Negli spazi pubblici

Antida Gazzola, Roberta Prampolini, Daniela Rimondi

Negli spazi pubblici

Utilizzatori temporanei e pratiche sociali a Genova

Indicazioni e schemi operativi applicabili da studenti, dottorandi e ricercatori che intendano approfondire l’analisi degli spazi pubblici materiali, fisici, “minerali”.

Edizione a stampa

23,00

Pagine: 176

ISBN: 9788820458683

Edizione: 1a edizione 2014

Codice editore: 1562.33.3

Disponibilità: Esaurito

L'analisi degli spazi pubblici materiali, fisici, "minerali" richiede attenzioni particolari e l'utilizzo di tecniche adeguate, soprattutto quando si vuole prendere in considerazione l'offerta che essi costituiscono per l'interazione sociale delle popolazioni cosiddette temporanee o mobili: migranti, turisti, studenti non residenti, visitatori occasionali, city users che hanno con la città un rapporto precario o limitato nel tempo. Questa particolare condizione pone una serie di problemi che vanno oltre le già complesse modalità di relazioni socio-spaziali tra le persone e i luoghi: entrano in gioco la generale percezione della città, le attese maturate al riguardo. A ciò sono collegate le diverse rappresentazioni degli spazi urbani, i meccanismi di identificazione con l'intera città o con luoghi particolari, gli atteggiamenti di accettazione o di rifiuto, le scelte quotidiane negli spostamenti e nelle soste.
La complessità delle presenze e delle fruizioni e della stessa morfologia dei luoghi prescelti per questa indagine ha posto la necessità di utilizzare prevalentemente tecniche di indagine qualitativa adeguate, duttili e riproducibili, allo scopo di trarre da questo lavoro indicazioni e schemi operativi applicabili da studenti, dottorandi, ricercatori che intendano approfondire la ricerca negli stessi ambiti o proseguirla in altri luoghi con caratteristiche analoghe.

Antida Gazzola è docente di Sociologia urbana presso la Facoltà di Architettura dell'Università degli Studi di Genova. Coordina il Laboratorio interdipartimentale (DSA - Di.S.Po.) Comunicazione, Ricerca Applicata e Formazione sulle dinamiche Territoriali e Sociali (CRAFTS) della stessa Università. È autrice di un centinaio di saggi e monografie, tra cui Uno sguardo diverso. La percezione sociale dello spazio naturale e costruito (FrancoAngeli, 2011).
Roberta Prampolini è architetto, dottore di ricerca in Scienze della governance e dei sistemi complessi presso la Scuola di Dottorato in Scienze Sociali dell'Università di Sassari. Assegnista di ricerca presso il Dipartimento DSA dell'Università degli Studi di Genova, ha recentemente pubblicato con D. Rimondi, Friendly Landscape. La costruzione sociale del paesaggio (FrancoAngeli, 2013).
Daniela Rimondi è architetto, dottoranda in Architettura presso la Scuola di Dottorato in Architettura e Design del Dipartimento DSA dell'Università degli Studi di Genova. Esercita anche attività di ricerca applicata per enti pubblici e privati.



Premessa
Spazi pubblici e popolazioni urbane
(Quando lo spazio si fa pubblico; Vivere gli spazi pubblici)
Nuove popolazioni negli spazi pubblici genovesi
(Gli spazi pubblici storici e le più recenti trasformazioni della città; Gli utilizzatori temporanei fra descrizioni e numeri)
Il caso di studio: Genova, dalla Fiumara a Punta Vagno
(L'indagine empirica e le analisi preliminari; Le osservazioni: riflessioni ed esiti; Le interviste: elaborazioni e risultati)
Scelte di metodo e di tecniche
(L'approccio alla ricerca empirica; Le interviste; L'osservazione; La cartografia posizionale; Le mappe spaziali cognitive; Alcune tecniche della sociologia visuale)
Conclusioni
Riferimenti bibliografici
Fotografie dell'area di indagine
Elaborazioni cartografiche.

Collana: Sociologia del territorio

Argomenti: Sociologia dell'ambiente, del territorio e del turismo

Livello: Studi, ricerche - Textbook, strumenti didattici

Potrebbero interessarti anche