Peer Reviewed Journal
FOR Rivista per la formazione
4 fascicoli all'anno , ISSN 1828-1966 , ISSNe 1972-506X
Prezzo fascicolo (inclusi arretrati): € 22,50
Prezzo fascicolo e-book (inclusi arretrati): € 19,50

Canoni 2019
Biblioteche, Enti, Società:
cartaceo (IVA inclusa): Italia € 91,00;Estero € 150,50;
solo online (IVA esclusa):  € 99,50;

Info  abbonamenti cartaceo     Info  licenze online

Atenei:
online (con arretrati, accesso perpetuo, formula plus )
Info licenze online

Privati:
cartaceo: € 80,50 (Italia); cartaceo: € 131,00 (Estero); solo online (privati): € 69,50 ; 
Info abbonamenti  Info Soci AIS

Abbonati qui


Tendenze, pratiche, strumenti. A cura dell'Aif (Associazione italiana formatori).
For si rivolge a tutti i professionisti della formazione, sia che operino all’interno di aziende ed organizzazioni (private, pubbliche, non profit), sia che le supportino esternamente lavorando in società di consulenza, enti e centri di formazione, scuole e università, o come free lance. Nasce dall’esperienza di AIF, la prima (opera dal 1975) e più grande (più di 2400 iscritti) associazione italiana per chi lavora nel campo della formazione. I suoi articoli abbracciano i temi relativi a tutti i processi di sviluppo dell’apprendimento e alle loro attività di supporto:
- ricerche, studi sul campo, tendenze
- analisi delle esigenze e delle opportunità formative
- progettazione di interventi formativi
- realizzazione dei progetti formativi, coordinamento, tutoring
- gestione d’aula
- controllo e verifica dei risultati e degli apprendimenti
- progettazione e valutazione di sistemi qualità per la formazione
- meccanismi e fisiologia degli apprendimenti
- creazione, capitalizzazione, diffusione e utilizzo degli apprendimenti organizzativi (learning systems)
La sua consultazione è stata pensata per tutti i diversi ruoli dei professionisti della formazione: ricercatori, progettisti, responsabili di progetto, responsabili di funzione, coordinatori, tutor, trainer, verificatori, valutatori, quality manager, direttori di centri, business school, master. For rappresenta una buona fonte di orientamento e formazione per gli studenti di Scienze dell’Educazione e per le persone che vogliono intraprendere la professione di formatore. Molti articoli risultano utili anche a chi svolge il ruolo di formatore o sviluppatore di competenze part-time come accade nei casi di capi che devono far crescere i propri collaboratori o di formatori-docenti interni alle aziende (persone che normalmente svolgono altre attività e che sono chiamati ad addestrare e formare neoinseriti o altri dipendenti sulle buone pratiche, sui metodi e sulle tecniche da loro presidiati).
For si articola nelle seguenti rubriche:
Editoriale: il punto della situazione sulla formazione in Italia o su alcuni dei suoi aspetti più interessanti
Focus: ogni numero affronta un tema caldo per la formazione dedicandogli una monografia in cui i vari aspetti del tema vengono affrontati da voci diverse
Analisi studi e ricerche
Approcci metodologici innovativi
Business Community
Experential Learning
Educazione e formazione alla pace
Formazione alla politica
Formazione e Pubblica Amministrazione
Formazione e Sanità
La formazione e la rete
L’Università per la conoscenza
Metodi, strumenti e buone pratiche
Orizzonti internazionali
Orizzonte Futuro
Persone e idee
Provocazioni
Recensioni per la formazione
Vita Associativa

