Tutela minorile e processi partecipativi.

Gianmatteo Secchi

Tutela minorile e processi partecipativi.

Promuovere collaborazione tra famiglie e servizi sociali

Il volume esplicita proposte innovative per un approccio partecipativo negli interventi di tutela minorile, differenziandole in relazione ai diversi momenti: dalla fase precedente la segnalazione fino al procedimento avviato; dalla emissione del decreto giudiziario fino all’eventuale decisione dell’allontanamento del bambino/ragazzo. Un testo per tutti gli “operatori sociali”: assistenti sociali, educatori, facilitatori, consulenti sociali, operatori di advocacy, mediatori familiari, operatori del servizio tutela.

Edizione a stampa

19,00

Pagine: 122

ISBN: 9788891788221

Edizione: 1a edizione 2019

Codice editore: 1130.346

Disponibilità: Discreta

Pagine: 122

ISBN: 9788891795861

Edizione:1a edizione 2019

Codice editore: 1130.346

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Nell'ambito della tutela minorile è difficile aprirsi al concetto di "partecipazione": questo perché, molto spesso, l'operatore sociale è chiamato a intervenire per tutelare il fanciullo dai suoi stessi familiari. Paradossalmente, proprio attraverso il richiamo alla partecipazione, che implica riassunzione di responsabilità, è possibile riabilitare le risorse di quei familiari che, pur amando i propri figli, a volte agiscono in maniera non tutelante.
Il testo, supportato da una base teorica e metodologica, esplicita proposte innovative per un approccio partecipativo negli interventi di tutela, differenziandole in relazione ai diversi momenti: dalla fase precedente la segnalazione fino al procedimento avviato; dalla emissione del decreto giudiziario fino all'eventuale decisione dell'allontanamento del bambino/ragazzo.
Vengono inoltre presentate tracce operative tratte dall'esperienza pluridecennale della Cooperativa sociale "La casa davanti al sole" di Varese.
Il testo si rivolge ad assistenti sociali, educatori, facilitatori, consulenti sociali, operatori di advocacy, mediatori familiari, operatori del servizio tutela, riunendoli sotto il comune denominatore di "operatori sociali".

Giammatteo Secchi si occupa di progettazione di comunità ed è formatore presso enti pubblici e del terzo settore. Già Giudice onorario presso il Tribunale per i Minorenni di Milano, è stato docente a contratto presso l'Università Cattolica di Milano, Corso di laurea magistrale in Scienze e politiche sociali per le famiglie, i minori e le comunità. Promotore e referente di diverse associazioni a sostegno dell'infanzia, da 30 anni vive e fa parte di una casa famiglia che accoglie bambini e ragazzi. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Lavorare con le famiglie dei minori accolti in comunità, Erickson, 2015.

Premessa
La partecipazione nella tutela
(Radici giuridiche della partecipazione dei familiari nei procedimenti di tutela; Radici metodologiche della partecipazione; Le aree problematiche; La partecipazione come possibilità)
Per lavorare al meglio con i familiari: prima e dopo il mandato dell'autorità giudiziaria
(Quale collaborazione?; Fare un passo indietro... per fare spazio all'altro; I principi guida nella tutela dei minori; Partecipare per conoscersi reciprocamente; Lo sguardo dell'operatore sociale; L'operatore sociale come facilitatore; L'operatore sociale e lo sconfinamento)
Partecipare nel contesto pregiudiziario
(Quando inizia un intervento sociale di tutela minorile; La valutazione; La proposta di interventi partecipativi prima dell'apertura di un procedimento giudiziario)
Partecipare all'interno di un procedimento giudiziario
(Con chi lavorare? Riconoscere i familiari interessati; Interventi fondati sulla partecipazione a procedimento avviato; Lavorare con le famiglie in fase di allontanamento)
La partecipazione presso il Tribunale per i Minorenni
(Partecipazione e ascolto presso il Tribunale per i Minorenni; Audizioni di rete congiunte; La definizione dei provvedimenti; Dalla segnalazione in Procura)
Conclusioni
(Il montaggio e il progetto di aiuto; La cura)
Buone pratiche
(Per condividere un progetto: l'albero delle risorse; Spazio incontro; Servizio semiresidenziale "Pali e quaderni"; Affido partecipato; Il visiting advocacy; Comunità per minori)
Bibliografia.

Potrebbero interessarti anche