Responsabile: Pier Luigi Amietta
Professione formazione è il titolo ideale di questa collana oltreché del suo primo fortunato (per l’apprezzamento dei lettori) volume; così come accompagnare e contribuire allo sviluppo della professione formazione ne rappresenta la mission, usando un termine caro agli esperti di organizzazione.
Il formatore a cui ci riferiamo prevalentemente, e che l’Aif rappresenta validamente, è «l’esperto di apprendimento degli adulti che lavorano nelle organizzazioni». Popolazione oggi allo stesso tempo «consistente» ed «emergente», protagonista di una delle più interessanti esperienze nell’intero mondo dell’education. Consistente perché c’è già una solida professionalità fatta di sistemi multidisciplinari, di conoscenze, di metodologie e strumenti, d’identità professionale positivamente vissuta, di funzione e ruolo diffusamente riconosciuti come determinanti nel mondo del lavoro. Emergente perché il suo sviluppo continua ad essere rapido e già presenta nuove sfide: basti pensare da una parte alla crucialità dell’aggiornamento permanente nelle ricche società moderne caratterizzate da rapidissimo livello di cambiamento e dall’altra alla crucialità che l’istruzione, anche degli adulti, avrà nella soluzione di problemi quali il progresso dei paesi oggi meno economicamente progrediti, l’approccio alla gestione delle grandi migrazioni internazionali, la conversione professionale e culturale di gruppi sociali…
Sezione 1. Le competenze della formazione
Sezione 2. Metodi, strumenti e buone pratiche