Direttore Editoriale:Giusi Miccoli (giusi.miccoli@gmail.com)
Comitato scientifico: Pier Luigi Amietta (amietta1@virgilio.it) - Gianluca Bocchi (gianluca.bocchi@galactica.it) - Massimo Bruscaglioni (massimobruscaglioni@risfor.net) - Antonello Calvaruso (presidenza@associazioneitalianaformatori.it) - Pier Luigi Celli (presidenza@enit.it) - Mauro Ceruti (mauro.ceruti@ unibg.it) - Nadio Delai (info@nadiodelai.it) - Gianfranco Dioguardi (dioguardi@tin.it) - Domenico Lipari (domenico.lipari@uniroma1.it) - Gian Piero Quaglino (gpquaglino@vivenzia.it) - Paolo Macry (paolo.macry@fastwebnet.it) - Severino Salvemini (severino.salvemini@unibocconi.it) - Piero Trupia (piero.trupia@alice.it) - Giuseppe Varchetta (giuseppe.varchetta@tiscali.it) - Vito Volpe (vito.volpe@ismo.org) Comitato di redazione: Dario Arkel (d.arkel@hotmail.it) - Renato Bisceglie (renato.bisceglie@gmail.com) - Massimo Bruscaglioni (massimobruscaglioni@risfor.net) - Alessandro Cafiero (acalessandrocafiero@gmail.com) - Antonello Calvaruso (presidenza@associazioneitalianaformatori. it) - Maurizio Castagna (maurizio.castagna@mida. biz) - Riccardo Cicolini (riccardo.cicolini@gmail.com) - Enrico Cerni (enrico.cerni@generali.com) - Vindice Deplano (v.deplano@gmail.com) - Sergio Di Giorgi (srg.digiorgi@gmail.com) - Renato Di Nubila (renato.dinubila@unipd.it) - Dario Forti (darioforti@skole.it) - Myriam Ines Giangiacomo (mi.giangiacomo@bottegafilosofica.it) - Alfredo Loso (alfredo.loso@gmail.com) - Anna Malaguti (presidenza.aifveneto@gmail.com) - Chiara Martinelli (cmartinelli@qubisoft.it) - Maurizio Milan (mmilan@digitalaccademia.com) - Renato Montella (renato.montella@tin.it) - Ugo Righi (ugo.righi@gmail.com) - Giuseppe Romaniello (peppe.romaniello@gmail.com) - Rita Steffenoni (redazione.for@associazioneitalianaformatori.it) - Piero Trupia (piero.trupia@alice.it) - Giuseppe Varchetta (giuseppe.varchetta@tiscali.it) - Roberto Vardisio (roberto.vardisio@entropykn.net) - Paolo Viel (paoloviel@libero.it)

Per contattare la Redazione: AIF/Associazione Italiana Formatori, Via Antonio da Recanate 2, 20124 Milano Telefono 02/48013201, fax 02/48195756 e-mail: aifitaly@tin.it , www.associazioneitalianaformatori.it

FrancoAngeli è consapevole dell’importanza - per accrescere visibilità e impatto delle proprie pubblicazioni - di assicurare la conservazione nel tempo dei contenuti digitali. A tal fine siamo membri delle due associazioni internazionali di editori e biblioteche - Clockss e Portico - nate per garantire la conservazione delle pubblicazioni accademiche elettroniche e l’accesso futuro nel caso in cui venissero a mancare le condizioni per accedere al contenuto tramite altre forme.

Sono repository certificati che offrono agli autori e alle biblioteche anche la garanzia dell’aggiornamento tecnologico e di formati per permettere di fruire in perpetuo e nel modo più completo possibile dei full text.

Per saperne di più: Home - CLOCKSS; Publishers – Portico.

La circolazione della rivista mira a valorizza l’impatto presso tutti i professionisti della formazione, sia che operino all’interno di aziende ed organizzazioni (private, pubbliche, non profit), sia che le supportino esternamente lavorando in società di consulenza, enti e centri di formazione, scuole e università, o come free lance.



Articolo gratuito Articolo gratuito Articolo a pagamento Articolo a pagamento Acquista il fascicolo in e-book Fascicolo disponibile in e-book


Fascicolo 93/2012 
Acquista il fascicolo in formato e-book


Enzo Spaltro, La nuova versione di FOR a partire dal prossimo numero 94
Emilio Rago, Arti visive e formazione aziendale (I). Introduzione alla ricerca e cornice pedagogica
Renato Di Nubila, La forza rigenerante di una Pedagogia dello sviluppo, nel superamento di vecchi canoni pedagogici
Luciano Galliani, Formazione continua, comunicazione educativa e artefatti mediali
Piero Trupia, La Bellezza sfida l’impresa del post-industriale
Marco Dallari, Educarsi ed educare con l’arte: pensieri analogici e ragioni poetiche
Emilio Rago, Arti visive e formazione aziendale (II). Quadro psicologico e orientamenti fenomenologici
Alberto Argenton, Psicologia dell’arte e formazione manageriale
Stefano Ferrari, Preliminari e contesti della fruizione artistica
Franco Amicucci, Elisa Cipriani, Silvia Ravazzani, Le arti nella formazione tra visual thinking, mappe concettuali e stimoli visivi
Emilio Rago, L’idea della committenza formativa
Masimo Bruscaglioni, "Provocatori" e "Pro-vocatori"
Dario Forti, Giuseppe Varchetta, Recensioni per la formazione
Per approfondire il dialogo con gli autori


