Clicca qui per scaricare

Chiusura OPG. Benissimo, ma gli psicopatici non possono stare nelle nuove REMS.
Titolo Rivista: PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE 
Autori/Curatori: Massimo Biondi, Paolo Boccara, Giulio Corrivetti, Massimo di Giannantonio, Stefano Ferracuti, Giuseppe Nicolò, Rinaldo Perini, Enrico Pompili, Marco Vaggi, Franco Veltro 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  5 P. 136-140 Dimensione file:  37 KB
DOI:  10.3280/PU2016-001011
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Questi pazienti hanno bisogno di un percorso differenziato che non è identificabile nell’attuale strutturazione delle REMS, ma presentano peculiarità che per sicurezza e coerenza trattamentale non sono allo stato realizzabili nelle strutture residenziali.

Viene ripubblicato un articolo, firmato da 10 autori tra cui 8 responsabili di Dipartimenti di Salute Mentale italiani, uscito il 18 dicembre 2015 sul giornale on-line Quotidiano Sanità. Vengono mostrati i limiti delle possibilità di cura in psichiatria e argomentato, tra le altre cose, che i pazienti antisociali hanno bisogno di un percorso differenziato che non è identificabile nell’attuale strutturazione delle Residenze per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza (REMS); infatti i pazienti psicopatici presentano peculiarità che per sicurezza e coerenza di trattamento non sono allo stato attuale realizzabili in queste strutture residenziali.


Keywords: Residenze per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza (REMS), pazienti antisociali, sicurezza in psichiatria, coerenza del trattamento, limiti del trattamento psichiatrico

Massimo Biondi, Paolo Boccara, Giulio Corrivetti, Massimo di Giannantonio, Stefano Ferracuti, Giuseppe Nicolò, Rinaldo Perini, Enrico Pompili, Marco Vaggi, Franco Veltro, in "PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE" 1/2016, pp. 136-140, DOI:10.3280/PU2016-001011

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche