Comportamenti a rischio e autolesivi in adolescenza.

Antonella Marchetti, Edoardo Bracaglia, Giulia Cavalli, Annalisa Valle

Comportamenti a rischio e autolesivi in adolescenza.

Il questionario RTSHIA di Vrouva, Fonagy, Fearon, Roussow

La versione italiana del questionario RTSHIA (Risk-Taking and Self-Harm Inventory for Adolescents) ideato da Ioanna Vrouva, Peter Fonagy, Pasco R.M. Fearon, Trudie Roussow, e utilizzato per la valutazione dei comportamenti a rischio e autolesivi in adolescenza.

Edizione a stampa

17,00

Pagine: 112

ISBN: 9788820415983

Edizione: 2a ristampa 2021, 1a edizione 2013

Codice editore: 1305.174

Disponibilità: Discreta

Il testo propone la versione italiana del questionario RTSHIA (Risk-Taking and Self-Harm Inventory for Adolescents) ideato da Ioanna Vrouva, Peter Fonagy, Pasco R.M. Fearon, Trudie Roussow e utilizzato per la valutazione dei comportamenti a rischio e autolesivi in adolescenza. L'individuazione di tali comportamenti, non sempre facile da parte degli operatori, comporta notevoli preoccupazioni rispetto alla sicurezza dei ragazzi, alla loro salute fisica e serenità psicologica.
Il volume si apre con una disamina della letteratura e del modello teorico di riferimento, secondo il quale i comportamenti a rischio e autolesivi rappresentano la manifestazione di un disagio emotivo dell'adolescente che affonda le sue origini nella scarsa capacità di mentalizzare, ossia di riflettere sugli stati interni. In quest'ottica, il comportamento del ragazzo rappresenta un indicatore della sua difficoltà nella gestione delle emozioni e, come tale, rappresenta un importante segnale di allarme al quale gli adulti, e gli operatori in particolare, sono chiamati a dare ascolto.
Segue poi una dettagliata descrizione del questionario: si tratta di uno strumento di facile somministrazione, utilizzabile da varie figure di operatori e applicabile in molteplici contesti sia in ambito clinico sia con finalità di screening. La versione italiana del questionario è corredata da un'accurata illustrazione del sistema di codifica e di interpretazione e da alcuni esempi utili all'operatore per l'interpretazione dei risultati. Il volume è, inoltre, arricchito da un'intervista appositamente rilasciata da Peter Fonagy e Ioanna Vrouva, nella quale vengono approfondite caratteristiche e modalità di costruzione del questionario e sono offerti importanti chiarimenti rispetto al modello teorico di riferimento.

Antonella Marchetti, professore ordinario di Psicologia dello Sviluppo e Psicologia dell'Educazione, direttrice dell'Unità di ricerca sulla Teoria della Mente, coordinatrice del dottorato Persona, sviluppo, apprendimento. Prospettive epistemologiche, teoriche ed applicative, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano.
Edoardo Bracaglia, dottore in scienze e tecniche psicologiche, direttore responsabile della Rivista Italiana di Counselling.
Giulia Cavalli, psicologa psicoterapeuta, ricercatrice in Psicologia dello Sviluppo e Psicologia dell'Educazione, Università degli Studi ecampus.
Annalisa Valle, psicologa, ricercatrice in Psicologia dello Sviluppo e Psicologia dell'Educazione, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano.



Introduzione
L'adolescenza
(Compiti di sviluppo e costruzione dell'identità; Il mondo degli adolescenti)
La mentalizzazione
(Tenere a mente la mente; Precisazioni terminologiche e distinzioni concettuali; Mentalizzare esplicito e implicito; Il modello di sviluppo della mentalizzazione; I fallimenti della mentalizzazione)
Il Risk-Taking
(I comportamenti a rischio; Perché l'adolescente rischia?; La prospettiva neuroscientifica; Il ruolo del gruppo; Fattori famigliari di rischio e protezione)
Il Self-Harm
(Forme di autolesionismo; Perché gli adolescenti si fanno del male?; Fattori di rischio e protezione; Self-Harm e rischio psicopatologico)
Uno strumento di valutazione: il Risk-Taking and Self-Harm Inventory for Adolescents (RTSHIA)
(Il questionario; Un contributo di ricerca)
Appendice. Intervista inedita a Ioanna Vrouva e Peter Fonagy
Bibliografia.

Potrebbero interessarti anche