Fascicolo 92/2012 
Acquista il fascicolo in formato e-book


Enzo Spaltro, QUIEDORA. L’apprendimento in Italia: un’opportunità nella crisi. Tre congressi per trovare nuove vie di produzione di ricchezza
Domenico Lipari, Pratiche professionali tra modelli consolidati e nuovi schemi d’azione
Gianluca Cepollaro, Le pratiche formative e i territori della betweenness
Nerina Garofalo, Social Dreaming, un fraintendimento virtuoso nel nome
Simona Gasparetti Landolfi, Myriam Ines Giangiacomo, La pratica filosofica come risorsa per i gruppi in apprendimento
Serafina Pastore, "On the sunny side of the street ": la formazione in ottica appreciative
Massimo Tomassini, Il mindfulness training per lo sviluppo personale e professionale nella vita di lavoro
Maura Di Mauro, Laura Salomoni, Persone e aziende più internazionali e più interculturali
Alessandra Pasinato, Federico Vagni, Il patto d’aula empowerment oriented: lo sguardo che fa crescere la persona
Stiozzi Stefania Ulivieri, L’inconscio entra in scena. Una lettura del film "L’Onda" (Gansel 2008)
Vindice Deplano, Tablet, ovvero la V dimensione
Cristina Bertuzzi, Intervista a Alf Rehn
Dario Arkel, Filosofia della condivisione (appunti e riflessioni)
Ernesto Vidotto, La formazione pubblica attraverso le eccellenze del Premio Basile 2012
Maurizio Bernascone, Empowerment Coaching. Una nuova prospettiva
Brunella Librandi, Apprendere nella scuola promotrice di salute
Consuelo C. Casula, L’aula di formazione: temenos o agorà?
Antonello Calvaruso, Lo Spirito di Merano: dal QUIEDORA all’ORIZZONTE
Masimo Bruscaglioni, Due dimensioni del vivere, della persona e dell’azienda
A cura di Dario Forti, Giuseppe Varchetta, Recensioni per la formazione
Per approfondire il dialogo con gli autori


Fascicolo 91/2012 
Acquista il fascicolo in formato e-book


A cura di Enzo Spaltro, Relazione inaugurale
Myriam Ines Giangiacomo, La formazione e gli approcci individualizzati
Gian Franco Goeta, Coaching ed emozioni
Landolfi Simona Gasparetti, Filosofia e formazione
Pino Pollina, Tra precariato e progettualità: il contributo del counseling
Maurizio Rossi, Il mentoring come strumento nell’Age Diversity Management per gestire positivamente l’impatto dei fenomeni demo-sociali nelle organizzazioni
Vittorio Bernardi, A ciascuno il suo, purché insieme
Valerio Ghezzi, Domanda d’intervento e configurazioni relazionali
Anna Maria Palma, Formare al cambiamento
Vittorio Canavese, Sergio Di Giorgi, Imparare dai documentaristi: progettare in corso d’opera
Silvio Malanga, Vindice Deplano, Giochiamo a fare i direttori di banca?
Paola Nicolini, Intervista a Jerome Seymor Bruner
Lauro Mattalucci, Politiche formative nelle amministrazioni pubbliche in tempo di tagli alla spesa
Rocco Barbaro, Davide Premutico, Valutazione dei percorsi di formazione esperienziale
Antonio Molisso, L’audit clinico: come, quando e perché
Vito Giacalone, Fiorenzo Laghi, Un metodo di sviluppo personale a Scuola: il Mentoring. I risultati di uno studio longitudinale
Francesco Pira, Le reti, le rivoluzioni e il rischio di essere solo consumatori e non cittadini
Hubert Jaoui, Apprendere per agire dalla Formazione al Training
Il Consiglio Direttivo Nazionale AIF 2012-2015 / Impariamo insieme con la scuola interna AIF
Masimo Bruscaglioni, "Le persona": oltre i luoghi comuni
A cura di Dario Forti, Giuseppe Varchetta, Recensioni per la formazione
Per approfondire il dialogo con gli autori


