Confini immaginari.

Fabio Dovigo, Clara Favella, Vincenza Rocco, Emanuela Zappella

Confini immaginari.

Arte e intercultura in una prospettiva inclusiva

Il volume mostra come l’intreccio di arte, intercultura ed educazione possa dare origine a esperienze didattiche e buone prassi in grado di favorire processi attivi di inclusione e apprendimento, rivolgendosi quindi ai futuri insegnanti oltre che ai docenti in servizio.

Edizione a stampa

18,00

Pagine: 136

ISBN: 9788891727404

Edizione: 1a edizione 2015

Codice editore: 1115.22

Disponibilità: Buona

L'analisi del rapporto tra arte e intercultura è essenziale per aiutarci a capire la rapida trasformazione che i percorsi educativi stanno attraversando oggi.
Dentro e fuori la scuola, i processi di formazione sono caratterizzati in modo crescente da pressioni verso l'impoverimento e l'omogeneizzazione dei contenuti e delle modalità di apprendimento: un numero sempre più ristretto di discipline (italiano, matematica, scienze) viene ritenuto cruciale per il curricolo, mentre l'uso del procedimento analitico assume un ruolo privilegiato rispetto ad altre modalità di pensiero più generative e divergenti.
In un paesaggio educativo in cui è l'economia di mercato a determinare quali sono le priorità per la formazione delle persone, si finisce per incoraggiare la diffusione di una modalità di ragionamento e relazione con la realtà lineare e uniforme, anziché sviluppare le doti di flessibilità e creatività di pensiero di cui ciascuno di noi è portatore, e che risultano indispensabili per affrontare le sfide poste dal nostro essere parte di un mondo che diviene sempre più complesso.
Il volume mostra come l'intreccio di arte, intercultura ed educazione possa dare origine a esperienze didattiche e buone prassi in grado di favorire processi attivi di inclusione e apprendimento, rivolgendosi quindi ai futuri insegnanti oltre che ai docenti in servizio.

Fabio Dovigo è docente di Metodologia per la ricerca educativa e organizzativa presso l'Università degli Studi di Bergamo.
Clara Favella, Vincenza Rocco, Emanuela Zappella, dottoresse di ricerca in Scienze dell'Educazione, collaborano con la cattedra di Metodologia per la ricerca educativa e organizzativa presso l'Università degli Studi di Bergamo.

Introduzione
Arte, intercultura e curricolo inclusivo
(Aprire le menti attraverso l'esperienza artistica; Oltre l'idea di talento; La trappola degli standard; L'insegnante divergente; Un approccio artistico al curricolo; Motivazione e didattica per problemi; Per una pedagogia interculturale dell'arte; Arte come progetto inclusivo)
Le dimensioni della comunicazione interculturale
(All'origine della competenza interculturale; Gli orientamenti di ricerca sulla competenza interculturale)
Arte e sensibilità interculturale: il Children Inventory of Intercultural Sensitivity
(Educazione all'arte come educazione all'altro; Il senso dei percorsi interculturali a mediazione artistica; Il progetto e la ricerca; Valutare la competenza nella comunicazione interculturale; Il modello dinamico della sensibilità culturale; L'Intercultural Development Inventory; La competenza interculturale in età evolutiva; Il Children Intercultural Sensitivity Inventory)
Una ricerca qualitativa su arte e intercultura
(Considerazioni metodologiche; Costruire il proprio bagaglio interculturale mediante esperienze artistiche; L'arte come modalità flessibile di coinvolgimento e apprendimento; Aprire le porte all'immaginazione; Comunicare attraverso i materiali; Condivisione artistica e apprendimenti di comunità; Esplorare le molteplicità, il pensiero divergente; Emozioni, comunicazione e arte come mezzo per parlare di sé; Le potenzialità del laboratorio artistico: un "relax produttivo"; Confini immaginari: l'arte dell'attraversamento educativo)
Conclusioni
Bibliografia.

Potrebbero interessarti anche