La periferia nuova. Disuguaglianza, spazi, città
Autori e curatori
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 176,      1a edizione  2018   (Codice editore 1561.100)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891768483

In breve
L’idea cha anima il libro è che esista una periferia nuova, ancora in buona parte inesplorata, e non riducibile unicamente a una situazione spaziale. Se nel volume precedentemente dedicato al tema, Peripherein: pensare diversamente la periferia, l’evidenza era posta sui limiti delle concezioni consolidate riguardo le periferie, in questo nuovo testo l’autore opera un approfondimento che ha lo scopo di delineare più chiaramente i contorni della nebulosa definita “periferia nuova”.
Utili Link
Sociologia Urbana e Rurale Recensione (di Niccolò Cuppini)… Vedi...
Presentazione del volume

La periferia oggi suscita inquietudine, viene spesso proposta dai media come violenta e pericolosa, brodo di coltura dei populismi, ma se ne discute per lo più in termini troppo generali, per non dire generici. L'idea che anima il libro è che esista una periferia nuova, ancora in buona parte inesplorata, e non riducibile unicamente a una situazione spaziale.
Oggi la periferia non solo cresce, acquisendo dimensioni inedite rispetto al passato, ma assedia il centro, vi sono centralità che divengono socialmente periferiche, infiltrazioni, contaminazioni. Se nel volume precedentemente dedicato al tema, Peripherein: pensare diversamente la periferia, l'evidenza era posta sui limiti delle concezioni consolidate riguardo le periferie, in questo nuovo testo l'autore opera un approfondimento che ha lo scopo di delineare più chiaramente i contorni della nebulosa definita "periferia nuova". A tal fine vengono mobilitati saperi che non sono unicamente quelli della sociologia urbana, ma anche conoscenze di tipo geografico, storico, economico e filosofico. Ne emerge un quadro in cui la disuguaglianza sociale crescente diviene una chiave di lettura delle trasformazioni più complessive che attraversano e travagliano la periferia.
Nel patchwork senz'arte che le periferie contemporanee disegnano e nei processi di periferizzazione in atto rischia di smarrirsi il senso della città e dell'urbano come eravamo abituati a concepirlo.

Agostino Petrillo insegna Sociologia urbana al Politecnico di Milano. Il suo lavoro di ricerca verte su metropoli, conflitti urbani, globalizzazione, immigrazione. È collaboratore di diverse riviste, tra cui "Sociologia urbana e rurale", "Mondi Migranti", "Archivio di Studi Urbani e Regionali", "Territorio". Tra i suoi lavori: Città in rivolta. Los Angeles, Buenos Aires, Genova, ombrecorte, 2004; Identità urbane in trasformazione, Coedit, 2005; Villaggi città megalopoli, Carocci, 2006; Peripherein: pensare diversamente la periferia, FrancoAngeli, 2013; Sustainable Urban Development and Globalization, Springer, 2018 (con P. Bellaviti).

Indice
Prefazione
Sguardi sulla periferia nuova
(Introduzione: altre periferie; La periferia nuova; Dei gradi e dei luoghi: in dialogo con Jacques Lévy; Economia delle periferie: alla ricerca di una sfuggente Standortlehre; L'eterogeneità delle periferie contemporanee: un patchwork senz'arte; Periferie della disuguaglianza; Una categoria di sintesi: periferizzazione?; Le parole della periferia; Periferie della politica, politica delle periferie; La governance delle periferie; Retoriche dell'insicurezza e del degrado; Gentrification: tra conquista dei centri e produzione di nuova periferia?; Uomini nei muri: le periferie dell'immigrazione; Conclusione: Seeing suburbia at large)
Violenza, periferie... qualche riflessione
(Introduzione; Una sociologia senza... kratologia?; Un'epoca nuova; I ghetti neri americani: violenza dall'alto, violenza dal basso; Una "islamizzazione delle banlieues"?; La violenza dei ricchi: la Parigi dei Pinçon; Resistenze: l'intelligenza delle periferie; Conclusione)
Un Lefebvre delle periferie?
(Introduzione: un destino di... revenant?; Un'eredità discussa; Lefebvre nella città neoliberale; La rivoluzione urbana; Una lettura storicista della città?; Dal rurale all'urbano; Il senso dell'urbano; La questione delle periferie)
Ombre del comune: l'urbano tra produzione collettiva e spossessamento
(Introduzione; Teorie; Crisi dell'architettura e dell'urbanistica: fine del diritto alla città?; La privatizzazione dello spazio pubblico; La città della conoscenza; Le forme dello spossessamento e la nuova marginalità urbana; Conclusione: la crisi della città neoliberale e le ombre del comune)
Un caso emblematico: cenni di una microstoria. Ripensando il CEP di Prà
(Introduzione; Leggiamo il tempo nello spazio; Periferia di periferie; La composizione sociale; Tra stigmatizzazione e colpa; L'intelligenza delle periferie; Un nuovo spazio autoprodotto: il PALACEP; Conclusione)
Conclusione: oltre la periferia, in cerca dell'urbano
(Le periferie della città-pianeta; Morte delle città?; Concetti di città; Vecchie e nuove questioni aperte; Dispersione dell'urbano e valorizzazione delle periferie)
Bibliografia di riferimento.