Fascicolo 90/2012 
Acquista il fascicolo in formato e-book


Pier Sergio Caltabiano, Pensieri ed emozioni nel viaggio dell'esperienza..
Francesco Varanini, La formazione e le arti letterarie
Enrico Cerni, Dal classico all’inaudito Il plurale della letteratura nella prospettiva di un apprendimento più esigente e condiviso
Alberto Peretti, Il lavoro attraverso la letteratura
Bruno Capaci, Italianistica di impresa
Stefano Ferrata, La letteratura come narrazione delle proprie esperienze Il baule delle storie: storie di ordinaria cooperazione
Marco Bruschi, Testi appiccicati La letteratura nell’aula di formazione, un muro virtuale e un passerotto sfortunato
Francesco Varanini, La formazione come arte letteraria. Ovvero la Morfosfera
Enzo Spaltro, Tracking, l’inseguimento di un bersaglio mobile
Fabrizio Dardo, Non solo leader: sviluppare la "followership" nelle organizzazioni
Nadia Scopsi, Dal paradigma della certezza.. A quello della sicurezza
Paolo Parciasepe, Sergio Valentino, La formazione riflessiva per la sicurezza e il benessere: un’esperienza di buona pratica nei servizi cimiteriali del Comune di Genova
Maura Franchi, L’irresistibile leggerezza di Facebook: riflessioni a margine della formazione
Mario Piccinini, Marco Caresia, Intervista a Mario Botta
Ernesto Vidotto, Storie della P.A. e della formazione. 3. Primo Novecento
Brunella Librandi, La formazione per lo sviluppo delle competenze degli operatori che promuovono la salute
Rosa Alba Gambino, Musica e condizionamento emotivo
Domenico Lipari, Metodi della formazione "oltre l'aula"
Steven Nijhuis, Project management competences to incorporate in a higher education curriculum
Dario Forti, Futuro, desiderio, progettualità: la necessaria alleanza con l’inconscio
Alessandro Cafiero, 1° Convegno settore nazionale AIF-Formazione & Sicurezza: "Stress lavoro correlato: e dopo la valutazione?"
Massimo Bruscaglioni, Schegge quotidiane di microgeneratività
A cura di Giuseppe Varchetta, Forti Dario, Recensioni per la formazione
Per approfondire il dialogo con gli autori


Sommari delle annate

2014   2013   2012   2011   2010   2009   2008   2007   2006   2005   2004   2003   2002   2001   2000   1999   1998   1997   1996   1995   1994  


Ed Inoltre
AIF – Associazione italiana formatori
Chi siamo/La carta dei valori
Eventi
Scuola interna
Delegazioni regionali

Responsabile: Pier Luigi Amietta
Professione formazione è il titolo ideale di questa collana oltreché del suo primo fortunato (per l’apprezzamento dei lettori) volume; così come accompagnare e contribuire allo sviluppo della professione formazione ne rappresenta la mission, usando un termine caro agli esperti di organizzazione.
Il formatore a cui ci riferiamo prevalentemente, e che l’Aif rappresenta validamente, è «l’esperto di apprendimento degli adulti che lavorano nelle organizzazioni». Popolazione oggi allo stesso tempo «consistente» ed «emergente», protagonista di una delle più interessanti esperienze nell’intero mondo dell’education. Consistente perché c’è già una solida professionalità fatta di sistemi multidisciplinari, di conoscenze, di metodologie e strumenti, d’identità professionale positivamente vissuta, di funzione e ruolo diffusamente riconosciuti come determinanti nel mondo del lavoro. Emergente perché il suo sviluppo continua ad essere rapido e già presenta nuove sfide: basti pensare da una parte alla crucialità dell’aggiornamento permanente nelle ricche società moderne caratterizzate da rapidissimo livello di cambiamento e dall’altra alla crucialità che l’istruzione, anche degli adulti, avrà nella soluzione di problemi quali il progresso dei paesi oggi meno economicamente progrediti, l’approccio alla gestione delle grandi migrazioni internazionali, la conversione professionale e culturale di gruppi sociali…
Sezione 1. Le competenze della formazione
Sezione 2. Metodi, strumenti e buone pratiche